10 volte le persone hanno predetto il futuro: le previsioni più impressionanti

0

10 volte le persone hanno predetto il futuro:

10 Morgan Robertson predisse il disastro del Titanic

Nel 1898 l’autore Morgan Robertson pubblicò un romanzo intitolato "Futility, or the Wreck of the Titan". Raccontava la storia di un immaginario transatlantico, "Titan", che affonda nell’Oceano Atlantico settentrionale dopo aver colpito un iceberg. Suona familiare? Non sono sorpreso … quattordici anni dopo, gli eventi del libro di Robertson furono rispecchiati quasi esattamente con l’ affondamento del 1912 dell’RMS Titanic, che ha visto morire 1.503 persone. In effetti l’elenco delle somiglianze tra il Titano immaginario e il Titanic reale è davvero ampio. Il Titano è stato descritto come una dimensione e una velocità simili a RMS Titanic, entrambi affondarono in aprile, entrambi persero più della metà dei passeggeri e dell’equipaggio, ed entrambi avevano un numero pericolosamente basso di scialuppe di salvataggio. Ciò che è particolarmente intrigante è il fatto che Robertson ha scritto il libro prima ancora che il Titanic fosse stato concettualizzato. Allora come ha fatto a prevedere il disastro così astutamente? Robertson ha negato le accuse di chiaroveggenza, protestando che le somiglianze erano solo il risultato della sua vasta conoscenza della costruzione navale e delle tendenze marittime.

9 HG Wells predisse la bomba atomica

Nel 1914 l’autore di ‘The Time Machine’ e ‘The War of the Worlds’ predisse atrocità che anche al culmine della seconda guerra mondiale la maggior parte delle persone non avrebbe osato immaginare potessero essere possibili: la distruzione delle città da parte della bomba atomica. Nel suo romanzo "The World Set Free", ha descritto una bomba a mano a base di uranio che "avrebbe continuato a esplodere indefinitamente". Per essere onesti, Wells sapeva un bel po ‘di elementi radioattivi, avendo letto in fisica atomica. Ma non aveva modo di sapere che sarebbe stato effettivamente possibile armare l’energia nucleare in futuro. Il Progetto Manhattan, che ha progettato la prima bomba atomica, non è iniziato fino a 28 anni dopo la pubblicazione del libro di Wells. Fu questo progetto che portò alla creazione di Little Boy e Fat Man, le bombe nucleari che furono sganciate su Hiroshima e Nagasaki, portando a una stima di 226.000 decessi.

8 Nikola Tesla predisse il Wi-Fi nel 1901


Spesso soprannominato "l’uomo che ha inventato il XX secolo", l’inventore e ingegnere serbo-americano Nikola Tesla è meglio conosciuto per il suo contributo allo sviluppo del moderno sistema di fornitura di elettricità.

In un’intervista del 1909 con il New York Times, Tesla ha discusso i suoi pensieri e le sue previsioni sul futuro della tecnologia. Ha detto: "Presto sarà possibile trasmettere messaggi wireless in tutto il mondo in modo così semplice che ogni individuo può trasportare e utilizzare il proprio apparecchio". Questa è un’affermazione incredibile che ha fatto in questo momento, poiché il primo telefono cellulare non è stato creato fino al 1973 e il Wi-Fi non è stato introdotto fino al 1991. Si potrebbe anche sostenere che Tesla aveva previsto l’invenzione di Skype e del video chiamando. Nel 1926 disse che "attraverso la televisione e la telefonia ci vedremo e ci ascolteremo perfettamente come se fossimo faccia a faccia, nonostante distanze intermedie di migliaia di miglia". Nel 2013 Tesla è stata commemorata con una statua a San Francisco che, in modo abbastanza appropriato, emette la connessione Wi-Fi gratuita per i visitatori. Questo è sicuramente quello che avrebbe voluto.

