10 miti sul regno animale

0

La mente umana è sempre stata curiosa e fantasiosa, e ogni volta che non sono stati in grado di spiegare nessuno dei modi misteriosi della natura, hanno cercato di saziare la loro curiosità inventando le proprie spiegazioni e teorie. Anche se tali teorie immaginarie hanno spesso finito per essere lontane dalla verità, hanno attratto le persone e si sono spesso sviluppate in miti e leggende. Ci sono anche molte idee sbagliate e miti sul regno animale, poiché è pieno di creature curiose e delle loro strane abitudini. Diamo un’occhiata ad alcune di queste idee sbagliate:

I dieci miti principali sul regno animale:

1) Gli opossum pendono per la coda mentre dormono

È un’idea comune che gli opossum pendono a testa in giù dai rami degli alberi mentre dormono. Sebbene questi animali abbiano una coda abbastanza forte, la coda non è mai abbastanza forte da permettere a un opossum, in particolare un adulto, di restare appeso, e certamente non per dormire in quel modo. I giovani opossum potrebbero rimanere appesi per la coda, ma solo per pochi secondi. Pipistrelli e bradipi e alcuni tipi di uccelli sono le uniche creature che hanno l’abitudine di appendere a testa in giù.

2) Goldfish ha 3 secondi di memoria

All’essere umano fantasioso piace pensare che dotato di una scarsa memoria, un pesce rosso si sente come se fosse una nuova esperienza ogni volta che fa una nuotata nella sua ciotola, ma la verità sulla sua memoria è esattamente l’opposto. Gli studi dimostrano che i pesci rossi sono abbastanza intelligenti da conservare ricordi vecchi di tre mesi e possono essere insegnati a svolgere compiti complessi e persino ad aspettarsi il pranzo. Potrebbero essere brillanti come uccelli e persino alcuni mammiferi.

3) Il lombrico, tagliato a metà, diventa due

Potrebbe averti infastidito immaginare che ogni volta che un lombrico viene diviso a metà, due lombrichi completamente nuovi possono rigenerarsi da ciascuno dei pezzi, ma puoi liberarti di questa immagine tortuosa perché questo non è vero. Se un lombrico viene tagliato, il pezzo con la testa può ricrescere sul resto del corpo, ma la coda originale tagliata senza la testa morirà. Tuttavia, i vermi piatti planari possono sviluppare un intero essere anche dal più piccolo frammento.

4) Toccare un rospo può provocare verruche

I rospi sono noti per le loro caratteristiche verruche e la maggior parte delle persone sembra pensare che toccare queste verruche possa dare anche loro lo stesso. Ma questa non è altro che superstizione. Le verruche negli esseri umani sono causate da virus nel papillomavirus umano e i rospi non hanno nulla a che fare con questo. Ma la vera ragione per cui si dovrebbe evitare di toccare le verruche del rospo è che le protuberanze su alcuni rospi hanno ghiandole parotoidi che secernono veleno che causa irritazione.

5) I cammelli immagazzinano l’acqua nelle loro gobbe

La nave del deserto potrebbe essere in grado di navigare su grandi distese di sabbia senza acqua potabile per un massimo di 7 giorni, ma non è perché trasporta un serbatoio d’acqua all’interno della sua gobba. I loro globuli rossi sono ovali, il che aiuta a ridurre la disidratazione, mentre i reni e l’intestino sono abbastanza efficienti da trattenere l’acqua in modo tale che l’urina del cammello sia densa come sciroppo e le sue feci siano abbastanza secche da fungere da combustibile. La gobba è solo grasso che gli fornisce energia.

6) I tori reagiscono al colore rosso

I tori, come qualsiasi altro bestiame, sono daltonici e non possono distinguere il colore rosso. Quindi, l’idea che sia il rossore della stoffa che fa salire su di giri un toro durante una corrida e lo fa caricare al matador, è sbagliata. In realtà, è il movimento frenetico della cappa da parte del matador, insieme alla situazione minacciosa, che fa emergere una reazione così rabbiosa da parte del toro.

7) I serpenti ballano con la musica suonata dagli incantatori di serpenti

Uno degli spettacoli di strada più affascinanti in India che ha sempre spaventato il mondo è l’ atto dell’incantatore di serpenti di suonare musica rilassante con il suo flauto dal design strano e di far oscillare e danzare il serpente. L’unico problema nell’idea è che i serpenti possono solo sentire le vibrazioni, e non la musica o il suono come fanno gli umani. Quindi, certamente non sono incantati a ballare dalla musica magica. Il loro ondeggiamento è solo una reazione ai movimenti compiuti dall’incantatore di serpenti con il flauto.

8) Lo struzzo affonda la testa nella sabbia

C’è un detto comune: "seppellire la testa nella sabbia come uno struzzo ". Questo, insieme a innumerevoli film d’animazione, si basa sulla falsa idea che uno struzzo lo faccia di fronte al pericolo. Sono corridori veloci e potenti kicker, abilità che molto probabilmente li faranno superare qualsiasi situazione difficile. Ma la voce probabilmente è partita dall’abitudine dell’uccello di appoggiare la testa a terra nel tentativo di vedere correttamente o per nascondersi. Forse, il mito è stato avviato da qualche testimone sbagliato che, da lontano, pensava che la testa fosse sepolta nella sabbia, ma, in realtà, di certo non lo fa mai.

9) Miti sui pipistrelli

I pipistrelli sembrano essere uno degli animali più incompresinel mondo. Ci sono molte idee sbagliate su di loro. Le persone credono di essere abbastanza cieche da rimanere aggrovigliate tra i capelli, motivo per cui devono dipendere dagli impulsi sonori emessi da loro per rilevare l’ostruzione sul loro percorso. Al contrario, non ci sono pipistrelli ciechi e il sistema sonar è abbastanza sofisticato da aiutarli a identificare ed evitare ostacoli sottili come un capello, eliminando così la possibilità che un pipistrello si aggrovigli tra i capelli. Si crede anche che siano mostri succhiasangue con una brama di sangue umano, quando, in realtà, la maggior parte di loro si nutre di frutta, insetti o piccoli vertebrati, a seconda della loro specie. Solo i pipistrelli vampiri vivono di sangue, che leccano dopo aver bucato la pelle degli animali. Certamente non succhiano sangue e, sicuramente, non dagli umani.

10) Miti sui Lemming

I miti sui lemming sono i più leggendari e duraturi. Uno dei miti più comuni sui lemming è che commettono un suicidio di massa, e questa non è nemmeno la voce più ridicola su queste creature. Negli anni ’30, un geografo di Strasburgo chiamato Zeigler propose che i lemming cadessero dal cielo durante le tempeste e quando l’erba primaverile iniziò a germogliare, causò un’estinzione di massa delle creature. I lemming sono in realtà animali migratori e il loro processo di migrazione può includere il salto dalla scogliera nell’acqua del fiume per attraversarla a nuoto verso un nuovo habitat. Nuotare su lunghe distanze potrebbe causare stanchezza e persino la morte, provocando così il declino della loro popolazione a volte.

Tutti gli animali hanno i loro modi misteriosi, ma gli umani affascinati inventano storie che rendono il regno animale ancora più sfuggente e affascinante.

Fonte di registrazione: wonderslist.com

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More