Fatti vedere – Attrarre reclutatori con il profilo LinkedIn ideale

10

Mentre ci sistemiamo in questa nuova era di distanziamento sociale, riunioni Zoom e lavoro in pigiama e altri, vale la pena abbellire la tua presenza online, ovvero il tuo curriculum digitale.

Per qualsiasi professionista (dentro o fuori dal mercato del lavoro), ciò significa modificare il proprio profilo LinkedIn per renderlo il più potente possibile. Perché ammettiamolo, nell'era (post) Covid in cui viviamo, piattaforme come LinkedIn sono più importanti che mai.

Tenendo presente questo, abbiamo setacciato Internet (e le risposte lasciate su Quora dai consulenti del lavoro) per trovare le tattiche più efficaci che puoi utilizzare per assicurarti che il tuo profilo lasci una prima impressione positiva su qualsiasi cacciatore di teste/datore di lavoro su LinkedIn.

Rendilo incisivo
  • Crea un titolo accattivante: lo capiamo. È più facile a dirsi che a farsi, il che è un motivo in più per assumere scrittori di profili LinkedIn che possono fare tutto il lavoro pesante per te, quindi tutto ciò che ti resta da fare è apparire fantastico (e degno di un impiego) sul tuo profilo LinkedIn. Ricorda, il profilo che utilizza poco il titolo è cattivo. Sii breve (rispetta il tempo del lettore), cerca di essere creativo o di classe (i tuoi lettori lo apprezzeranno) e usa parole chiave (quelle pertinenti).
  • Crea un ottimo riepilogo: se il titolo di LinkedIn urla "guardami", il riepilogo dovrebbe spiegare al lettore perché. Entra nei dettagli, ostenta le tue capacità, esperienza, motivazione e, cosa più importante di tutte, i tuoi risultati.
  • Richiedi approvazioni – Se ciò che si frappone tra te e quel lavoro da sogno è solo un'approvazione (o due) dalle tue connessioni LI, allora ti suggeriamo di contattare e ottenere tali approvazioni. In effetti, più approvazioni ottieni dalle autorità nella nicchia a cui sei connesso, più credibilità viene attribuita al tuo profilo LI e maggiori sono le tue possibilità di essere assunto.
  • Dì "No" allo spam: a nessuno piace lo spam (nemmeno in una lattina) e LinkedIn ha molto da fare, quindi salvalo. Ogni volta che pubblichi un commento o raccomandi/mi piace qualcosa di un collega in cerca di lavoro su LinkedIn, fallo contare. Se hai qualcosa di valore da discutere con qualcuno sulla rete, contatta ma non essere spam.
Fare rumore

Con il modo in cui le cose sono andate ultimamente (distanza sociale, lavoro da casa e tutto il resto), è sicuro affermare che LinkedIn controlla la maggior parte del gioco del reclutamento, con molti reclutatori che lo utilizzano come piattaforma personale di caccia alle teste. In breve, se LinkedIn fosse un motore di ricerca, devi creare quel dolce contenuto SEO ricco di parole chiave che induca gli altri a prestare attenzione al prodotto che stai vendendo: te stesso.

È vero che non basta avere solo un profilo LinkedIn. Ottimizzare il tuo profilo, le connessioni personali e la rilevanza del settore sono tutti fattori importanti che aiutano l'algoritmo di LinkedIn a riconoscerti dai magri circa 500 milioni di utenti attivi mensili sulla piattaforma.

