Errori comuni commessi dai nuovi freelance (e come eliminarli)

1

Iniziare come libero professionista è un momento entusiasmante e spesso scoraggiante. Forse hai lasciato il tuo lavoro d'ufficio con il tuo capo scorbutico e il ragazzo strano con l'odore del corpo nel cubicolo accanto al tuo. O forse hai iniziato a lavorare come freelance oltre al tuo lavoro quotidiano per un po' di soldi extra.

Ad ogni modo, a volte può sembrare di volare alla cieca. Non sei sicuro di quanto dovresti addebitare, sei così impegnato a concentrarti sull'acquisizione di clienti che trascuri semplici passaggi di produttività e contabilità necessari per una piccola impresa, e potresti essere poco sicuro delle tue capacità, quindi svendere te stesso e limitare il tuo potenziale quando si tratta dei tipi di progetti che intraprendi.

Ecco alcuni suggerimenti di freelance esperti su come evitare gli errori comuni che commettono i nuovi web designer freelance: le cose che avremmo voluto sapere all'inizio!

Non pensare oltre il sito web

Molti liberi professionisti sono entusiasti quando le persone iniziano a voler effettivamente pagare loro i soldi per i loro servizi. Scoprono l'azienda del loro cliente, simulano e costruiscono per loro un bellissimo sito basato sulle ultime tendenze del design e consegnano il sito Web, il tutto senza un'informazione cruciale.

Ecco una rivelazione scioccante: il tuo cliente non vuole un sito web.

Aspetta cosa?

Spieghiamo. Sì, sei un web designer o uno sviluppatore e un cliente ti ha incaricato di creare un sito web per la sua attività. Darai loro il suddetto sito web, per il quale (si spera) pagheranno profumatamente e racconteranno a tutti i loro amici le tue incredibili capacità.

Ma come imprenditore, un sito Web è un mezzo per raggiungere un fine, non un fine in sé. Il tuo cliente desidera un sito Web che lo aiuti a raggiungere obiettivi specifici per la propria attività e il sito Web è uno strumento che utilizzerà per raggiungerli.

Per fornire un servizio ancora migliore, chiedi al tuo cliente fin dall'inizio perché desidera un sito web: cosa vuole ottenere da esso? Vogliono promuovere un prodotto o un evento? Pubblicizzare un nuovo servizio? Perfezionare il proprio marchio per rivolgersi a una nicchia specifica?

La risposta ovvia è "far crescere la loro attività", ma prova a scavare un po' più a fondo. Avere un brief di progetto chiaro fin dall'inizio (utilizzando un servizio come Gravity Forms è super facile per i tuoi clienti compilare un brief e ti fa avere un aspetto professionale!) significa che hai in mente i loro obiettivi quando crei il loro sito, aiuta il tuo sito web a colpire nel segno e i tuoi clienti coglieranno l'occasione per consigliarti ai loro contatti.

Non costruire una rete freelance

Può essere davvero bello farlo da solo quando inizi a lavorare come freelance. Il tuo tempo è tuo, puoi fare i tuoi orari e persino mettere il tuo laptop in macchina e approfittare di tariffe infrasettimanali economiche per l'alloggio per una mini vacanza di lavoro. Sei un lupo solitario sulla strada del successo come freelance.

Tuttavia, questo tipo di mentalità può essere piuttosto limitante per un libero professionista, per non parlare della solitudine! Pensare che solo perché gestisci la tua attività come ditta individuale e quindi devi fare tutto da solo significa che potresti effettivamente rifiutare opportunità di lavorare su progetti entusiasmanti e stabilire contatti utili che potrebbero portare a un lavoro più continuo in futuro .

Ad esempio, un potenziale cliente si mette in contatto con te desiderando un negozio online. Hai avuto una certa esperienza con Woo Commerce ma lo scopo del loro progetto è qualcosa di più adatto a Magento. Hai un'idea per un ottimo design, ma non hai avuto esperienza di lavoro con Magento e non hai idea nemmeno da dove iniziare a configurare tutto, tanto meno quanto addebitare e come offrirai supporto continuo. Quindi, allontani l'azienda, perdendo entrate, un progetto interessante e un'opportunità di networking.

E se ci fosse qualcun altro con cui potresti collaborare il cui focus è più sullo sviluppo che sul design, qualcuno con una vasta esperienza con Magento? Non costruire una rete di compagni di squadra freelance è un errore che fanno molti nuovi freelance, semplicemente perché presumono che "freelance" significhi "solo".

Non avrai bisogno di assumere subappaltatori per ogni sito web, ma può essere davvero gratificante e divertente lavorare con altri liberi professionisti e ampliare la portata dei progetti e dei clienti che puoi assumere: puoi persino incontrarti a colazione in determinati traguardi per discutere i progressi, che aiuterà l'isolamento sperimentato da molti liberi professionisti. Se hai contatti con cui hai lavorato in precedenza in posizioni di agenzia, inizia mettendoti in contatto con loro e scoprendo se sarebbero interessati a un lavoro.

