10 bizzarri tentativi di armare gli insetti

0

Bizzarri tentativi di armare gli insetti: quando si tratta di guerra, l’uomo non esita mai a sperimentare le idee più strane. A quanto pare, abbiamo persino provato a usare gli insetti come armi contro i nostri nemici, e questo è stato tentato già nell’antica era romana, quando le legioni di Cesare lanciavano alveari dalle loro catapulte su gruppi di soldati nemici. Il termine scientifico è " guerra entomologica " e implica l’uso di insetti per diffondere un agente patogeno mortale, come il virus del colera o della peste, oppure utilizza insetti che mangiano i raccolti per paralizzare le scorte di cibo del nemico. Questo elenco dà uno sguardo ad alcuni dei più bizzarri tentativi di armare gli insetti.

10 "Bombe ape" usate dalle antiche legioni romane

Chiunque sia stato morso da un’ape è pienamente consapevole di ciò di cui sono capaci questi piccoli diavoli quando vengono provocati. Nei loro bizzarri tentativi di armare gli insetti, le legioni romane lo usavano spesso a loro vantaggio, usando catapulte per scagliare alveari sulle mura delle fortezze nemiche. Terrorizzate e incapaci di reagire, le forze nemiche sarebbero diventate facili bersagli per l’artiglieria e gli arcieri romani. I romani usavano persino le api sulle loro navi, lanciavano vasi di argilla appositamente progettati, pieni di api sui ponti dei loro nemici, costringendo alcuni marinai disperati a saltare in mare.

Tuttavia, i romani hanno avuto un assaggio della loro stessa medicina quando hanno cercato di assediare la città greca di Themiscyra. I soldati greci che erano in inferiorità numerica e rischiavano di essere spinti in un angolo, lanciarono centinaia di alveari sui romani che cercavano di impadronirsi della città. Inoltre, ci sono documenti storici di miele velenoso utilizzato per difendere alcuni villaggi della Turchia dalle invasioni sia greche che romane. In un caso, mentre i soldati greci saccheggiavano i villaggi vicino a Trapezus, in Turchia, hanno trovato degli alveari pieni di miele.

Dopo aver consumato gioiosamente il miele, hanno iniziato a perdere i sensi e hanno iniziato a vomitare. Non potevano combattere e furono uccisi a migliaia. Un caso simile accadde qualche tempo dopo, quando i soldati romani sotto la guida della grande Pompei tentarono di invadere la regione turca di Trebisonda. La gente del posto sapeva che il miele prodotto in determinati periodi dell’anno era naturalmente velenoso e abilmente deposto alveari pieni di miele lungo le strade del villaggio. Ignari soldati romani mangiarono il miele e si ammalarono, diventando facili bersagli per i guerrieri Heptakometes.

9 bombe scorpione utilizzate per difendere la fortezza di Hatra

Che tu ci creda o no, i tentativi più bizzarri di armare gli insetti risalgono a molto tempo fa di quanto pensi. Duemila anni fa, quando l’imperatore romano Settimio Severo aveva deciso di conquistare la Mesopotamia, acquistò con sé un esercito di diverse migliaia di soldati. La fortezza nel deserto di Hatra si trovava sulla sua strada, una fortezza gigante con un perimetro difensivo di cinque miglia e un fossato racchiuso tra mura alte 40 piedi. Rintanati all’interno c’erano il re Barsamia ei suoi cittadini, che non erano disposti a scendere senza dare ai romani una battaglia di una vita. E lo fecero, lanciando centinaia di " granate scorpioni " all’avanguardia dalla cima delle mura del forte. Questi erano in realtà vasi di terracotta carichi di mortali scorpioni del deserto.

Qualsiasi esperto di fauna selvatica ti dirà che gli scorpioni del deserto come il Deathstalker iracheno non devono essere giocati. La puntura di uno scorpione velenoso può causare dolore estremo, persino la morte. Non ci volle molto perché i romani soccombessero al terrore di migliaia di questi insetti mortali che piovevano su di loro, e alla fine abbandonarono il loro assedio.

8 api fiutatrici che fiutano le mine antiuomo

Anche se può sembrare uno dei tentativi più stupidi di armare gli insetti, ma considerando che abbiamo già cani e dispositivi elettronici per eseguire l’atto, i biologi in Croazia, che hanno sviluppato e addestrato un nuovo ceppo di api che fiutano, affermano che questi insetti possono rilevare le mine terrestri e L’IED è più veloce dei cani da fiuto e fino a 3 miglia di distanza. Apparentemente queste api sono state addestrate nel tentativo di eliminare la Croazia dalle mine terrestri nascoste, che sono state piantate durante la Guerra d’indipendenza croata e si stima che coprano più di 684 miglia quadrate di territorio croato.

