8 fatti più diffusi nello sviluppo di app mobili che sono solo miti

6

Lo sviluppo di applicazioni mobili non è una novità, ma tutta la crescita improvvisa e l'avvento di nuove tecnologie hanno funzionato come un costante creatore di confusione.

Tutte queste diverse esperienze hanno portato alla costruzione di diverse ideologie o convenzioni. Alcuni di loro sono veri e alcuni di loro sono nati da pura idea sbagliata e confusione.

In questo blog discuteremo le idee sbagliate o i miti più diffusi nel mondo dello sviluppo di applicazioni mobili.

1 Considerare i ricavi come il parametro principale per misurare il Lifetime Value (LTV)

Il mito più diffuso tra gli sviluppatori è che le Entrate siano il parametro principale per misurare il Lifetime Value delle loro app. La tua app mobile non ha bisogno di includere gli acquisti in-app per includere un valore quantificabile al fine di misurare il tuo ROI.

  • Condivisioni sui social
  • Numero di articoli letti
  • Schermi visualizzati
  • Amici o follower
  • Il tempo in cui i visitatori erano sullo schermo ecc.

È possibile utilizzare i metodi di cui sopra per misurare l'LTV della tua app. Inoltre, dipende anche dal tipo di app per includere parametri come il tempo consumato nel sonno REM o concetti padroneggiati o chili persi.

Tutto quello che devi ricordare è che le diverse attività commerciali dovrebbero avere parametri diversi per misurare il loro valore nel tempo di vita e il valore deve rientrare nell'obiettivo che hai per il tuo obiettivo aziendale.

È estremamente evidente che un sito di blog online non avrà gli stessi obiettivi del sito di e-commerce.

2 download definiscono il successo della tua app

Questo è un altro mito prevalente nel mondo dello sviluppo, poiché sì, i download contano, ma ciò che conta di più è la base di utenti attivi che utilizza la tua app. Questo è sicuramente un parametro di successo necessario, ma non sufficiente. Questo perché ci sono app che gli utenti scaricano e non le aprono più, qualunque sia la ragione per cui non le usano. Questo è il motivo per cui i download di app sono considerati un parametro vuoto per il download di app. L'identità del marchio, buone tattiche promozionali e altri fattori potrebbero influenzare i download, ma tutto ciò non può aiutare a mantenere la base di utenti.

I download non mostrano che sono utenti attivi. Inoltre, non sono nemmeno una metrica a lungo termine per valutare il successo della tua app e devi incorporare parametri analitici aggiuntivi per conoscere il fattore di coinvolgimento della tua app, come ad esempio:

  1. MAU
  2. Durata della sessione
  3. Sessioni
  4. Ritenzione
3 La strategia autonoma è un must per i dispositivi mobili

Gli utenti di app mobili sono alla ricerca di un flusso di lavoro estremamente efficiente e fluido e l'altro mito che esiste qui è che devi creare la tua app mobile o il tuo sito Web come canale autonomo. Le app mobili sono parte integrante del tuo piano aziendale. Se un utente visita il tuo sito Web e scarica l'app mobile dal tuo negozio e supponiamo che entri nel tuo negozio nel mondo reale, quindi la tua app deve animare quella arbitraria. Devi assicurarti che i tuoi utenti siano soddisfatti di ciò che offri loro tramite la tua app mobile. È qui che devi prenderti cura delle aspettative dei tuoi utenti. Devi ottimizzare la tua app per raggiungere l'obiettivo del tuo marchio e utilizzare la tua app mobile per ampliare il tuo sogno imprenditoriale.

4 Le app non sono buone come i siti Web per dispositivi mobili

Uno dei miti più diffusi è che le app mobili non sono così ampiamente utilizzate rispetto ai siti Web mobili è un puro mito e si basa sul presupposto che tutte le app mobili offrano funzionalità simili. In questo caso, quando si tratta di utilizzo, le persone non vedono l'ora di affidarsi maggiormente alle app mobili piuttosto che ai siti Web poiché sono facili da usare. Inoltre, poiché l'app tende a svolgere funzioni diverse rispetto ai siti Web. Le persone certamente non useranno la tua app se ti fornisce solo informazioni su qualcosa poiché un'app è qui per servire funzionalità. Come suggerisce il nome stesso dell'applicazione, puoi sicuramente evitare l'applicazione principale dell'app. Le persone investono l'80% del loro tempo nelle app mobili e quindi si aprono buone opportunità per il tuo business.

5 È la scarsa interfaccia utente di Android che rende l'app troppo brutta

Ci sono molte dichiarazioni fasulle e confusione che le aziende creano per i loro rivali. Un altro mito è legato alla piattaforma. Secondo questo mito, l'app progettata per Android ha qualità e funzionalità di design scadenti. Questo perché la piattaforma stessa non offre funzionalità competitive. Tuttavia, sono d'accordo sul fatto che ci siano molte interruzioni che si verificano a causa dei numerosi fornitori di terze parti della piattaforma, ma con il tempo la piattaforma si è evoluta molto e non è più rozza ed è emersa come una delle piattaforme più qualitative. Sebbene la crescita sia piuttosto intermittente a causa di numerosi framework e non sia così evidente come iOS a causa della frammentazione del mercato. Possiamo vedere che la qualità grafica offerta dai principali dispositivi basati su Android come il Sony Xperia non corrisponde a quella degli altri fornitori.

