Spotify inizia a rimuovere la musica di Neil Young in mezzo alla discussione sulla “disinformazione sui vaccini” di Joe Rogan

0

Una patata bollente: nella battaglia tra Neil Young e Joe Rogan, sembra che quest’ultimo sia uscito in testa. Young all’inizio di questa settimana ha avvertito Spotify che se non avesse abbandonato i podcast di Rogan, il cantante voleva che la sua musica fosse rimossa dalla piattaforma: ha realizzato il suo desiderio.

Young ha scritto una lettera aperta al suo manager Frank Gironda e a Tom Corson, co-presidente e direttore operativo della Warner Records, martedì. Parte della lettera, che menzionava Rogan in modo specifico, recitava: "Lo sto facendo perché Spotify sta diffondendo false informazioni sui vaccini, causando potenzialmente la morte di coloro che credono che la disinformazione venga diffusa da loro. Per favore, agisci su questo immediatamente oggi e tienimi informato del calendario".

"Loro [Spotify] possono avere Rogan o Young. Non entrambi", ha avvertito la lettera ora cancellata.

Ci sono voluti due giorni prima che Spotify scegliesse tra i due uomini. Neil Young potrebbe godere dello status di leggenda grazie a una carriera che risale agli anni ’60, a diversi Grammy Awards e ad essere stato inserito due volte nella Rock and Roll Hall of Fame. Ma la Joe Rogan Experience attira circa 11 milioni di ascoltatori per episodio, rendendolo il podcast più grande del mondo, e il servizio di streaming musicale ha pagato oltre $ 100 milioni per portarlo su Spotify nel 2020, dove è presto diventato uno spettacolo esclusivo. Tutto ciò probabilmente ha reso molto più facile la sua decisione di schierarsi con Rogan.

"Vogliamo che tutti i contenuti musicali e audio del mondo siano disponibili per gli utenti di Spotify. Da ciò deriva una grande responsabilità nel bilanciare sia la sicurezza per gli ascoltatori che la libertà per i creatori", ha detto un portavoce di Spotify all’Hollywood Reporter, aggiungendo che la società ha rimosso oltre 20.000 Episodi di podcast legati al Covid dall’inizio della pandemia.

"Ci rammarichiamo per la decisione di Neil di rimuovere la sua musica da Spotify, ma speriamo di dargli il benvenuto presto".

Young ha detto in una lettera di follow-up che mentre Spotify rappresentava il 60% delle sue entrate di streaming a livello globale, pari a "un’enorme perdita da assorbire per la [sua] casa discografica", voleva che la sua musica fosse rimossa perché "non poteva continuare a supportare la vita di Spotify minacciando disinformazione al pubblico amante della musica".

Un episodio del JRE in cui Rogan ha ospitato Robert Malone, un virologo coinvolto nello sviluppo della tecnologia del vaccino mRNA che è stato sospeso da Twitter per aver diffuso disinformazione e teorie del complotto su Covid-19, ha portato 270 professionisti medici a scrivere una lettera aperta a Spotify chiedendolo per "mitigare la diffusione della disinformazione sulla sua piattaforma".

Immagine masthead: Ross

Fonte di registrazione: www.techspot.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More