  • Metti in mostra le tue abilità: le tue abilità sono come hashtag che indirizzano lo spettatore a ciò che vuoi che veda. In breve, mostrare le tue capacità sul tuo profilo LinkedIn è importante. Inoltre, hai dedicato molto tempo e impegno all'apprendimento di queste abilità, quindi che si tratti del seminario di sviluppo della leadership a cui hai preso parte o di una lingua straniera, non dimenticare di includerlo nel tuo profilo LinkedIn.
  • Connessioni personali: il passaparola è una buona cosa, sia nel mondo offline che online. Una volta creato il tuo profilo su LinkedIn, assicurati di condividerlo con familiari, amici, colleghi presenti e passati e persino conoscenti (più sono, meglio è). L'idea è di ottenere quel numero di "connessioni" il più alto possibile, il che non farà che aumentare la credibilità del tuo profilo LI. Ad esempio, se sei connesso al tuo amico Eugene, e lui è connesso a Zuckerberg o Jack Dorsey, allora il tuo profilo LI ha maggiori possibilità di essere trovato (scusa, Eugene). In una nota a margine, LinkedIn ha limitato quel numero a 30.000 connessioni di primo grado, quindi non c'è bisogno di preoccuparsi di raggiungere il limite massimo. Più di 500 connessioni e sei a posto.
  • Rilevanza: la pertinenza è la chiave per aiutarti a farti notare su LinkedIn o ovunque. Se hai sentito parlare di Google, sai che il suo algoritmo di ricerca è alimentato da una metrica chiave nota come autorità di dominio. Questa è la misura dell'autorità di un sito Web rispetto ai suoi pari. Devi pensare al tuo profilo LinkedIn esattamente allo stesso modo.

    • Cosa ti rende diverso/migliore?
    • Quali sono le tue capacità/esperienze?
    • Qual è il tuo USP?

    Ciò significa molto di più che avere la tua presenza su LinkedIn riconosciuta dai tuoi colleghi, ma devi condividere, commentare, unirti a gruppi e apprezzare i post che significano qualcosa per te o, meglio ancora, avviare un blog. Sebbene LinkedIn possa essere utilizzato come curriculum digitale, è anche una piattaforma di contenuti. Quindi, crea, condividi, risciacqua e ripeti.

Puoi fare quel rumore proverbiale facendo buon uso di queste tre tattiche per il tuo profilo LinkedIn.

Guardare la parte

Superficiale? Forse. Accettabile? Assolutamente. Non fare errori; nel mondo aziendale, e in particolare su LinkedIn, i libri vengono giudicati dalle copertine. Quindi, assicurati di sembrare la parte, altrimenti è più probabile che Eugene in fondo al corridoio riceva quella chiamata da un datore di lavoro più velocemente di te. Per essere onesti, quell'abito a tre pezzi e il taglio di capelli da $ 300 incantesimi sofisticati. Buon lavoro, Eugenio!

  • Nessuna foto più vecchia di sei mesi – Il punto è scegliere una foto per il tuo profilo LinkedIn che ti assomigli. No, non quello del tuo primo anno al college. Più recente è, meglio è.
  • Scegli un'immagine ad alta risoluzione – Preferibilmente, usa un'immagine ad alta risoluzione che sia stata scattata professionalmente (niente selfie. Cosa sei? Una modella di Instagram?).
  • Sii l'unica persona nella foto – Questo significa niente foto di gruppo. Vuoi davvero che il tuo potenziale datore di lavoro indovini chi sei tu?
  • Scegli l'espressione giusta – Inoltre, è meglio mantenere le cose semplici. Ricorda che non sei James Bond, quindi taglia lo sguardo ardente.
  • Non distrarre lo spettatore – E cerca di evitare di distrarre lo spettatore con foto scattate con persone, laghi, fiumi, animali selvatici, canyon, (o il nostro preferito – scollatura) mentre ci sei.
  • Aspetto presentabile – E, cosa più importante di tutte, se non fossi abbastanza intelligente da investire in quel completo a tre pezzi come Eugene, indossa quello che faresti per lavorare prima del Covid.
Metti tutto là fuori

Un potenziale datore di lavoro che sta esaminando LinkedIn sarà interessato a sapere qualcosa su di te prima di andare avanti e contattarti. Questo è il motivo per cui le persone in cerca di lavoro dovrebbero sempre assicurarsi di aver completato la loro storia lavorativa in modo che i potenziali datori di lavoro trovino le informazioni di cui hanno bisogno per fare il passo successivo.

Dal momento che lasciare vuota la sezione della storia dell'occupazione comporterà solo che il datore di lavoro guardi altrove, è meglio assicurarsi che includa informazioni accurate.

