Siamo schiavi del mondo digitale? – Trovare la risposta

12

Pensi che la tecnologia sia stata inizialmente introdotta per migliorare le nostre vite, ma che segretamente abbia preso il sopravvento sulle nostre vite? La verità è che ora possiamo essere definiti schiavi della tecnologia. La domanda è come è potuto accadere in primo luogo.

Inizialmente, la tecnologia è stata introdotta per spostare le nostre vite in avanti. Non c'è dubbio sul fatto che la tecnologia ci permetta di essere più veloci e intelligenti. Tutti amiamo accedere a questo meraviglioso mondo di informazioni in pochi secondi.

La tecnologia ci ha dato accesso a un flusso di informazioni e non c'è da stupirsi che possiamo ricordare queste informazioni sulla punta delle dita. Ci collega sicuramente al vasto mondo e promuove l'elemento dell'efficienza, quindi dove abbiamo sbagliato?

Ebbene, questa tecnologia ci ha attirato al limite che il suo utilizzo è diventato un'esperienza che crea dipendenza per la maggior parte di noi e non riusciamo proprio a pensare oltre. Per comprendere meglio questo elemento di schiavitù proviamo a visualizzare l'intero scenario.

Visualizzare la schiavitù nei confronti di questo allettante mondo digitale

La parte interessante è che la maggior parte di noi ogni tanto vede questa schiavitù digitale. Tuttavia, ignoriamo semplicemente quando assistiamo a uno spettacolo del genere. Di solito, questi schiavi del mondo digitale sono rinchiusi in un angolo piuttosto buio e silenzioso e i loro occhi guizzano sempre intorno allo schermo del computer.

Queste persone sono così sopraffatte dalla loro dipendenza che non hanno idea di quanto tempo sono state sedute davanti allo schermo del computer. In effetti ogni famiglia ha uno di questi individui che scatta quando viene interrotto mentre guarda le notizie sulle celebrità o qualsiasi altro portale web preferito di sua scelta.

Questi schiavi digitali in realtà dimenticano cosa sia la vita reale. Le persone che utilizzano i propri laptop o gadget 24 ore su 24, 7 giorni su 7, sperimentano un cambiamento importante nel loro stile di vita. La loro mente diventa predisposta per questo stile di vita.

Il problema più grande è che le persone che spesso finiscono per abusare della tecnologia sono studenti delle scuole o giovani adolescenti che dimenticano il fatto che giocare e interagire con il mondo è anche un bisogno essenziale del tempo.

Ciò che la maggior parte dei genitori ignora è che la tecnologia che apparentemente sembra avere così tanti vantaggi sta uccidendo la naturale capacità di sviluppo della mente. Ad esempio, noterai spesso che le persone che vivono in isolamento e combattono con la loro dipendenza dal computer non riescono a eguagliare le capacità degli altri quando si tratta di vita pratica.

Le persone che vivono in isolamento potrebbero non essere in grado di raggiungere i luoghi in tempo a causa delle deboli capacità di navigazione. Il vero motivo è che difficilmente escono di casa. Queste persone di solito sono ansiose anche quando escono di casa.

Il motivo è che la loro mente è preoccupata dal pensiero che stia accadendo qualcosa di eccitante sui social media e gli mancano terribilmente quegli eventi. Di conseguenza non riescono a concentrarsi su ciò che sta accadendo intorno a loro.

La citazione di Tom Clancy definisce perfettamente questa situazione:

"Una cosa era usare i computer come strumento, un'altra era lasciare che pensassero per te."

Ciò significa che da qualche parte stiamo abusando della tecnologia e siamo responsabili della nostra stessa schiavitù. Se guardiamo ai fatti, allora la verità è che le piattaforme di social media come Twitter e Facebook sono le piattaforme più utilizzate. Secondo i record del 2017, Facebook ha oltre 2 miliardi di utenti attivi.

Whatsapp è al secondo posto nella corsa e YouTube ha circa 1,5 miliardi di utenti attivi. Ora, possiamo ben gestire che questa dipendenza dal mondo digitale sia destinata ad aumentare con tutto l'entusiasmo che queste piattaforme hanno da offrire.

