10 fatti dimenticati sulla storia di Hollywood che ti sorprenderanno

0

Oggi quasi tutti concordano sul fatto che Hollywood sia la capitale mondiale del cinema. È un luogo dove vengono prodotti molti grandi film e dove molti attori di fama mondiale diventano famosi. Nell’immaginario popolare, Hollywood è anche un luogo di glamour, fama e fortuna, ma pochi conoscono la vera storia di Hollywood. Di seguito, abbiamo un elenco di dieci fatti dimenticati sulla storia di Hollywood che ti sorprenderanno.

10 L’industria cinematografica è stata portata in California da Thomas Edison


In passato Thomas Edison deteneva migliaia di brevetti negli Stati Uniti, inclusi brevetti relativi all’industria cinematografica. Nel corso del tempo, Edison e altri titolari di brevetti relativi ai film hanno formato la Motion Picture Patent Company che ha esibito un quasi monopolio sulla produzione, distribuzione ed esposizione di tutto ciò che riguarda il cinema. Quindi, se volevi entrare nel mondo del cinema dovevi avere l’approvazione di Edison e della sua compagnia.

Di conseguenza, molti nell’industria cinematografica, noti come "indipendenti", scelsero di fuggire in California perché i giudici erano meno amichevoli nei confronti dei brevetti concessi a Edison e alla società. E anche se i brevetti di Edison fossero stati ritenuti validi, l’applicazione sarebbe stata complicata a causa dei costosi viaggi intercontinentali.

9 Hollywood era una volta una comunità senza alcol

smithsonianmag.com

Alla fine del 1800, una giovane donna di nome Daeida Hartell si recò a Hollywood con suo marito, Harvey Henderson Wilcox, e lo convinse ad acquistare 120 acri di terreno. La coppia si è poi trasferita lì in modo permanente con l’immagine di trasformare il luogo in una "suddivisione utopica" che avrebbe ospitato "colti e sani del Midwest in cerca di aria fresca e un secondo atto in California".

L’obiettivo di Daeida era trasformare la città in "una comunità cristiana colta e senza alcol". Ha offerto un sacco gratuito alle chiese cristiane e ha vietato alcolici, l’uso di armi da fuoco, eccesso di velocità, sale da biliardo e piste da bowling. È interessante notare che era anche vietato andare in bicicletta e tricicli sui marciapiedi.

8 cinema di Hollywood una volta banditi


Ironia della sorte, una volta Hollywood ha vietato non solo alcol, eccesso di velocità e sale da biliardo, ma anche i cinema. Al momento in cui è stata introdotta la restrizione, Hollywood non aveva nemmeno sale cinematografiche.

Tuttavia, nel 1910 la città ha votato per fondersi con Los Angeles al fine di garantire un adeguato approvvigionamento idrico e per ottenere l’accesso al sistema fognario di Los Angeles. Los Angeles, una città di 100.000 abitanti sull’orlo di un boom economico, non aveva leggi che vietassero le sale cinematografiche. Il primo film di uno studio di Hollywood fu girato nell’ottobre del 1911 e la casa di Whitley fu usata come set.

7 Il segno di Hollywood diceva originariamente Hollywoodland


Al giorno d’oggi il segno di Hollywood è sinonimo di spettacolo, ma non è sempre stato così. In effetti, il segno è nato come pubblicità per un nuovo complesso residenziale separato.

Harry Chandler, sviluppatore immobiliare ed editore del Los Angeles Times, iniziò il suo sviluppo "Hollywoodland" nel marzo del 1923. Più tardi nello stesso anno, investì $ 21.000 per la massiccia segnaletica "Hollywoodland" che era adornata con 4.000 lampadine da 20 watt e sbatteva le palpebre, in sequenza, "HOLLY" … "WOOD" … "LAND".

L’insegna "Hollywoodland" doveva originariamente rimanere in piedi solo per un anno e mezzo, ma rimase lì per decenni fino a quando non iniziò a cadere a pezzi negli anni ’40. Poiché il segno era diventato una caratteristica così riconoscibile di Hollywood, la Camera di Commercio di Hollywood e il dipartimento dei parchi di Los Angeles hanno accettato di ripristinare il segno, ma hanno rimosso la parola "terra".

6 Il padre di Hollywood

La prima famiglia di Hollywood: HJ Whitley, sua moglie Virginia ei loro due figli. Questa fotografia risale al 1880. (discoverhollywood.com)

Howard Johnston Whitley, noto come il "padre di Hollywood", era uno sviluppatore di terreni di successo. Si dice che nel corso della sua vita abbia fondato oltre 140 città.

A metà degli anni 1880 Whitley arrivò nel sud della California e acquistò un ranch di 500 acri. Non appena si sparse la voce che l’imprenditore immobiliare di successo stava acquistando proprietà a Hollywood, le persone iniziarono a trasferirsi nella promettente città. All’inizio del XX secolo, Whitley portò linee telefoniche, elettriche e del gas nel nuovo sobborgo e aprì anche il famoso Hollywood Hotel.

Nel 1922, Whitley completò lo sviluppo di Whitley Heights, una delle prime suddivisioni collinari di Hollywood, che attirò star come Rudolph Valentino e Jean Harlow. Quando l’amico di Whitley, Harry Chandler, fu coinvolto nello sviluppo delle colline di Hollywood nel 1923, Whitley consigliò al suo amico di usare un cartello per pubblicizzare la terra perché aveva usato un segno per promuovere Whitley Heights e lo trovava molto efficace. Chandler ascoltò il suo amico e il 13 luglio 1923 si alzò l’insegna "Hollywoodland".

