I 10 eventi di corsa più difficili al mondo

0

Che si tratti di distese apparentemente infinite, caldo torrido o freddo spietato, seguire i dieci eventi di corsa più difficili del mondo è una sfida assoluta per ogni corridore.

In questa classifica degli eventi di corsa più difficili al mondo, tuttavia, per una migliore comparabilità vengono considerati solo i singoli eventi. I primi dieci posti nell’elenco degli eventi si svolgono solo ogni anno. I criteri per l’inserimento nella Top Ten sono stati oltre alla regolarità dell’evento soprattutto la distanza gestibile, le condizioni meteorologiche, il profilo stradale e le esigenze mentali associate ad ogni corsa.

1 Yukon Arctic Ultra

Autosufficiente su neve e ghiaccio

Nell’angolo nord-occidentale del Canada, non lontano dal circolo polare artico, si trova il territorio dello Yukon. Ogni anno a febbraio, riunisce alcuni irriducibili per affrontare la neve e il ghiaccio e percorrere i 700 chilometri da Whitehorse a Dawson City.

Temperature di meno 40 gradi Celsius o meno (record: meno 60 gradi Celsius, 2007), mettono i corridori in cumuli di neve e tempeste di neve.

La gara si svolge in modalità non-stop e ai partecipanti vengono riforniti di cibo e bevande solo ai posti di blocco.

Oltre alla corsa puoi completare lo Yukon Arctic Ultra opzionalmente anche in mountain bike e sci di fondo, il che in realtà rende le cose un po ‘più complicate.

2 Badwater Ultra

Prossima tappa: Valley of Death

Dal ghiaccio al caldo della Death Valley nel deserto del Mojave della California, uno dei luoghi più aridi del mondo. Di conseguenza, si chiama "Valle della morte" ed è giusto che sia così.

È così ovvio che anche in questo luogo inospitale ogni anno a luglio viene organizzato un ultra-running. Quando si tratta di Badwater a temperature di circa 50 gradi Celsius per 220 chilometri attraverso il deserto, non è un lavoro facile.

Siccità e caldo sono i compagni costanti dei corridori dalla partenza a Badwater (85 metri sotto il livello del mare) fino all’arrivo sul Monte Whitney (2.530 metri sul livello del mare).

I costi di partecipazione si aggirano intorno ai 1000 dollari. Questo requisito è abbastanza ragionevole, perché Badwater Ultra è dopo 60 ore dalla destinazione finale. Il record di percorso è di 22 ore e 51 minuti, corrispondenti a una media di poco inferiore ai 10 km / h.

3 L’ultimo deserto – Antartide

Fino ai confini della terra

L’ Antartide è probabilmente la serie più difficile della serie "Racing the Planet". Questa gara è una serie di gare oltre al passaggio attraverso le gelide distese dell’Antartide, tre ulteriori traversate annuali nel deserto: Atacama, Gobi e Sahara. Inoltre, un quinto viene eseguito in luoghi diversi ogni anno.

L’evento che si svolge a novembre in Antartide è praticamente il finale di stagione della serie. I partecipanti pagano una quota di iscrizione di quasi 4000 dollari.

I partecipanti hanno tutte le loro attrezzature e il loro supporto durante le disposizioni stesse. Ai checkpoint vengono fornite solo bevande (calde).

Il più grande nemico dello starter è il freddo – anche se a novembre nell’emisfero meridionale in realtà prevale l’estate, ma questo porta il ghiaccio eterno solo un po ‘più di luminosità.

4 Marathon des Sables

Nient’altro che sabbia

Ogni anno nel Sahara marocchino ad aprile la Marathon des Sables è un vero e proprio evento tradizionale. Questa competizione si tiene dal 1986.

A proposito, il nome "Marathon" è un chiaro eufemismo. Infatti, sono disponibili percorsi che cambiano ogni anno e cioè circa 230 km in programma, che devono essere completati in sei tappe in sette giorni.

La sfida più grande è un tratto estremamente lungo di circa 80 chilometri di lunghezza, per il quale i partecipanti hanno un massimo di 40 ore di tempo e che quando le condizioni esterne sono di 40 gradi Celsius durante il giorno e le temperature parzialmente solo 5 gradi Celsius di notte .

Per equipaggiare ogni antipasto, viene fornito un equipaggiamento di sopravvivenza minimalista (sacco a pelo, kit per morso di serpente, cibo), che deve sempre portare con sé.