Come il mondo digitale ha sopraffatto le nostre vite

Ciò di cui la maggior parte di noi non è a conoscenza è che stiamo compromettendo l'elemento di sicurezza quando utilizziamo queste piattaforme di social media, ma in qualche modo siamo semplicemente agganciati alle piattaforme e non possiamo lasciarle andare.

Nella maggior parte dei casi le piattaforme di social media hanno accesso a dati e immagini. Non abbiamo idea di come vengano utilizzate queste informazioni. Questa in particolare è una situazione allarmante. La nostra privacy viene invasa usando diversi trucchi psicologici e tutto questo accade senza il nostro consenso.

La parte terribile è che stiamo tutti diventando una razza di isolamento che soffre di diversi problemi di salute come mal di schiena, vista debole e dolori articolari. Il motivo è che abbiamo detto addio al mondo reale.

Ciò che apparentemente sembra abbastanza chiaro è che questa schiavitù digitale è destinata ad aumentare nel prossimo futuro. Molti giganti della tecnologia hanno nuovi piani nella manica. Ad esempio, Uber, Google e Apple stanno già lavorando su programmi informatici automatizzati che avranno la capacità di modificare la base di codice e alterare completamente le funzioni.

Ciò significa che ora possiamo aspettarci servitori robot anche nel prossimo futuro. Sebbene tutte queste idee sembrino piuttosto eccitanti, la bellezza della vita normale e naturale rimarrà intatta con questi cambiamenti. La risposta è sicuramente no in questa situazione.

La più grande minaccia è che se queste macchine vengono lasciate incustodite, possono sicuramente diventare un incubo in questa situazione, ma sembra che abbiamo chiuso gli occhi sulla realtà. Siamo solo ansiosi di esaminare i vantaggi della tecnologia ed è per questo che la minaccia rappresenta una minaccia maggiore per noi.

È un dato di fatto che non possiamo fare a meno dei gadget e la tecnologia è un disperato bisogno del tempo. Tuttavia, dobbiamo escogitare modi intelligenti per utilizzare questa tecnologia in modo appropriato in modo da non dover subire perdite.

Come sfuggire alla schiavitù digitale

Dobbiamo apportare seri cambiamenti nella nostra vita se siamo desiderosi di sfuggire alla schiavitù digitale. Tutto questo sembra difficile ma non è certo impossibile. Ci limitiamo ad elencare alcuni cambiamenti che possiamo introdurre nella nostra vita per combattere questa schiavitù.

Credi e segui il concetto di contatto faccia a faccia

Hai notato che abbiamo sviluppato questa abitudine di inviare email a persone che si trovano nelle nostre vicinanze? Bene, dobbiamo eliminare la dipendenza da questa attività robotica. È ora che ti prepari a dimostrare le tue capacità comunicative parlando faccia a faccia con le persone.

Questo può sembrare difficile inizialmente, ma non è certo uno sforzo impossibile. Ricorda che potresti essere in grado di creare circa 100 e-mail efficaci, ma una persona che impiega del tempo costruttivo per comunicare con il capo ha ancora maggiori possibilità di una promozione.

Impara a mettere giù lo smartphone

Non permettere mai che il tuo smartphone diventi la tua ancora di salvezza. Questa pratica ti gioverà sicuramente a lungo termine. Quando fai uscite sociali con i tuoi colleghi, non sono molto interessati a ciò che ricevi sul tuo smartphone.

Se hai bisogno di usare il tuo smartphone, allora devi avere un motivo valido per giustificare tale uso. Non è giusto che la tua attenzione sia sempre concentrata sul telefono che vibra. Sviluppa l'abitudine di lasciare lo Smartphone in tasca o in borsa. Potrebbe volerci del tempo per riconciliarti con l'idea che il telefono non ha bisogno di essere sempre nelle tue mani, ma alla fine imparerai e supererai questo.

In secondo luogo, quando stai per andare a letto, assicurati di mettere il telefono a faccia in giù. Il vantaggio di questa pratica è che non sarai invogliato a guardare il telefono.

Provare a svolgere un'attività alla volta

Ebbene, molte persone potrebbero non essere d'accordo con questa scuola di pensiero perché le persone sono guidate dal pensiero che il multi-tasking sia la soluzione migliore, ma non è certo così. Quando gestisci più attività alla volta, i tuoi dettagli sull'attenzione svaniscono perché sei concentrato su così tante cose contemporaneamente.

