Top 10 fatti sorprendenti su Adolf Hitler

1

Adolf Hitler è il nome che viene in mente quando qualcuno pensa alla crudeltà e al fanatismo. Ma ci sono anche altri lati e molti aspetti nascosti del Führer che hanno creato polemiche sul giudizio nei suoi confronti nei giorni successivi. Il settimanale tedesco di sinistra, "Die Zeit", una volta pubblicò "L’enigma di Hitler è al di là di ogni comprensione umana". È stato premiato come "Man of the year 1938" dalla rivista Time che lo ha messo in copertina. Indipendentemente dalla sua natura e dal comportamento per una razza superiore, era l’uomo della suspense e dei misteri. Lavorava anche molto duramente, poiché dormiva solo per tre o quattro ore a notte mentre governava oltre 380 milioni di europei e portava sulle spalle il mondo intero. Quindi ecco l’elenco dei 10 fatti sorprendenti su Adolf Hitler.

10 Il suo primo amore fu una ragazza ebrea

Quando aveva 16 anni e ha frequentato la scuola a Linz, ha incontrato una ragazza di nome Stefanie Rabatsch. Si innamorò profondamente di lei, il primo amore di un adolescente nella primavera del 1905. Il suo amico d’infanzia, August Kubizek, scrisse nel suo libro "Adolf Hitler, mein Jugendfreund" che, "Stefanie non aveva idea di quanto Adolf fosse innamorato di lei. " Non è mai riuscito a lei, dicendo sempre che l’avrebbe fatto "domani". Quando il corteo funebre di sua madre è passato davanti alla casa di Stefanie, ha dichiarato di averla vista dietro la finestra e di aver trovato consolazione in questo. Nelle parole del suo migliore amico, "Quando ha risposto con un sorriso al suo sguardo indagatore, era felice e il suo umore è diventato diverso da qualsiasi cosa avessi mai osservato in lui. Ma quando Stefanie, come accadeva altrettanto spesso, ignorava freddamente il suo sguardo, era schiacciata e pronta a distruggere se stessa e il mondo intero ". Nei suoi ultimi giorni,

9 Il suo medico di famiglia era ebreo

Eduard Bloch era un medico ebreo che era tenuto in grande considerazione, in particolare tra le classi sociali inferiori nella nativa di Linz, in Austria, intorno al 1903. Era pronto ad aiutare i suoi pazienti in qualsiasi momento, anche di notte. Il primo paziente della famiglia del Führer che dovette vedere fu lo stesso Führer quando si ammalò gravemente e costretto a letto a causa della grave malattia polmonare, e fino al 1907 rimase come medico di quella famiglia. Quando alla madre di Führer fu diagnosticato un cancro al seno, Bloch la curò fino alla sua morte senza prendere soldi da loro. L’allora diciottenne Führer lo ha onorato con la sua "gratitudine eterna" per questo. Più tardi nella sua intervista, Bloch disse che Führer era "l’uomo più triste che avessi mai visto", quando fu informato della morte di sua madre. Bloch ottenne anche una protezione speciale dopo l’unione nazista tra Austria e Germania.

8 Portava sempre il ritratto di sua madre


Dopo il primo matrimonio del padre di Führer, Alois Hitler, con Anna Glasl-Hörer, sua madre Klara Pölzl fu assunta come domestica all’età di 16 anni. Dopo la morte della seconda moglie di Alois, Franziska Matzelsberger, Alois e Klara si sposarono il 7 gennaio 1885. Il loro primo figlio, Gustav, nacque il 15 maggio 1885, seguito da Führer il 20 aprile 1889. Sua madre era molto devota ai suoi figli e frequentava regolarmente la chiesa con loro. Aveva un rapporto molto stretto con sua madre ed è stato devastato dalla sua morte. Ha sopportato il dolore per quella perdita per il resto della sua vita, e in seguito ha detto che è stato un "colpo terribile …" Nel suo libro, Mein Kampf, ha affermato che "… ha onorato mio padre, ma ha amato mia madre". Nel libro "Adolf Hitler, mein Jugendfreund", August Kubizek ha dichiarato:

7 Era un vegetariano rigoroso


Ha seguito una dieta vegetariana rigorosa sin dai suoi primi giorni e nel 1941, si è autoidentificato come vegetariano ortodosso. Ignatius Phayrethe in seguito lo descrisse come "Vegetariano a tavola per tutta la vita". Odiava la carne perché era severamente contrario a qualsiasi tipo di macellazione di animali. La rivista tedesca "Die Weisse Fahneduring" una volta pubblicò ai tempi del governo del Führer: "Sai che il tuo Führer è vegetariano e che non mangia carne a causa del suo atteggiamento generale verso la vita e del suo amore per il mondo degli animali? Sai che il tuo Führer è un amico esemplare degli animali e, anche come cancelliere, non è separato dagli animali che ha tenuto per anni? " Lui stesso ha anche detto, come registrato nel "discorso a tavola di Hitler" che, "Uno può rimpiangere di vivere in un periodo in cui è impossibile farsi un’idea della forma che assumerà il mondo del futuro.

6 Era un grande artista


La pittura è stata un grande interesse per tutta la sua vita. Ha creato centinaia di meravigliosi dipinti e cartoline e li ha venduti per guadagnarsi da vivere durante i suoi anni a Vienna intorno al 1908. Molti dei suoi dipinti furono recuperati dopo la seconda guerra mondiale e venduti all’asta a prezzi enormi. Nella sua autobiografia Mein Kampf, ha affermato di voler essere sempre un artista famoso, ma è stato un po ‘demoralizzato quando ha fallito l’esame di ammissione all’Accademia di Belle Arti di Vienna due volte nel 1907 e 08 come pittore, mentre l’istituzione ha dichiarato che lui era un architetto di talento piuttosto che un pittore. Conoscendo il suo talento, l’accademia gli suggerì di iscriversi alla Academies School of Architecture. Frederic Spotts nel suo libro “Hitler and the Power of Aesthetics" affermava che “aveva un minimo di talento almeno nel disegnare edifici, ma la tecnica che aveva imparato la imparò da solo.