7 Robert Boyle predisse i trapianti di organi negli anni Sessanta del Cinquecento


Robert Boyle era uno scienziato straordinariamente influente, spesso conosciuto come il "padre della chimica moderna". È meglio conosciuto per la legge di Boyle – che parla del comportamento dei gas – e per il modo in cui ha usato esperimenti appropriati per testare le sue ipotesi, piuttosto che limitarsi a discuterle, che era la norma all’epoca. Tuttavia, è anche noto per essere molto più avanti dei suoi tempi. Negli anni Sessanta del Seicento fece una "lista dei desideri" per il futuro della scienza, annotando esplicitamente nel suo diario che – in futuro – la medicina vedrà "la cura delle malattie mediante trapianto", una nozione precedentemente impensata. Sicuramente nel 1954 – oltre 300 anni dopo la sconcertante previsione di Boyle – il dottor Joseph Murray e il dottor David Hume eseguirono il primo trapianto d’organo mai riuscito, trapiantando un rene. Oggigiorno questa stessa procedura viene utilizzata per salvare vite in tutto il mondo: nel 2014, Solo negli Stati Uniti sono stati effettuati 17.107 trapianti di rene. E questo non è tutto ciò che lo scienziato aveva previsto. Nella sua misteriosa "lista dei desideri", ha menzionato specificamente sottomarini, colture geneticamente modificate e droghe psichedeliche.

6 Edgar Cayce predisse l’incidente di Wall Street del 1929


Edgar Cayce era un mistico estremamente popolare nei primi anni ’20. Mentre era in trance, rispondeva a domande su tutto, dalle questioni personali alla politica nazionale, con i suoi clienti più noti tra cui Woodrow Wilson e Thomas Edison. Nel 1925 Cayce iniziò ad avvertire che il 1929 avrebbe visto l’inizio di una catastrofica depressione economica in America. Alcuni dei suoi clienti hanno ascoltato gli avvertimenti di Cayce e hanno ritirato i loro risparmi dalle banche. Come previsto da Cayce, nel 1929 la Borsa di New York crollò. 13 milioni di persone caddero nella disoccupazione ei prezzi delle azioni non tornarono alla normalità fino al 1954. Le profezie di Cayce non finirono qui. Nel 1938 predisse che gli archeologi avrebbero fatto una scoperta "nel ’68 o nel ’69" sotto "la melma dei secoli e l’acqua del mare vicino a Bimini" alle Bahamas, e questo avrebbe rappresentato il "sorgere di Atlantide". E sorpresa, sorpresa, nel 1968 fu scoperta la Bimini Road, una misteriosa formazione rocciosa sottomarina che alcuni sostengono faccia parte della leggendaria città perduta di Atlantide. Ha anche predetto accuratamente l’arrivo della propria morte. Il 1 gennaio 1945, ha detto che saremmo stati sepolti in altri quattro giorni. Fedele alla sua parola, è morto per un ictus il 3 gennaio.

5 Mark Twain predisse la propria morte


Nella sua autobiografia del 1909, l’icona letteraria americana Mark Twain fece una previsione inquietante: il momento della sua morte. Twain nacque il 30 novembre 1835, poco dopo che la cometa di Halley era entrata in visibilità dalla Terra, come ogni 75-76 anni. A 74 anni, Twain scrisse: "Sono arrivato con la cometa di Halley nel 1835. Arriverà di nuovo l’anno prossimo, e mi aspetto di uscire con essa". Sicuramente Twain morì il 21 aprile 1910, proprio il giorno dopo che la cometa apparve ancora una volta.

E questo non è l’unico modo in cui Twain ha profetizzato accuratamente il futuro. Nel 1898 l’autore scrisse un breve racconto di fantascienza intitolato "Dal" London Times "nel 1904", ambientato sei anni nel futuro di Twain. In esso descriveva un dispositivo chiamato "Telelettroscopio", che era "connesso ai sistemi telefonici del mondo" e rendeva "visibili a tutti le attività quotidiane del globo". E se siamo generosi – e lo siamo – allora potresti dire che questo significa che Twain ha predetto Internet 90 anni prima che Tim Berners-Lee lanciasse il World Wide Web.

4 Jules Verne predisse lo sbarco sulla luna


Un altro autore la cui narrativa si è rivelata estremamente accurata è Jules Verne, un romanziere francese del XIX secolo che ha scritto la classica storia d’avventura "Il giro del mondo in ottanta giorni". Nel 1865 scrisse un breve racconto di fantascienza intitolato "Dalla Terra alla Luna", che descriveva l’umanità che faceva il suo primo viaggio sulla luna. Certo, il 20 luglio 1969 Neil Armstrong fece "un balzo da gigante per l’umanità" e mise piede sulla superficie della luna, quasi un secolo dopo che Jules Verne lo aveva previsto.