5 La sorellanza hollywoodiana dimenticata

messynessychic.com

Nel 1916 la bibliotecaria Eleanor Jones creò un club per giovani donne che aspiravano a farcela a Hollywood. Con l’incoraggiamento di Eleanor, le giovani donne hanno iniziato a provare le rappresentazioni teatrali nel seminterrato della biblioteca e con l’aiuto dell’Associazione Cristiana delle Giovani Donne, il club si è diplomato in una sala riunioni.

Eleanor alla fine convinse studi cinematografici e uomini d’affari a donare denaro e ad affittare al club una vecchia casa che poteva ospitare fino a 20 donne. Il club è stato descritto come una confraternita di Hollywood, un dormitorio con autisti e persino una "casa di salvataggio per ragazze ribelli".

Alla fine, la casa delle sorelle è cresciuta nell’Hollywood Studio Club con 100 residenti a cui sono stati forniti pasti, macchine da scrivere e sale prove. C’era una lunga lista d’attesa per il club e tutti coloro che cercavano una carriera nel settore del cinema erano invitati a candidarsi.

Sharon Tate, Kim Novak, Marilyn Monroe e molte altre famose attrici erano tutte residenti del club. Ma negli anni ’70 il concetto dell’Hollywood Studio Club divenne obsoleto e, purtroppo, la club house fu trasformata in un normale hotel.

4 Nikita Krushchev ha visitato Hollywood


Nel 1959, il premier sovietico Nikita Kruschchev visitò gli Stati Uniti e, di conseguenza, Hollywood. La Twentieth Century Fox lo aveva invitato a guardare le riprese del musical Can-Can, e Krushchev aveva gentilmente accettato. È stato organizzato anche un pranzo, ma c’era un problema: nella sala potevano entrare solo 400 persone e, come si può immaginare, quasi tutti a Hollywood volevano esserci.

Un paio di star, come Bing Crosby, Ward Bond e Ronal Reagan, hanno rifiutato i loro inviti in segno di protesta contro Krushchev. Ma molti altri morivano dalla voglia di incontrare il dittatore comunista. Star come Gary Cooper, Kim Novak, Dean Martin e Ginger Rogers erano tutti presenti al pranzo, così come Marilyn Monroe.

Durante il pranzo, Krushchev ha divagato sulla grandezza dell’Unione Sovietica per circa un’ora, e ad un certo punto ha fatto i capricci perché non era più invitato ad andare a Disneyland per motivi di sicurezza. E, naturalmente, quando ha incontrato Monroe, è rimasto colpito. In seguito ha detto "Mi ha guardato come un uomo guarda una donna".

3 Il ruolo delle donne


Cento anni fa le donne hanno svolto un ruolo di primo piano nel plasmare la prima Hollywood e sono state coinvolte in quasi ogni aspetto della produzione cinematografica. Nel 1912, ad esempio, Helen Gardner fu il primo attore cinematografico, maschio o femmina, a formare la propria compagnia di produzione.

Mabel Normand, un’attrice di film muti, sceneggiatrice, regista e produttrice che aveva il suo studio cinematografico e la sua società di produzione, è stata una figura importante che ha contribuito ad avviare la carriera di Chaplin. Ha anche recitato come protagonista e mentore in numerosi film, a volte co-sceneggiatore, diretto e co-diretto con lui. Quando il primo film di Chaplin fallì, Mabel convinse l’industria a dare a Chaplin un’altra possibilità.

2 mensa di Hollywood


Nel 1942 Bette Davis e John Garfield fondarono l’Hollywood Canteen, un nightclub di stelle che offriva intrattenimento, balli e cibo per servire uomini e donne. L’Hollywood Canteen era servito da un team di 3.000 membri di professionisti di Hollywood che ritenevano che il servizio militare dovesse essere onorato.

L’elenco dei volontari includeva grandi star come Betty Grable, Judy Garland, Cary Grant e Shirley Temple. Le stelle femminili spesso potevano essere viste ballare con le truppe e i marinai o scortarle dentro. Alcune stelle lavoravano anche dietro le quinte preparando e servendo cibo.

1 Le star della vecchia Hollywood furono le ultime a usare l’LSD per la terapia


In passato, gli psichiatri credevano che l’LSD stimolasse la psicosi. Questa idea fu presto sostituita dall’idea che l’LSD potesse essere usato in terapia. Alla fine degli anni ’50 il dottor Mortimer Hartman aprì lo Psychiatric Institute di Beverly Hills dove addebitò $ 100 a colpo.

Cary Grant amava l’LSD. Inizialmente andò da Hartman per scoprire cosa aveva detto di lui l’allora moglie Betsy Drake durante le sessioni di terapia. Ma il dottor Hartman ha presto diagnosticato a Grant un "distacco emotivo prolungato" e ha convinto l’attore che l’LSD avrebbe potuto essere d’aiuto.

E per lo più lo ha fatto. Ma a volte i viaggi di Grant con l’LSD assumevano una svolta da incubo. Una volta ha detto: “Sai che inconsciamente stiamo trattenendo il nostro ano. In un sogno con l’LSD, ho cagato su tutto il tappeto e ho cagato su tutto il pavimento. Un’altra volta mi sono immaginato come un pene gigante che si lancia dalla Terra come un’astronave … "

All’inizio degli anni ’60, la Food and Drug Administration iniziò a esaminare più da vicino l’Istituto Psichiatrico di Beverly Hills e Hartman fu costretto a chiudere nel 1962. Grant continuò a prendere LSD, anche se più silenziosamente, e lasciò $ 10.000 dollari a Hartman.

Elenco creato da: Laura Martisiute

Fonte di registrazione: wonderslist.com

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More