5 marzo del Gobi

La Cina dalla sua pagina più solitaria

La marcia del Gobi che si tiene ogni anno a giugno è anche uno degli eventi della serie "Racing the Planet". Di conseguenza, i dati di base includono: 250 km in sei tappe, sette giorni, quota di iscrizione di 4000 dollari circa.

Con più di 45 gradi Celsius, attraversa una delle regioni più desolate del mondo. Anche dove un tempo correvano lungo i fiumi, i partecipanti possono aspettarsi solo siccità.

L’edizione della Marcia del Gobi del 2011 è iniziata durante la depressione di Turpan nel nord-ovest della Cina. Questa è la terza più bassa al mondo (155 metri sotto il livello del mare). Solo il Mar Morto e il Mar di Galilea in Israele sono ancora più profondi.

Il tempo di vittoria previsto è solitamente inferiore a 24 ore nette, il che significa una media di oltre 10 km / h nella sabbia profonda del deserto.

6 Incrocio di Atacama

Dry Race

La serie "Racing the Planet" include anche la corsa attraverso il deserto di Atacama in Cile. Si svolge ogni anno a marzo. I partecipanti percorrono circa 250 km in sei tappe, sette giorni attraverso la zona più arida del mondo.

Le temperature massime non sono un grosso problema nell’Atacama Crossing. A causa della posizione (influenza della fresca corrente di Humboldt) il mercurio sale in questo deserto a malapena oltre i 30 gradi Celsius.

7 Deserto del Sahara

Sulle orme dei Faraoni

L’ultimo rappresentante della serie "Racing the Planet" è classificato settimo nella nostra lista degli eventi di corsa più difficili del mondo. Il deserto del Sahara viene presentato ogni anno a ottobre nella parte egiziana del Sahara.

Delle quattro gare regolari disputate in questa serie, questa probabilmente ha il maggior fascino – almeno converte il percorso sulle orme dei Faraoni e passa per diversi siti archeologici.

La gara è lunga 250 km e suddivisa in sei tappe di cui sette giorni cade nella Valle delle Balene (Wadi al-Hitan), una località di balene, squali e fossili di corallo nel deserto oggi.

Ciò significa almeno un po ‘di varietà, ma in seguito i corridori devono affrontare temperature massime di circa 50 gradi Celsius per cimentarsi nella sabbia profonda e rovente.

8 Maratona della giungla

Pieno di umidità

All’ottavo posto troviamo il primo evento di corsa che non si svolge né nel deserto né nel ghiaccio: la Jungle Marathon si svolge ogni anno ad ottobre nella foresta pluviale brasiliana.

Con un’umidità estremamente alta e un caldo intenso, i partecipanti devono combattere attraverso i sentieri nella giungla.

Per completare 200 km in sei tappe in sette giorni, la tappa regina è lunga 80 chilometri, motivo per cui i partecipanti cercano di coprirla durante le notti.

La gara inizia con il percorso completo segnato con nastro adesivo colorato e il palco notturno è illuminato.

9 Ultra Trail Mont Blanc

Un giro nel triangolo

L’evento podistico europeo più duro si tiene ogni anno ad agosto nel triangolo di confine tra Francia, Svizzera e Italia. Punto di partenza e di arrivo del percorso lungo 166 km intorno al tetto d’ Europa – Mont Blanc, che è l’ex città olimpica di Chamonix nelle Alpi francesi.

L’Ultra Trail Mont Blanc, sta avendo una temperatura abbastanza piacevole sulle Alpi in agosto, per questo motivo l’abbiamo presentato in fondo alla nostra lista sotto il livello di difficoltà.

Chi vuole partecipare all’Ultra Trail Mont Blanc, deve qualificarsi a diverse competizioni in anticipo.

10 Spartathlon

Sulle orme degli antichi greci

Lo Spartathlon, un evento davvero tradizionale, è una corsa da Atene a Sparta di circa 246 km.

Uno degli storici greci Erodoto (V secolo a.C.) riteneva che il messaggero Feidippide nel 490 a.C. durante le guerre persiane fosse stato inviato dagli Ateniesi a Sparta per chiedere il loro sostegno per l’imminente battaglia di Maratona.

La durata è di 36 ore. Il record del percorso è di 20 ore, che corrisponde ad una velocità media di circa 12 km / h. Pertanto, lo spartathlon è l’evento di corsa più veloce in questa classifica.

Tuttavia, questa velocità relativamente alta è anche correlata al profilo del percorso relativamente moderato e alle temperature abbastanza tollerabili lungo – due fattori che hanno impedito il suo posizionamento più alto nella nostra lista.

Fonte di registrazione: wonderslist.com

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More