I modi efficienti per promuovere e vendere il tuo plug-in

1

Hai speso diecimila ore (la regola del successo di Malcolm Gladwell) per sviluppare un ottimo plugin. Tutti gli standard di WordPress sono stati seguiti e sono state prese in considerazione tutte le richieste di funzionalità. Hai fatto un ottimo lavoro ma è solo l'inizio della tua strada verso i primi traguardi.

Ora la domanda principale è come iniziare a vendere il tuo prodotto. Sono sicuro che hai già condiviso notizie a riguardo su tutti i tuoi account social e hai ricevuto un buon feedback dai tuoi amici, ma non è abbastanza per guadagnare. La maggior parte degli sviluppatori di talento affronta questo problema e non esiste una risposta giusta, ma esistono modi approvati per impostare la buona strategia. Abbiamo raccolto alcuni buoni consigli testati e siamo pronti a condividerli con te.

Marchio

L'idea principale di un marchio non è solo fare in modo che il tuo pubblico di riferimento ti scelga tra i concorrenti, ma soprattutto fargli vedere il tuo prodotto come l'unico che offre una soluzione alle esigenze dei clienti. La promozione è una base per la tua attività redditizia e il miglior marchio si basa su un'idea forte e potente. Consegnarlo ai tuoi clienti è un compito davvero impegnativo poiché la vendita è molto più semplice quando i clienti capiscono che il tuo prodotto è "il must have" per loro.

Quali sono i metodi più semplici per costruire il nome del tuo marchio?

Recensioni a pagamento

Le recensioni dei plug-in a pagamento non funzionano più, anche se le pubblichi su siti Web ben pubblicizzati. Ognuno di loro ha una piccola iscrizione – "sponsorizzato" sotto o sotto il post che spaventa i potenziali clienti. Anche se il revisore condivide i suoi pensieri onesti e il feedback corretto, la comunità di WordPress non gli crederà senza dubbio. Mettendo in mostra tutti gli aspetti del tuo plugin, l'autore cerca comunque di pubblicizzare i suoi contro per far acquistare ai lettori il tuo strumento e inoltre tutta la fiducia dei consumatori può sfuggire quando notano i link di affiliazione. Quindi, questo tipo di promozione non è affidabile.

Recensioni dei plug-in

I clienti di WordPress preferiscono esaminare i riepiloghi dei plug-in, apprendere le statistiche nelle ricerche degli sviluppatori. E questi dati sono davvero affidabili in quanto lo sviluppatore (per essere più precisi, il suo marchio) raccomanda il prodotto, quindi lo testa e dà al cliente un'approvazione. Questa approvazione è discreta e sembra più un consiglio amichevole, quindi non evoca un sentimento di sfiducia e viceversa ti “aiuta" a scegliere lo strumento più appropriato per il sito web.

Un grande trucco che gli esperti di marketing amano usare è quello di promuovere non il prodotto in sé, ma l'importanza del suo utilizzo e quindi mostrare il plug-in al momento più opportuno, in modo che gli utenti lo desiderino davvero.

Siti web di offerte

Queste piattaforme non solo creeranno una buona reputazione per il tuo prodotto, ma possono anche aiutarti a guadagnare denaro. Ovviamente fissano prezzi inferiori ai costi del tuo plug-in e devi dividere le entrate, ma considera questa spesa come un investimento per una pubblicità. Di solito, le principali fonti di traffico verso il tuo sito Web e gli utenti dei siti Web di offerte sono completamente diverse l'una dall'altra. Quindi, i risultati possono essere davvero sorprendenti e portarti un buon aumento delle sessioni in GA. Le offerte a tempo limitato coinvolgono i clienti e li fanno spargere la voce su prodotti di qualità a buon mercato con amici e colleghi. È un modo semplice ed efficiente di branding.

Le piattaforme di offerte più popolari sono:

Il tuo sito web come marketplace

Mettere tutte le uova nello stesso paniere è una questione davvero discutibile. Concentri tutti i tuoi sforzi su un progetto. Scrivi post che si collegano al sito, organizza omaggi e fai promozione. Dovresti capire che il tuo sito Web richiederà tutto il tuo tempo, poiché amministrazione, caricamento, codifica, supporto e così via sono ora le tue principali opzioni di lavoro. Sì, è un duro lavoro ma ne vale davvero la pena: sei indipendente.