Ma il semplice fatto che Verne abbia immaginato che un giorno il viaggio lunare potrebbe essere possibile non è l’unica cosa che rende la sua previsione degna di nota. C’erano somiglianze tra la vera missione Apollo e il viaggio compiuto in "Dalla Terra alla Luna", come il numero di astronauti a bordo e il fatto che entrambi i razzi siano stati lanciati dalla Florida. Tuttavia, la coincidenza più spaventosa è che Verne ha descritto gli astronauti provando una sensazione di assenza di gravità. Nel momento in cui ha scritto la storia, gli scienziati non sapevano che la gravità si comporta in modo diverso nello spazio, quindi non avrebbe potuto sapere in alcun modo per descriverlo.

3 Alexis De Tocqueville predisse la guerra fredda nel 1840


Negli anni Quaranta dell’Ottocento, l’America era stata indipendente dalla Gran Bretagna solo per poco più di 60 anni ed era un paese profondamente diviso dalla guerra civile. Inoltre, la Russia era ancora sotto la guida autocratica e gerarchica del regime zarista, quindi non ti saresti aspettato che queste due nazioni diventassero le due maggiori superpotenze che combattono per la supremazia mondiale poco più di un secolo dopo. Sembra strano, quindi, che lo scienziato politico francese Alexis de Tocqueville abbia predetto proprio questo nella sua pubblicazione del 1840: "Democracy in America". Scriveva: ‘Ora ci sono due grandi nazioni nel mondo che, partendo da punti diversi, sembrano avanzare verso lo stesso obiettivo: i russi e gli angloamericani … ognuno sembra chiamato da qualche segreto desiderio della Provvidenza un giorno a tenere nelle sue mani i destini di mezzo mondo ". Abbastanza sicuro,

2 Nostradamus predisse il grande incendio di Londra


Le profezie del 16 ° secolo del farmacista e veggente francese Michel de Nostredame sono leggendarie. Gli è stato attribuito il merito di aver predetto numerosi eventi mondiali importanti, anche quelli che si sono verificati oltre quattro secoli dopo la sua morte. Una delle più famose predizioni di Nostradamus riguardava il Grande Incendio di Londra, che consumò la città nel 1666 e distrusse le case di 70.000 degli 80.000 abitanti della città. Nel suo libro del 1555, "Les Propheties", scrisse: "Il sangue dei giusti mancherà a Londra, bruciato nell’incendio del ’66". Raccapricciante, vero?

Inoltre, si può sostenere che Nostradamus predisse la rivoluzione francese del 1789. Ha detto: "Dalla popolazione ridotta in schiavitù, canti, canti e richieste, mentre principi e signori e tenuti prigionieri nelle prigioni". Questo suona simile al modo in cui la maggioranza contadina oppressa si sollevò e arrestò l’aristocrazia francese durante la rivoluzione. Nostradamus parla anche di "idioti senza testa", che potrebbe essere in riferimento alle migliaia di persone giustiziate dalla ghigliottina durante il successivo Regno del Terrore, tra cui il re Luigi XVI e sua moglie Maria Antonietta. Tuttavia, devi prendere le previsioni di Nostradamus con un pizzico di sale. I suoi scritti erano così vasti che un interprete liberale poteva trovare previsioni per praticamente qualsiasi cosa volesse all’interno del suo lavoro.

1 Le previsioni di Leonardo Da Vinci


Scienziato, artista, matematico, musicista… ci sono pochi campi in cui il poliedrico rinascimentale Leonardo da Vinci non era un esperto. Ma era anche un profeta? I taccuini di Da Vinci, in cui registrò i suoi pensieri dalla metà del 1480 fino alla sua morte nel 1519, sono pieni di progetti per invenzioni e tecnologie che sono completamente fuori dal suo tempo. Non è corretto attribuire a Leonardo da Vinci l’invenzione di questi oggetti, poiché i suoi diagrammi non erano piani dettagliati di come avrebbero funzionato, ma più previsioni di invenzioni che potrebbero esistere. Ad esempio, ha elaborato progetti per un veicolo da guerra corazzato simile a un carro armato, oltre 400 anni prima che diventassero realtà.

Inoltre, da Vinci una volta disegnò un diagramma di un primo paracadute, 3 secoli prima del primo lancio con il paracadute eseguito da Andre-Jacques Garnerin nel 1797. Nel 2000 il paracadutista Adrian Nicholas testò un paracadute creato dai progetti di Leonardo, usandolo per saltare in sicurezza da una mongolfiera a 3.000 metri. Ha descritto la corsa come più fluida di un paracadute moderno, ma poiché pesava 9 volte più dei paracadute oggi, lo ha messo in pericolo di lesioni durante l’atterraggio.

Fonte di registrazione: wonderslist.com

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More