Ciò che la maggior parte di noi non riesce a vedere è che possiamo finire per prendere decisioni irrazionali quando svolgiamo molti compiti insieme. Ad esempio, vedrai spesso persone con 7 o 8 schede aperte sul proprio browser web.

Questa pratica non sarà mai vantaggiosa.

Usa la tecnologia per sbarazzarti delle cattive abitudini tecnologiche

Ciò che è importante è che devi cercare programmi di gestione del tempo. Ad esempio, puoi optare per programmi come RescueTime. Tali programmi sono molto utili nel darti un indizio su dove vanno i minuti del tuo computer. In questo modo puoi facilmente limitare il tuo tempo online.

Quando trascorrerai del tempo esplorando i programmi di gestione del tempo, non avrai la sensazione di non utilizzare il tuo tempo in modo intelligente.

Definisci i confini del tuo vero io e della tua tecnologia

Ora, devi definire un giorno nella tua vita in cui non sei fortemente coinvolto nell'e-world. Ad esempio, puoi iniziare la giornata bevendo una tazza di caffè piuttosto che iniziare la giornata guardando le tue e-mail.

Se devi controllare la posta, definisci anche una regola per questo processo. Ad esempio, dovresti fare in modo di non controllare le tue e-mail dopo le 2:00. Cerca di non collegare i tuoi dispositivi vicino al tuo letto. Il vantaggio di questa pratica è che se i dispositivi sono più vicini a te, allora sarai più ansioso di dare un'occhiata ai tuoi dispositivi e potresti finire per navigare sul dispositivo invece di recuperare il tanto necessario sonno notturno.

A parte questo, devi scavare attività salutari per te stesso se non vuoi essere uno schiavo della tecnologia. Ad esempio, dovresti uscire qualche volta per dedicarti alla meditazione. Non si può negare il fatto che la meditazione può davvero avere un effetto positivo sulla tua anima e sul tuo corpo.

In effetti dovresti fare della meditazione una parte della tua routine quotidiana. In questo modo sarai concentrato per concentrarti su te stesso per un po'. Puoi anche definire una routine di camminata. Ad esempio, dovresti fare in modo di camminare per circa 30 minuti ogni giorno.

La cosa interessante del camminare è che non puoi controllare la tua posta o mandare messaggi alle persone quando sei in movimento. Il motivo è che questa non è una posizione comoda. Questo è un altro modo efficace per porre fine alla tua schiavitù digitale.

La semplice conclusione che raggiungiamo qui è che l'autodisciplina è la chiave per combattere la schiavitù nei confronti del mondo digitale. È molto ben sotto il nostro controllo. La cosa importante è che quando senti che stai sviluppando una dipendenza dalla tecnologia devi fermarti in quel momento. Insomma il male va stroncato sul nascere.

Non dovresti permettere alla tua dipendenza di prosperare in quanto può davvero danneggiarti a lungo termine. Limitati a ottenere i vantaggi della tecnologia. Dovresti stabilire le stesse regole anche per i tuoi figli.

Ad esempio, dovresti definire un intervallo di tempo per l'utilizzo di Facebook e altre piattaforme di social media per i tuoi figli. In questo modo la loro curiosità su queste piattaforme sarà soddisfatta e allo stesso tempo la restrizione temporale aiuterà ad evitare la dipendenza.

Abbiamo già personalità popolari e rispettate che hanno fatto i loro passi per evitare la schiavitù nei confronti della tecnologia. Il principe Williams e Kate Middleton non incoraggiano i propri figli a usare gli iPad. Infatti credono fermamente nel tradizionale gioco all'aperto per sfruttare le abilità dei loro figli in modo da poter essere considerati modelli di ruolo in questo senso.

Se pensiamo profondamente, allora nessuno di noi vuole l'intelligenza umana. Noi umani siamo orgogliosi di essere la specie più evoluta. Se vogliamo mantenere questo titolo, dobbiamo porre fine al dominio della tecnologia e definire i confini in modo da non essere definiti schiavi del mondo digitale nel 21° secolo.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More