Prezzo del plug-in

Tu e solo tu stabilisci il prezzo del plugin. Questo è il motivo principale per cui così tanti sviluppatori scelgono di vendere prodotti sul proprio sito web. Puoi testare quale prezzo ti dà le entrate più alte e modificarlo ogni volta che vuoi. Non hai diviso la commissione con il rivenditore. La vendita tramite il tuo sito Web ti offre anche l'opportunità di creare un programma di fidelizzazione con sconti per i consumatori permanenti.

Affiliati

Un altro punto al team "Il mio sito web". Puoi reclutare persone per vendere il tuo prodotto e guadagnare soldi extra senza fare niente di speciale. I rivenditori riceveranno la loro commissione, tu avrai entrate aggiuntive. Sembra uno schema perfetto. Non tutti i marketplace offrono programmi di affiliazione ai propri clienti e partner, quindi è un grande vantaggio avere il proprio sito.

Unisciti al mercato dei plug-in

Ci sono molti stagni per pescare ma davvero pochissimi hanno pesci. Puoi guadagnare dal tuo prodotto tramite il marketplace solo nel caso in cui questa piattaforma di vendita sia davvero ben promossa e centinaia di utenti vengano lì per cercare strumenti WordPress. Al giorno d'oggi è CodeCanyon. Ci sono anche altri marketplace che vale la pena controllare ma non molti, quindi devi scegliere saggiamente dove posizionare il tuo prodotto:

CodeCanyon è il posto più popolare per vendere il tuo articolo WordPress. È un mercato enorme con una scelta estremamente ampia di plugin diversi. Ma! Ecco un grande "Ma". Nonostante la sua popolarità, non promuoverà il tuo prodotto per te, solo se si tratta della sezione "articoli popolari", gli utenti lo notano e acquistano. Altrimenti è davvero facile perdersi tra più di diecimila plugin.

Consideriamo se sia davvero nella prima pagina dove si concentra la maggior parte degli acquirenti. Se sei un autore non esclusivo su CodeCanyon, la tua quota sarà del 12,5%-37,5% del prezzo del prodotto e aumenterà in base alla quantità di prodotti che vendi. Grande! Ma guardiamo l'altra faccia della medaglia.

Non puoi impostare i prezzi.

I ragazzi dietro Envato esaminano il tuo codice (un buon modo per ricevere feedback sul tuo articolo) e impostano il prezzo per il tuo plug-in in base ai loro pensieri e tu non hai nulla a che fare con questo. C'è anche inutile dire che sei impossibile cambiare la loro decisione.

Se vendi come autore esclusivo, la tua commissione sarà del 55% del prezzo dell'articolo, a volte può arrivare fino al 70%. Più copie vendi, maggiore sarà la percentuale che otterrai. Vendere in modo non esclusivo significa anche che puoi commercializzare il tuo prodotto tramite il sito web personale. Quindi è facile confrontare il profitto da queste due fonti.

La decisione di essere un autore esclusivo o non esclusivo dipende anche da come vuoi che il tuo prodotto funzioni per te. Se hai poco tempo da dedicare al tuo plugin, sarà meglio posizionarlo sul mercato e rimanere esclusivo.

Se il tuo prodotto WordPress ti porta il reddito principale è meglio spargerne la voce su molti altri marketplace e siti Web, utilizzare il programma di affiliazione e in tal modo ottenere un "bacino di utenza" più ampio.

Suggerimento bonus 🙂

Il repository WordPress.org è ottimo per testare l'idea e presentare il tuo plugin alla comunità di WordPress. Metti la versione base/lite che risolve solo la parte dell'area problematica su wordpress.org e aggiungi il link alla versione Pro che si trova sul tuo sito. Ti porterà sicuramente un buon traffico e parlerà agli utenti del tuo plugin.

Conclusione

Se lavori con WordPress per vivere, è importante costruire la tua reputazione, influenzare e pubblicizzarti come esperto nella tua nicchia (plugin di WordPress). Tutto ciò è possibile solo producendo ottimi prodotti e vendendoli. Dipende solo da te quale fonte scegliere per distribuire il tuo plugin. Puoi utilizzare la base di traffico esistente del mercato oppure puoi creare la consapevolezza del tuo marchio e vendere tramite il tuo sito. Puoi persino iniziare a vendere sul mercato e poi portare via il tuo articolo e andare per la vendita indipendente.

Dove preferisci vendere i tuoi plugin WordPress? Condividi i tuoi pensieri e la tua esperienza nella sezione dei commenti.

Fonte di registrazione: instantshift.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More