I 10 migliori animali che gli scienziati vogliono estinguere, tornati dall’estinzione

0

Gli scienziati di tutto il mondo stanno compiendo tentativi per perfezionare il metodo di clonazione. Stanno anche cercando di conservare il DNA di alcuni animali in modo che possano essere resuscitati. Ironia della sorte, gli esseri umani hanno spinto questi animali all’estinzione a causa dell’impatto umano, ma ora vogliono che gli animali tornino! Questo Jurassic Park sta prendendo vita? L’intero film è stato davvero un’anteprima del futuro forse cento anni da quando è stato prodotto? Possiamo aspettarci che gli scienziati riportino in vita la tigre dai denti a sciabola? Il mondo può rivivere l’era glaciale, tutte e quattro le parti? Di seguito è riportato un elenco di dieci animali che gli scienziati stanno tentando di riportare in vita dal loro DNA conservato in resti fossili.

10 delfini del fiume Baiji

Il delfino del fiume Baiji è stato trovato nel fiume Yangtze in Cina fino al 2002. Sono le prime specie di delfini che sono state portate all’estinzione dalle attività degli esseri umani. Questi delfini sono anche i primi tra i più grandi mammiferi a estinguersi di recente. Ci sono diverse affermazioni contrastanti su questa specie di cetacei. Una ricerca suggerisce che un paio di esemplari potrebbero essere ancora vivi. Infatti hanno segnalato avvistamenti di questo delfino. E che gli scienziati non dovrebbero affrettarsi a creare un clone dell’originale. Gli avvistamenti, tuttavia, non sono stati confermati e sono stati segnalati dal Guardian come tali. Un’altra ricerca afferma che a causa dell’estinzione relativamente nuova e recente, il DNA fresco potrebbe essere più facile da replicare. Quindi il delfino bianco è una potenziale specie da clonare.

9 gatti dai denti a sciabola

Diego dai film dell’era glaciale (nel caso ve lo stiate chiedendo) e sì, spaventa tutti proprio come nei film. Perché gli scienziati vogliono riportare questa specie indietro è la vera domanda però. La tigre dai denti a sciabola abitava sulla terra durante il periodo dell’era glaciale. E sembra essersi estinto durante il periodo di estinzione quaternaria che è correlato alla transizione del cambiamento climatico. Ci sono fossili del mammifero in musei come The La Brea Tar Pits di Los Angeles che possono essere usati per riportare i mammiferi dell’era del Pleistocene.

8 Rinoceronte lanoso


Il rinoceronte lanoso proviene dallo stesso periodo della tigre dai denti a sciabola. Nel 2015, un uomo d’affari ha trovato la carcassa del rinoceronte lanoso sepolta nella neve. 12.000 anni era la stima degli scienziati e ancora era perfettamente conservato. Il parente vivente più prossimo del rinoceronte lanoso è il rinoceronte di Sumatra che, purtroppo, è anche una specie in via di estinzione. Quindi c’è l’ostacolo di portare l’animale gigantesco nella pancia per tutto il periodo di gestazione e trovare la madre è proprio ciò di cui gli scienziati hanno bisogno.

7 piccioni passeggeri


I piccioni venivano usati per trasportare messaggi in luoghi lontani a causa del loro superbo senso di navigazione. Con l’avanzare della tecnologia, gli esseri umani hanno trovato altri mezzi per trasmettere messaggi e il ruolo del piccione è stato limitato a "portare messaggi d’amore in cartoni animati e film", dopodiché è arrivata la parte triste. Sono stati cacciati indiscriminatamente da esseri umani. Le loro carcasse furono vendute, la loro carne fu mangiata. Sono stati messi in gabbia per la loro bellezza e cacciati come sport. Martha è stata l’ultima Passenger Pigeone morì nello Zoo Ciccinati nel 1914. La loro sopravvivenza significò un miglioramento dell’ecologia nordamericana ma, come molte altre catastrofi, le conseguenze si realizzarono solo dopo che l’incidente accadde. "The Great Passenger Pigeon Comeback" potrebbe guidare un’intera campagna di clonazione perché se ci fosse un bambino poster per gli esperimenti di estinzione. È il piccione viaggiatore.

6 Tigre della Tasmania


La tigre della Tasmania è anche conosciuta come Thylacine. Fu portato all’estinzione dagli umani e dichiarato estinto nel 1936. I coloni europei che si fecero strada in Australia durante il 1800 videro la tigre della Tasmania come una minaccia e si misero a caccia di taglie per sbarazzarsi del parassita. Alla fine, l’ultimo Thylacine morì in cattività come il Passenger Pigeon. Sebbene l’animale non costituisse una minaccia per i coloni umani, la sua fisiologia ha sorpreso gli europei proprio come se fossero stati sorpresi fino al tumulto dall’ornitorinco. La sua testa era come il lupo, la sua parte posteriore era a strisce come quella della tigre e aveva una sacca rivolta all’indietro. Il Thylacine era un marsupiale e dal 1866 gli scienziati hanno conservato un cucciolo in alcool, il cui DNA può essere impiantato come da pianificazione nel Diavolo della Tasmania.