Biologi e apicoltori hanno lavorato insieme per un periodo di 3 anni per sviluppare le api speciali, addestrano le api a cercare l’odore degli esplosivi mescolando quell’odore in una soluzione zuccherina che danno alle api. Nel corso del tempo le api acquisiscono un senso dell’olfatto che è sintonizzato per fiutare le mine terrestri e dispositivi esplosivi simili.

7 api sniffer che rilevano droghe illegali

Probabilmente ormai ci siamo resi conto che le api sono fantastiche, dal momento che possono produrre miele, attaccare i nostri nemici e persino annusare bombe. Ma la loro corsa per diventare l’insetto più sorprendente non finisce qui. Poiché le api hanno un acuto senso olfattivo, che è paragonabile ai cani da fiuto, sono anche il candidato perfetto quando si tratta di sostituire i cani come rilevatori di farmaci portatili. Con la legalizzazione della marijuana in tutto il mondo, i cani che sono stati addestrati a rilevare la marijuana ora saranno difficili da riqualificare per trovare altre sostanze come l’eroina o la cocaina.

Anche l’addestramento di nuovi cani da fiuto richiede molto tempo. Ma la ricerca ha dimostrato che le api sono il sostituto perfetto dei cani in quanto anche loro rispondono allo stesso tipo di addestramento condizionale che viene dato ai cani. Nei bizzarri tentativi di armare gli insetti, le api in vari esperimenti sono state in grado di distinguere tra eroina e cocaina, il che significa che un giorno possono dimostrarsi un’alternativa più sicura e più portatile ai cani. Questo sarà di grande aiuto per la polizia e la sicurezza degli aeroporti in tutto il mondo, poiché è un’alternativa economica e di bassa manutenzione ai cani.

6 Cyber ​​Bug Project di DARPA

DARPA (Defense Advanced Research Project Association) è l’ala di ricerca top secret dell’esercito degli Stati Uniti ed è nota per lavorare su una varietà di progetti nella scienza neurologica,robotica, pistole futuristiche e altre cose interessanti, incluso l’aver fatto bizzarri tentativi di armare gli insetti. Ma uno dei loro progetti è piuttosto unico: implica l’hacking nel corpo di un insetto per consentire a un operatore umano di controllare le azioni degli insetti tramite un controller. Gli insetti vengono controllati inserendo elettrodi metallici in alcune parti del corpo, come il cervello e muscoli specifici responsabili del battito delle ali e del movimento degli arti. Quindi questi elettrodi sono collegati a uno zaino per insetti, che è fondamentalmente un circuito stampato su misura con un microchip e un trasmettitore / ricevitore radio su di esso, insieme a un piccolo alimentatore.

Gli insetti cyborg possono essere utilizzati in varie missioni, per ricognizioni in territorio ribelle, rilevando esplosivi e droghe (ricordate api sniffer?), Perfino ricerca e soccorso. Con una telecamera e un microfono montati su ciascun bug, gli operatori saranno in grado di determinare il numero e la posizione dei terroristi nascosti in un edificio senza inviare un solo soldato all’interno. In caso di terremoto gli insetti potrebbero perlustrare la città alla ricerca di sopravvissuti. E possono essere usati per "bug" conversazioni.

5 Operazione Big Itch

Questo può sembrare il frutto dell’ingegno di qualche supercriminale dei fumetti, ma in realtà è un test sul campo condotto nel settembre 1954 dal governo degli Stati Uniti per determinare la fattibilità delle pulci come vettore (vettore) di agenti patogeni. L’idea alla base consiste nel prendere un gran numero di pulci infettate da un virus mortale, come l’epatite o il virus del colera, e poi rilasciarle in una città densamente popolata per uccidere centinaia di migliaia di persone. Il test condotto dal governo degli Stati Uniti ovviamente ha coinvolto pulci non infette.