Tuttavia, quando si tratta di Android, offre immagini incredibili su tutte le sue versioni, che si tratti di Ginger Bread, Honeycomb, Ice Cream Sandwich, Jelly Bean, KitKat o l'ultimo Lollypop. Tutti questi ambienti di sviluppo offrono immagini fantastiche e impressionanti. Inoltre, per confutare questo fatto, abbiamo alcune fantastiche applicazioni che possono essere create su Android che sono straordinarie per le app Android. Inoltre, se hai creato una bella app per iOS e poi l'hai trasferita su Android, puoi rendere la piattaforma responsabile della progettazione di un'app scadente se il porting non viene eseguito in modo corretto.

6 app a pagamento è il modo più forte e sicuro per ottenere buoni ritorni

Con la pletora di applicazioni mobili lanciate ogni giorno, le persone hanno diverse opzioni per app di ogni tipo. Pertanto, questo ha dato i suoi frutti poiché la strategia di monetizzazione più fortificata è il tuo errore più grande poiché al giorno d'oggi le persone non pagheranno per le app a meno che non provengano da un'azienda rinomata o non sia un'app sanitaria / bancaria che si occupa di dati altamente sensibili.

Anche se potresti offrire alcune funzionalità stupende che potrebbero non essere offerte dalla tua controparte gratuita, ma anche gli utenti preferiranno sicuramente andare con le app gratuite.

Inoltre, abbiamo anche assistito a un notevole calo del modello di app a pagamento e c'è un'impennata in altre politiche di monetizzazione come mCommerce, acquisti in-app e pagamenti di prossimità. Si è visto che c'è stato un cambiamento considerevole nel 2013, quando il modello di entrate era composto dal 71% degli acquisti in-app e i pagamenti valevano 160 miliardi di dollari. Questa è stata una drastica inversione di marcia nel modello di monetizzazione delle app mobili e ancora questi cambiamenti sono validi. Quindi, ripensa ai tuoi piani di monetizzazione se sei ancora bloccato sui vecchi record.

7 Considerare gli utenti attivi mensili come una caratteristica banale

Esistono numerosi utenti che hanno esigenze identiche, ma non esistono due utenti che possono avere lo stesso modello di utilizzo e anche quello ricorrente. Questo è il motivo per cui è necessario analizzare in profondità il modello e il comportamento dei tuoi utenti al fine di migliorare la produttività della tua app. Per questo è necessario disporre della misurazione perfetta delle MAU, che è inevitabile per controllare la crescita della tua app e sapere se i tuoi utenti stanno tornando alla tua app anche dopo mesi o meno. Una metrica perfettamente pianificata che rileva debitamente la quantità di utenti attivi della tua app che possono segnare in modo significativo la crescita della tua app mobile.

8 applicazioni Android raccolgono bassi vantaggi monetari

Un altro mito prevalente nel mondo dello sviluppo di app è che Android sia un app store scadente, in cui l'app store iOS o iTunes possono aiutarti a ottenere buoni guadagni. Premuroso, beh, la logica alla base di questo era oltre il mio livello di comprensione. Supponiamo che tu sia un ristoratore che serve cucina cinese in tutta l'Asia e, secondo i fatti e il sondaggio, si nota che iOS detiene una quota molto inferiore di dispositivi e la maggior parte degli utenti utilizza dispositivi mobili Android. Quindi, come mai questa regola secondo cui iOS può solo aiutarti a guadagnare buoni rendimenti e Android non può dove detiene la maggior parte della quota di mercato dei dispositivi. Inoltre, non è bene formare convenzioni da alcuni casi di studio falliti.

Se la tua app non sta dando buoni risultati, allora non puoi certo farne responsabile l'app store.

Inoltre, ci sono app che non riescono ad attrarre utenti perché non hanno molto da offrire. Perché qualcuno spenderà soldi per qualcosa che non offre loro alcuna caratteristica o funzionalità interessante. Questo mito è prevalente anche perché le persone pensano che sia facile pubblicare app su Google Play Store e progettare app per il gusto di farlo senza pensare alle conseguenze aziendali.

Deve esserci qualcosa di prezioso che un'app dovrebbe offrire per rimanere attiva sullo smartphone di un utente, il resto non dipende dalla piattaforma o non esiste una categorizzazione degli utenti in base ai sistemi operativi mobili. Inoltre, gli sviluppatori non possono ignorare il fatto che Android è ancora il sistema operativo più utilizzato in tutto il mondo e inoltre quando si tratta di iOS si può vedere che esiste solo un'area di mercato limitata in cui viene utilizzato.

Pensieri finali!

Con così tante opzioni e piattaforme per lo sviluppo ci sono numerose esperienze e quindi numerosi miti al riguardo. Ma per uno sviluppo rafforzato è necessario stare alla larga da tutti i miti per offrire il meglio.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More