5 Moas: una specie estinta


Oggi gli scienziati sono molto affascinati dall’idea di far rivivere la megafauna che è stata letteralmente spinta all’estinzione dagli esseri umani. I primi coloni in Nuova Zelanda cacciavano gli uccelli Moa per il cibo. La loro pelle e le loro piume venivano usate negli indumenti mentre le loro ossa venivano trasformate in gioielli. I grandi uccelli incapaci di volare furono così rapidamente spazzati via nel XIII secolo. Forse gli esseri umani in quei tempi non erano così informati sugli ecosistemi e sull’ecologia come gli scienziati di oggi.

4 Rana cova gastrica


Questo animale è fantastico e davvero intrigante. Non ho mai visto né sentito parlare di animali che si riproducono nel modo in cui fa la rana cova gastrica. Il make frog fertilizza le uova che vengono poi inghiottite dalla femmina di rana. Tiene le uova nella pancia per settimane e produce piccole rane attraverso la bocca. È davvero sorprendente come i bambini in provetta che vengono fecondati fuori dal corpo e poi impiantati nel corpo della femmina. Gli scienziati che lavorano in quest’area della ginecologia potrebbero aver colto l’ipotesi dalla Rana Gastrico-Brooding. Si dice che la perdita di habitat e cibo, batteri mortali, perdita di foreste e cambiamenti climatici abbiano causato l’estinzione della specie. I professori dell’Università del New South Wales sono determinati a riportare in vita queste rane. Sono arrivati ​​al punto di creare con successo un embrione.

3 Dodo – l’animale estinto più famoso


Siamo cresciuti ascoltando l’idioma “morto come il dodo" perché probabilmente allora non c’erano speranze, né possibilità che tornasse. Oggi, lo abbiamo inserito al numero tre di questa lista a causa della vicinanza del suo revival. L’estinzione di Dodo è anche legata all’arrivo dei coloni olandesi nel paese. Risiedevano nello stato insulare di Mauritius nell’Oceano Indiano. Ma, nel XVII secolo, i coloni olandesi li avevano spazzati via. Era più o meno lo stesso periodo in cui il commercio era in costante crescita e nomi come le Isole delle Spezie e Vasco da Gama emersero sulla pergamena degli storici del mondo.

I coloni non erano direttamente coinvolti nella scomparsa di Dodos. I maiali ei topi che vennero con i coloni portarono con sé sia ​​la malattia che il desiderio di uova di Dodo, che alla fine sigillarono il loro destino. Fino a quando non è stato trovato uno scheletro dell’uccello completamente conservato, il discorso sulla de-estinzione era solo un discorso. Oggi potrebbe essere molto di più.

2 Bucardo – Capra di montagna


La caccia e la graduale distruzione del suo habitat hanno portato all’estinzione ufficiale dell’IBEX o della Capra di montagna nel 2000. Viveva nelle montagne spagnole prima che l’ingerenza umana nella natura ne causasse l’estinzione. Tuttavia, è il primo animale ad essere stato clonato con successo nel 2009. Alla fine gli scienziati sono riusciti a collocare un embrione fecondato in una capra femmina che ha dato alla luce un vitello dopo l’intero periodo di gestazione. Ma i polmoni non erano sviluppati adeguatamente e il difetto ha portato alla morte del clone pochi minuti dopo. Dopo aver raggiunto un traguardo, gli scienziati sono tornati immediatamente al cruscotto, ma fino ad ora non è stato prodotto un altro clone.

1 mammut lanoso


Wohoo … Chi non vorrebbe vedere l’era glaciale dal vivo, tutte e quattro le parti! Manny si è perso migliaia di anni fa. Gli studi hanno rivelato che era più dovuto al cambiamento climatico che a causa della caccia. La destinazione finale del mammut era l’Artico. È lì che gli scienziati si sono imbattuti molte volte nei resti e negli scheletri di un mammut. Scienziati dal Nord America alla Siberia stanno studiando lo sviluppo di un genoma che alla fine consentirebbe la de-estinzione del mammut attraverso la replicazione. Il mammut è la più apprezzata e probabilmente la più bella di tutte le specie colossali vissute in passato. Gli elefanti asiatici sono i parenti più stretti del mammut e probabilmente una chiave di volta nella loro rinascita.

È quasi triste vedere che alcune specie in questa lista appartengono alla nostra era e potremmo averle viste in questa vita. Questo dovrebbe far suonare un allarme per quanto riguarda la conservazione della fauna, della flora e della megafauna. Cosa lasceremo per il nostro tempo.

Fonte di registrazione: wonderslist.com

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More