Il governo degli Stati Uniti, che aveva recentemente scoperto tonnellate di documenti e anni di dati riguardanti la guerra entomologica nei laboratori nazisti, nei loro bizzarri tentativi di armare gli insetti, stava seriamente pensando alle prospettive di utilizzare gli insetti come arma biologica di distruzione di massa. Pulci e zanzaresono ben noti per essere vettori capaci di un gran numero di agenti patogeni che causano malattie. Il piano era quello di testare il modello di copertura delle pulci facendone cadere migliaia all’interno di bombe da un aereo, su un campo di prova nello Utah. I porcellini d’India, usati come soggetti del test, erano stati posti in una griglia di 660 yard. Durante i test preliminari, alcune delle bombe fallirono, il che portò le pulci a mordere l’equipaggio e i piloti dell’aereo. Le prove hanno avuto successo e l’operazione ha dimostrato che le pulci non solo potevano sopravvivere alla caduta, ma potevano anche attaccarsi agli ospiti subito dopo.

4 Operazione Big Buzz

Un altro folle esperimento del governo degli Stati Uniti, questa volta gli ospiti presi di mira erano i residenti della Georgia, ei vettori erano 333.000 zanzare della febbre gialla. Anche in questo caso, le zanzare non sono state infettate, lo scopo di questa missione proprio come la precedente era di testare la fattibilità di far cadere migliaia di zanzare su una città affollata e stimare l’area di copertura delle zanzare. Effettuato nel maggio 1955, questo test ha fatto cadere 330.000 zanzare della febbre gialla non infette sullo stato della Georgia. Esistono rapporti sulla pianificazione militare degli Stati Uniti per sviluppare una struttura di guerra entomologica in grado di produrre 100 milioni di zanzare infettate dalla febbre gialla, ogni mese. L’operazione Big Buzz è uno dei tentativi più bizzarri di armare gli insetti nella storia dell’umanità.

3 Operazione Drop Kick

In una serie di test effettuati tra aprile e novembre del 1956, simili alle precedenti operazioni come Big Buzz, l’ esercito americano ha effettuato un testdeterminare i modelli di diffusione, l’intensità del morso e il costo per morte (la quantità di denaro necessaria per uccidere un uomo con le zanzare) delle zanzare della febbre gialla. I test sono stati effettuati in due fasi separate: la prima ha rilasciato le zanzare in una zona residenziale a Savannah, in Georgia, facendole cadere dagli aeroplani in sacchetti di carta assistiti da paracadute progettati per aprirsi al contatto con il suolo. Il secondo stadio ha rilasciato oltre 600.000 zanzare della febbre gialla nell’area della base aerea di Avon. Dopo aver lasciato cadere le zanzare, i funzionari dell’esercito che si spacciavano per agenti sanitari pubblici vagavano di porta in porta indagando sugli effetti delle gocce di zanzara. Sebbene il governo abbia sostenuto che le zanzare non fossero state infettate da alcuna malattia, nella zona sono stati segnalati ben 7 decessi per febbre gialla e dengue. Questo potrebbe essere il risultato dell’introduzione di tante malattie che trasportano zanzare contemporaneamente in un’area. È uno dei tentativi più bizzarri di armare gli insetti.

2 Hitler pianificò di sganciare bombe contro la malaria in America

Non è davvero sorprendente che Hitler figuri in una lista se a bizzarri tentativi di armare gli insetti. Verso la fine della seconda guerra mondiale, dopo che le forze alleate conquistarono la Germania, furono rivelate alcune informazioni molto inquietanti sugli esperimenti segreti nazisti. Scienziati nazisti al campo di concentramento di Dachau, sotto la guida delle SS Heinrich Himmler, stavano conducendo esperimenti per allevare una nuova "razza padrona" di zanzare che sarebbe stata in grado di sopravvivere a un volo sull’Oceano Atlantico, fino all’America. Il grande piano era quello di infettare milioni di zanzare con la malaria e poi far cadere le zanzare dall’aria sui civili americani, il che avrebbe provocato la morte di milioni di americani. Un attacco come questo era praticamente irrealistico, a causa della breve durata di vita delle zanzare e della loro sensibilità all’alta quota e alle temperature variabili. Oltre a questo, lo stesso Fuhrer aveva ordinato che nessun tedesco sperimentasse la guerra biologica, poiché la diffusione delle malattie era opera degli ebrei secondo Hitler.