Un altro vantaggio di questo è che puoi concentrarti su ciò in cui sei bravo. Essere un tuttofare significa che non sei un maestro di nessuno, quindi ha senso per gli affari trovare la tua nicchia e diventare noto come esperto nel tuo campo.

Non upselling

Capire cosa addebitare per i tuoi servizi è un post completamente diverso e dipenderà fortemente da dove vivi, quanta esperienza hai e quali sono i tuoi obiettivi. Tuttavia, molti nuovi freelance commettono lo stesso errore sottovalutando se stessi, il proprio lavoro e i propri servizi. Questo ha molto a che fare con la fiducia nelle tue capacità. Un altro modo per massimizzare ciò che addebiti per un progetto è ripensare il modo in cui stai proponendo ai potenziali clienti.

Supponiamo che tu abbia ricevuto un brief da qualcuno che potrebbe voler lavorare con te. Considera cosa stanno cercando, stabilisci la quota del progetto e invia loro una cifra via e-mail. Una volta che accettano, pagano la caparra e si inizia a lavorare, a questo punto può essere davvero difficile addebitare loro altri soldi. Hai praticamente raggiunto l'importo massimo di denaro che sono disposti a darti, perché nella loro mente l'importo che hai citato è quello che stanno pagando. Le persone raramente vogliono separarsi da più soldi del necessario, soprattutto una volta che una cifra è fissata nelle loro menti.

Un modo per contrastare questa tendenza e addebitare più soldi ai tuoi clienti senza aumentare le tue tariffe è utilizzare un trucco comunemente noto nel settore della vendita al dettaglio come "upselling". Il tuo cliente desidera un sito Web e offri loro un preventivo per questo, ma non fermarti qui.

Fai sapere loro l'importanza di un sito web mobile responsive e che il loro posizionamento su Google potrebbe essere penalizzato se non hanno un sito accessibile da smartphone, e aggiungilo al preventivo come servizio aggiuntivo. È probabile che se si tratta di un nuovo sito Web, al contrario di una riprogettazione, potrebbero non aver ancora organizzato l'hosting. Questa è una grande opportunità per vendere loro un pacchetto di hosting in cui ospiti e aggiorni il loro sito a un canone mensile (che significa entrate continue!). Se sei abile nella progettazione grafica, offriti di inserire anche un logo e biglietti da visita, oppure metti a frutto quella laurea in inglese e offri servizi di copywriting.

Offrire extra nelle tue proposte e far sapere ai tuoi potenziali clienti come ne trarranno beneficio significa potenzialmente più soldi per ogni progetto. Pensa ai tuoi servizi come a prodotti che possono massimizzare il costo del tuo progetto.

Non offrire servizi in corso

Ok, questo potrebbe sembrare controintuitivo considerando che ti abbiamo appena detto di offrire prodotti piuttosto che servizi, ma spieghiamo.

Il problema della creazione di siti Web è che spesso finiscono per essere una transazione una tantum. Costruisci un sito per il tuo cliente, firma e paga, lo migri dal vivo, stringi la mano (digitalmente) e poi non lo senti più. In un certo senso questa è una buona cosa, in quanto significa che il sito Web che hai creato non si è rotto, costringendoli a chiamarti freneticamente a mezzanotte. Tuttavia, significa anche che c'è un'opportunità persa per un reddito continuo.

Come accennato in precedenza, un buon modo per generare un reddito passivo è offrire un pacchetto di hosting e supporto per siti Web. Fidati di noi, molti imprenditori non sono esperti di tecnologia e adorerebbero la tranquillità di sapere che qualcuno sta monitorando ed effettuando il backup del loro sito e apporterà piccole modifiche ai contenuti senza che debbano accedere e strapparsi i capelli cercando di capire come usare wordpress. Oppure, fai sapere loro che un blog può essere utile per la SEO e offri loro di caricare due articoli al mese per un anticipo.

A volte devi pensare in modo creativo a come puoi offrire servizi continui ai tuoi clienti per generare entrate, ma sfrutta i tuoi punti di forza e fai sapere loro come le tue capacità possono giovare alla loro attività.

Non utilizzo degli strumenti di produttività

Tutto è piuttosto semplice quando inizi a lavorare come freelance. Avere più di un paio di clienti in viaggio alla volta è l'eccezione piuttosto che la regola, quindi sarà gestibile la compilazione delle fatture, la gestione dei progetti, il monitoraggio dei pagamenti e il monitoraggio delle entrate.

Con un po' di fortuna e duro lavoro, la tua attività inizierà a crescere, ti destreggerai tra più clienti e avrai più progetti in diverse fasi di completamento in qualsiasi momento. Questo è quando molti nuovi liberi professionisti commettono l'errore di essere così presi dalla crescita della loro attività e destreggiarsi tra tutti i loro clienti che trascurano di implementare strumenti che li aiutino a rimanere al passo con tutto, e di conseguenza diventano così disorganizzati da perdere scadenze e perdere denaro.

