10 cose che dovresti sapere sull’ISIS – Fatti sorprendenti sull’ISIS

0

ISIS? Oops .. è un tabù. Non solo il nome è risentito, ma la sua menzione da parte di un laico, un civile o una persona che altrimenti appare normale suonerà un campanello d’allarme. Sentirai le sirene delle auto di pattuglia della polizia a pochi minuti di distanza e la gente inizierà ad allontanarsi da te. Questo è il "terrore" dell’ISIS anche da oltre mille miglia di distanza. Nonostante la paura che porta il nome, ci sono alcune cose che dovresti sapere sull’ISIS.

10 ISIS è un acronimo


Giusto. Proprio come gli Stati Uniti o l’OMS che rappresentano rispettivamente gli Stati Uniti d’America e l’Organizzazione mondiale della sanità, l’ISIS è l’abbreviazione dello Stato islamico in Iraq e Siria. È anche noto come Stato islamico e ISIL, abbreviazione di Stato islamico in Iraq e nel Levante.

9 Obiettivo dell’ISIS


L’ISIS mira a creare un califfato islamico in Siria e oltre. Per farla breve, vuole riportare la regione alla sua antica posizione rispetto alla politica e alla società.

8 È mortale


L’ISIS ha ucciso oltre 1400 persone in 21 diversi stati del mondo. È globale sì, per quanto ci terrorizzi, l’ISIS ha implementato 90 attacchi in diverse parti del mondo.

7 Entrate


Da dove prende l’ISIS i soldi di cui ha bisogno per condurre operazioni di guerra ovunque? Bene, numerose controversie come gli accordi sulle armi con gli Stati Uniti e gli accordi sul petrolio con la Turchia emergono ogni poche settimane, ma secondo la cronaca, l’ISIS sta facendo soldi attraverso le riserve petrolifere, il controllo dei raccolti, l’estorsione, il rapimento, il contrabbando, la vendita di manufatti rubati e così via. (Non chiediamoci chi "compra" l’olio e i manufatti rubati per quella materia)

6 Reclutamento


L’ISIS potrebbe non assumere tramite LinkedIn per il momento, ma la sua presenza sui media ha portato molte persone a viaggiare da tutto il mondo per unirsi alla causa. Quasi 600 persone dal Regno Unito e quasi 400 dagli Stati Uniti e dal Canada insieme si sono unite all’ISIS.

5 L’ISIS distrugge la storia “e" ci guadagna denaro


Sebbene l’ISIS abbia distrutto gli idoli perché è peccaminoso nell’Islam, non gli importa fare soldi vendendo questi idoli che confisca dai musei del paese.

4 schiavi


Questa parte è spaventosa e spaventosa. L’ISIS ha schiavi che sono per lo più donne e bambini. Lo ritengono giusto alla luce dei modi profetici. Non sanno che lo stesso Profeta PBUH ha abolito la schiavitù mentre era in vita.

3 L’ISIS è autosufficiente


A differenza di altri ribelli finanziati dall’estero, l’ISIS è autosufficiente perché raccoglie i propri soldi, controlla le più grandi riserve di petrolio nell’area e vende elettricità allo stesso governo contro cui sta combattendo, quindi quando il governo prende un "debito" probabilmente scrive "ISIS" sulla carta.

2 L’ISIS è istruito


A differenza di molti gruppi jihadisti che escono dalle madrasa (luoghi in cui gli alunni cercano educazione religiosa), i combattenti per l’ISIS non attingono a una tipica madrasa. Sono persone che hanno viaggiato dagli Stati Uniti, Sanada e varie parti d’Europa oltre che dall’Asia orientale per unirsi all’ISIS. Tra questi ci sono ingegneri, medici, contabili, esperti di software e così via.

Il potere e la paura che il nome trasuda potrebbe essere una delle ragioni per cui questi uomini si uniscono all’ISIS. La loro presenza sui social media che mostra la decapitazione di prigionieri, traditori e nemici ha convinto molte persone che l’ISIS è potente.

1 I combattenti sono stipendiati


Anche questa parte mi ha scioccato perché significa che in sostanza non sono jihadisti, piuttosto sono mercenari. La scala salariale è più alta di qualsiasi altro gruppo ribelle, anche dei militari regolari per aver gridato ad alta voce!

L’ISIS è Al-Qaeda in Iraq ed è da lì che si è interrotto come gruppo separato sotto la guida di Al-Baghdadi.

Fonte di registrazione: www.wonderslist.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More