5 Era un grande fan della Disney


Il suo più caro amico Ernst Hanfstaengl, che ha chiamato Putzi, ha rivelato, ricordando Führer, che era un fischietto frequente. Fischiava regolarmente "Chi ha paura del lupo cattivo?" una canzone del film Disney, "The Big Bad Wolf". È un fatto interessante, il suo nome stesso deriva dalla vecchia parola tedesca "Adalwolf" che sta anche per "Noble Wolf". Più tardi, nel 2008, il direttore di un museo della guerra nel nord della Norvegia, William Hakvaag, scoprì alcuni fantastici disegni a fumetti di lui durante la seconda guerra mondiale e tutti furono firmati "A.Hitler". Quei dipinti includono Doc e Bishful del film Disney del 1937 "Biancaneve e i sette nani", che è anche uno dei suoi film preferiti. Successivamente la Disney gli ha anche mostrato onore con il loro film "Il volto di Der Fuehrer’s" aka "Paperino a Nutzi Land",

4 Non ha mai visitato alcun campo di concentramento


Non ha mai visitato un singolo campo di concentramento e non ha parlato apertamente o nemmeno al suo più vicino entourage dei suoi piani o intenzioni di rimuovere gli ebrei dal suo paese. Si è tenuto lontano da tutti i campi di concentramento e anche dalla soluzione finale della "Camera a gas". Mentre il suo Reichsführer Heinrich Himmler si rivolse ai leader delle SS nel 1943 su com’era vedere migliaia di cadaveri affiancati, descrivendo "lo sterminio del popolo ebraico". Nessun ordine scritto da lui circa i campi di concentramento o anche la soluzione delle camere a gas è mai stato trovato fino ad oggi, mentre molti storici hanno anche affermato che gli ordini non sono mai esistiti. Ha anche dato protezione ad alcuni dei suoi vicini ebrei come il dottor Eduard Bloch durante l’unione dei nazisti.

3 La prima campagna antifumo al mondo è stata condotta da lui


Ha avviato un forte movimento anti-tabacco quando i medici tedeschi sono diventati i pionieri per identificare la connessione tra fumo e cancro ai polmoni. Odiava il tabacco e non lo toccò mai una sola volta nei suoi ultimi giorni, mentre guidò la prima campagna antifumo del mondo nella storia, che fu anche il più potente movimento antifumo del pianeta, negli anni ’30. Quella campagna antifumo includeva il divieto di fumare nei luoghi pubblici e la promozione di benefici per la salute senza l’assunzione di tabacco. Ha detto: "Non la divora (la sigaretta), lo divora" in uno dei suoi annunci antifumo chiamato "Il fumatore accanito". Dal 1939 al 1945, anche il fumo da parte del suo personale militare fu rigorosamente limitato. Considerava anche il fumo come "decadente" e segnò il suo sentimento nei confronti del fumo dicendo "così tanti uomini eccellenti sono stati persi a causa dell’avvelenamento da tabacco".

2 È stato nominato per il premio Nobel per la pace


Fu nominato nel 1939 per il Premio Nobel per la Pace da un membro del parlamento svedese di nome EGC Brandt, tuttavia, quella nomina non fu mai presa sul serio a causa delle controversie di guerra di quel tempo e anche per il dilemma politico della seconda guerra mondiale. Un certo numero di parlamentari svedesi aveva nominato all’epoca l’allora primo ministro britannico Neville Chamberlin per il Premio Nobel per la pace, dove Brandt considerava la nomina con grande scetticismo, mentre nominava Führer come oppositore al Nobel. Tuttavia, quella nomina non fu ben accolta da molti altri leader politici in tutto il mondo e la nomina fu prontamente ritirata il 1 ° febbraio 1939, con una sola lettera di Brandt.

1 Amava i cani


Sì, era un grande amante dei cani, mentre aveva paura di gatti come Napoleone Bonaparte o Giulio Cesare. L’ailurofobia, o la paura del gatto, si è sviluppata dentro di lui sin dai suoi primi giorni. Ha sempre mantenuto una distanza di sicurezza dai gatti, mentre per lo più ha apprezzato i cani sin dall’infanzia. La sua razza preferita era quella dei pastori tedeschi. Blondi, il suo stesso pastore tedesco, dormiva spesso con lui nella sua camera da letto ed era anche con lui nel bunker dove si tolsero la vita senza arrendersi a nessuno con la pillola di cianuro. Blondi ha avuto anche cinque cuccioli con Harras, il pastore tedesco di Gerdy Troost. Ha chiamato uno dei cuccioli "Wulf" che deriva dal significato del suo stesso nome.

Hitler è il [leader](https://inform.click/it/i-10-governanti-piu-crudeli-di-sempre-nella-storia/ "leader controverso") più popolare e anche il più controverso della storia moderna. Nonostante abbia vietato la sua autobiografia "Mein Kampf" in diversi paesi dopo la seconda guerra mondiale, rimane uno dei libri più venduti fino ad oggi in cui nel 1938 furono vendute 8.000 copie solo negli Stati Uniti.

Fonte di registrazione: wonderslist.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More