Sono disponibili molti strumenti per la produttività e le piccole imprese davvero utili, molti dei quali progettati per i liberi professionisti e gratuiti da utilizzare per le funzionalità di base, che quando inizi è probabilmente tutto ciò di cui avrai bisogno.

Ad esempio, Trello è una soluzione di gestione dei progetti che digitalizza e migliora il concetto di project card della gestione dei progetti. Tutti i progetti sono elencati su una bacheca, come post-it su una bacheca. Ogni scheda rappresenta un progetto e può essere trascinata nella successiva colonna "fase del progetto" man mano che procede. La possibilità di aggiungere elenchi di controllo, allegare file e pubblicare commenti sullo stato di avanzamento non solo garantisce che i progetti vengano spostati in modo efficiente e completo, ma è anche utile come istantanea di quanti progetti sono attivi e in quale fase si trovano.

Un'altra area che spesso viene trascurata dai liberi professionisti (spesso perché considerata complicata e scoraggiante!) è la contabilità e la contabilità, ma fidati di noi, per esperienza mettere in atto un sistema in anticipo può farti risparmiare molte ore e mal di testa una volta che inizi a lavorare di più, soprattutto quando si tratta di tempo fiscale. È anche molto utile automatizzare tutto ciò che puoi, il che ti lascia il tempo di concentrarti sul lavoro che ti piace piuttosto che provare a calcolare le tasse e creare manualmente le fatture, e molte piattaforme di contabilità invieranno fatture e persino pianificheranno promemoria, perché tutti amiamo essere pagato in tempo!

Dai un'occhiata alla sezione Risorse in fondo a questo post per alcuni utili (e gratuiti!) Strumenti di produttività che puoi iniziare a utilizzare oggi per risparmiare tempo e rimanere organizzato.

Accettare ogni cliente e non "licenziare" i clienti problematici

Quando inizi a lavorare come freelance, può sembrare un onore quando qualcuno è disposto a darti soldi veri. Spesso possiamo essere così sbalorditi e grati che accetteremo felicemente qualcuno come cliente senza considerare come si inseriscono nel tuo piano aziendale.

A volte, quando sei nuovo, il tuo piano aziendale consiste semplicemente nel "fare soldi" e abbandonare il lavoro può sembrare controproducente rispetto alla gestione di un'impresa. Tuttavia, come ci ha insegnato la dura esperienza, non tutti i clienti sono uguali e i clienti problematici possono variare da quelli leggermente fastidiosi e bisognosi a quelli decisamente aggressivi, il che può danneggiare la tua attività e la tua reputazione.

La verità è che alcuni clienti semplicemente non valgono i soldi: occupano la maggior parte del tempo, non sono mai soddisfatti, ti chiamano di notte e nei fine settimana e fanno salire alle stelle i livelli di ansia. Altri ti daranno il sorriso del Gatto del Cheshire aggiungendo insidiosamente piccole cose al progetto qua e là in un fenomeno noto come "scope creep". Questi piccoli compiti possono sembrare insignificanti da soli, ma possono sommarsi a ore di lavoro e guadagni persi da parte tua, e creano l'aspettativa che lavorerai gratuitamente. Assicurati di avere una proposta di progetto chiara fin dall'inizio che delinei tutto ciò che sarà incluso. Vale anche la pena esaminare la possibilità di redigere un contratto che stabilisca che qualsiasi lavoro aggiuntivo al di fuori dell'ambito originale sarà quotato.

Imparare a lasciare andare un cliente con un'elevata manutenzione è una decisione aziendale intelligente, poiché puoi concentrarti sulla creazione di un lavoro di qualità per i clienti che ti apprezzano, il che porterà a più rinvii e soddisfazione sul lavoro. Questa può essere un'operazione delicata e ci vuole fiducia per far sapere a un cliente in modo educato ma fermo che le sue aspettative sono probabilmente più in linea con un'agenzia diversa, non importa quanto implorino.

Una volta che lavorerai con alcuni clienti, inizierai davvero a notare le bandiere rosse del cliente problematico e potrai perfezionare il tuo processo di onboarding per eliminare i clienti fastidiosi mentre procedi.

(Oppure puoi sempre aggiungere la commissione extra del 20% per "cliente problematico"!)

Tenere a mente questi suggerimenti assicurerà una transizione molto più agevole verso il freelance e, si spera, ti consentirà di imparare da alcuni degli errori che altri hanno commesso prima di te.

Se sei un libero professionista esperto, che consiglio daresti a te stesso quando hai iniziato?

Risorse

Wave: sistema di fatturazione e contabilità per piccole imprese semplice e diretto

Trello: software di gestione dei progetti basato sul sistema dei post-it

Basecamp: un'altra popolare piattaforma di gestione dei progetti

Dropbox: condivisione di file e cloud hosting

Google Apps: soluzioni per le aziende, inclusi email, calendari, condivisione di file e cloud hosting

Bonsai: contratti digitali e firma elettronica

Gravity Forms: generatore di moduli facile da usare per richieste di proposte e brief dei clienti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More