Tuttavia, nel gennaio 1942, il capo delle SS, Heinrich Himmler, aveva ordinato lo sviluppo di una struttura di ricerca sulla guerra entomologica per studiare la fisiologia delle malattie che trasportano vettori come zanzare e pulci. Ha funzionato all’interno del famigerato campo di concentramento di Dachau dove i prigionieri ebrei venivano tenuti e torturati conducendo su di loro orribili esperimenti. I prigionieri venivano spesso usati come soggetti di prova per scoprire il potenziale di uccisione delle zanzare infette. Inizialmente all’istituto fu ordinato di ricercare come proteggere il popolo tedesco da malattie come il colera e la malaria nel caso in cui fosse scoppiata un’epidemia del genere. Ma verso il 1944, quando la Germania era circondata da truppe sia russe che americane, l’istituto cambiò disperatamente i suoi obiettivi dalla protezione all’assalto.

I documenti rivelano che se la ricerca fosse andata oltre, le forze alleate avrebbero potuto affrontare una seria minaccia. Tutta quella ricerca nazista sarebbe stata presto raccolta dai biologi americani, che la usarono per potenziare il programma di guerra biologica degli Stati Uniti, sfociando infine in test come Big Buzz e Drop Kick.

1 L’unità giapponese 731

Quando si tratta di esperimenti, l’unità giapponese 731viene sempre menzionato. Quindi non sorprende che sia al primo posto nella nostra lista di bizzarri tentativi di armare gli insetti. Di solito quando pensiamo ai crimini di guerra dell’era della seconda guerra mondiale, vengono in mente i nazisti e l’Olocausto. Hanno ucciso migliaia di persone nei campi di concentramento, hanno gasato milioni di ebrei e prigionieri di guerra e hanno compiuto orrori indicibili sotto forma di sperimentazione umana. Ma quello che poche persone si rendono conto è che anche il Giappone ha commesso molte orribili atrocità sotto forma di dissezione umana dal vivo, sperimentazione sui bambini, inseminazione artificiale e massacri. Quando l’esercito giapponese invase la Cina continentale, istituì una struttura top secret a Pingfan, in Manciuria. Questa struttura era la casa della famigerata Unità 731, l’equivalente giapponese della guerra biologica delle SS nazistedivisione. Era una struttura di 6 km quadrati protetta da alte mura, personale armato e filo spinato elettrico.

In questa struttura, i giapponesi hanno condotto ricerche sull’infezione di persone con colera, tifo, peste e altre malattie orribili, il loro mezzo preferito per farlo era la pulce. I biologi giapponesi hanno stimato che una singola pulce può rilasciare da 20000 a 24000 virus della peste in un singolo morso e può rimanere attiva fino a un mese. La struttura ha sperimentato prigionieri cinesi, la maggior parte dei quali erano presumibilmente prigionieri e banditi. Hanno anche ucciso prigionieri di guerra russi, americani e britannici. Donne e bambini furono uccisi a migliaia.

È noto che la struttura potrebbe produrre abbastanza virus della peste e del colera da uccidere molte volte tutti gli esseri umani nel mondo, in particolare 300 kg di batteri e virus al giorno. I giapponesi stavano persino pianificando di rilasciare pulci infette dalla peste in America dai palloncini. Secondo i rapporti degli scienziati giapponesi catturati, oltre 3000 persone sono state uccise nella struttura, ma è chiaro che molte di più sono state uccise. Infatti, i prigionieri usati come cavie per i test di guerra biologica venivano chiamati "Maruta" o tronchi di legno, e venivano smaltiti in fornaci giganti dopo essere stati uccisi. La struttura era nota per immagazzinare migliaia di ratti, pulci e zanzare infetti.

Poco prima che le forze alleate conquistassero l’area, i giapponesi distrussero la struttura per cancellare tutte le tracce di prove e tutti i dati di ricerca. I ratti, le pulci e le zanzare che sono fuggiti hanno ucciso numerose persone. Si stima che circa 300.000 persone, per lo più cinesi, siano state uccise diffondendo pulci e ratti infetti dalla peste.

  1. L’unità giapponese 731
  2. Hitler pianificò di lanciare bombe contro la malaria in America
  3. Operazione Drop Kick
  4. Operazione Big Buzz
  5. Operazione Big Itch
  6. Cyber ​​Bug Project di DARPA
  7. Api sniffer che rilevano droghe illegali
  8. Api che fiutano le mine antiuomo
  9. Bombe scorpione utilizzate per difendere la fortezza di Hatra
  10. "Bombe ape" utilizzate dalle antiche legioni romane

Scritto da: Saurav Rath

Fonte di registrazione: wonderslist.com

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More