Inizia con le date dei lavori che hai svolto e includi le date in cui hai lasciato tali lavori. Puoi anche includere parole chiave pertinenti nei titoli di lavoro per renderli più SEO-friendly (o LinkedIn friendly in questo caso). Quando includi la tua storia lavorativa, è essenziale ricordare di non limitarsi a tagliare e incollare l'intero curriculum; piuttosto, dovresti fare buon uso dello spazio offerto da LinkedIn e completare le informazioni su ogni lavoro.

La descrizione di ogni lavoro è importante. Non lasciare solo punti elenco dei lavori che hai svolto in passato. Descrivi ogni lavoro e non dimenticare di includere i tuoi risultati in ciascuna di queste posizioni. Quando si tratta di includere la storia lavorativa su LinkedIn, sii molto specifico. Questo è l'unico modo per attirare i datori di lavoro sulla piattaforma invece di non condividere alcuna informazione sul tuo impiego passato, il che farebbe supporre ad alcuni potenziali datori di lavoro che sei stato licenziato.

Completa ogni sezione

Quando scegli di condividere la tua esperienza su LinkedIn, sii accurato e completa tutte le altre sezioni che LinkedIn offre nella schermata di creazione del profilo. Queste sezioni chiave includono la tua istruzione, i progetti su cui hai lavorato, le lingue che parli fluentemente, le attività di volontariato, ecc. Ricorda, più condividi la tua carriera professionale su LinkedIn, maggiori saranno le tue possibilità di attrarre il giusto datori di lavoro.

Inoltre, includere più informazioni su di te sulla piattaforma e aggiungere le parole chiave pertinenti significherà solo una maggiore possibilità che un datore di lavoro si imbatta nel tuo profilo LinkedIn perché stava cercando parole chiave simili. Allora, cos'hai da perdere? Inoltre, quando provi a completare ogni sezione, cerca di non vantarti e sicuramente non mentire su nulla sul tuo profilo LinkedIn.

Suggerimenti aggiuntivi
  • L'esperienza è più del 9 to 5 Grind – Molte persone commettono l'errore da principiante di concentrarsi solo sulla loro esperienza lavorativa, che occupa la maggior parte dello spazio del loro profilo LinkedIn. Sebbene sia fantastico, devi includere anche l'esperienza che hai raccolto in altre aree della tua vita. Ciò significa includere qualsiasi cosa diversa da ciò che hai fatto sul posto di lavoro. Come in, il volontariato, i tirocini e la partecipazione a webinar, workshop e simili, dovrebbero essere tutti inclusi nel tuo profilo LI.
  • Raggiungi: chiedi ai tuoi contatti e ad altri che sono già in LI se possono approvare i tuoi risultati o la tua partecipazione a eventi o sul posto di lavoro. Ricorda, ottenere approvazioni su LI è una convalida sotto forma di raccomandazioni.
  • Non essere misterioso: lo scopo principale di essere su LinkedIn è attrarre datori di lavoro, quindi perché dovresti nasconderti dietro un muro di sicurezza? Per assicurarti che i potenziali datori di lavoro vedano quanto più possibile del tuo profilo LI, devi eliminare o almeno diminuire le impostazioni sulla privacy. Inoltre, assicurati che coloro con cui sei attivamente connesso siano in grado di contattarti facilmente. E qui arriva l'ultimo consiglio.
  • Mantieni aggiornato il tuo profilo LI: assicurarti che il tuo profilo LinkedIn sia aggiornato renderà più facile per coloro con cui sei già connesso, potenziali datori di lavoro e altre persone che la pensano allo stesso modo contattarti, senza essere indirizzato all'account AOL di cui hai dimenticato la password 10 anni fa.
Nota finale

Grazie a LinkedIn, i giorni in cui si facevano i salti mortali e si chiedeva a un amico di un amico un colloquio di lavoro sono ormai lontani.

LinkedIn ti ha permesso di portare il tuo CV sulla scrivania dei migliori professionisti del settore e non devi nemmeno essere nello stesso paese per farlo. E tutto ciò che LinkedIn chiede è che tu continui ad aggiornare il tuo profilo per farlo risaltare sulla piattaforma.

Sebbene non ci siano regole ferree quando si tratta di creare un profilo LinkedIn, l'utilizzo dei suggerimenti di cui sopra dovrebbe aiutarti a ottenere un buon vantaggio mentre cerchi il lavoro dei tuoi sogni.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More