I 10 principali fatti sulla geopolitica dell’Asia meridionale

0

Se vuoi governare il mondo devi avere grandi soldi o grandi cervelli. L’America ha entrambi; La Cina sta raggiungendo entrambi. Questo disturba la situazione politica e la posizione sugli Stati Uniti che sono "effettivamente" sull’orlo della bancarotta.

Fatti principali sulla geopolitica dell’Asia meridionale

10 Stati ASEAN – geograficamente

Gli stati asiatici sono costituiti dalla regione continentale della penisola e da una rete di arcipelaghi che si estende dall’Indonesia alle Filippine. Questi stati sono legati insieme dall’ASEAN (ma in modo piuttosto lasco) come un unico blocco regionale. Il ruolo principale in questo blocco è svolto dalla Cina in quanto ha sia il cervello più grande che l’economia più grande che è necessaria per governare.

9 La cooperazione tra gli stati

La disparità regionale e le differenze nell’economia hanno limitato il potere dei blocchi e lo hanno reso più incline a cooperare con "potenze esterne" che diventare un blocco potente unificato in sé. È qui che entrano in gioco gli Stati Uniti con il loro approccio sempre verde e senza tempo di "simpatia", "ripristino della sovranità" e "creazione di un equilibrio" all’interno di una regione.

8 Il Mar Cinese Meridionale

La Cina ha rivendicato una certa area del Mar Cinese Meridionale sulla base della sua importanza storica per il loro paese (allora una regione di re) attraverso un’area a nove punte che hanno disegnato nel mare. Ha svolto un ruolo leggermente provocatorio rivendicando e prendendo le isole filippine e al momento controlla efficacemente l’atollo di Quirino oltre allo Scarborough Shoal che ha rivendicato nel 2012.

Questo istiga gli Stati Uniti perché le Filippine e gli Stati Uniti hanno firmato un patto nel 1952, in base al quale la sicurezza delle isole è responsabilità degli Stati Uniti

7 Importanza del Mar Cinese Meridionale

L’economia cinese è fiorente ma lo fa su un’economia basata sulle esportazioni. Molti esperti hanno affermato che il picco è temporaneo in cui lo stesso tipo di espansione è stato visto in Giappone e ora in Germania. La Cina sposta le sue merci in tutto il mondo attraverso il Mar Cinese Meridionale. Tra i paesi dell’ASEAN, mira a "dividere e governare" mantenendo gli stati a una distanza sufficiente per evitare legami tra loro e una vicinanza sufficiente per impedire interventi esterni soprattutto dall’Occidente. La Cina spera che i paesi della regione accetteranno il suo predominio nella regione come inevitabile se fornirà incentivi sufficienti.

6 Espansione nel Mar Cinese Meridionale

Anche se questo disturba gli Stati Uniti, la Cina è probabilmente consapevole della riluttanza degli Stati Uniti ad avere un conflitto diretto con la Cina in mare. Il primo, quindi, ne sfrutta appieno e continua ad espandersi all’interno del mare, assicurando la sua rotta commerciale. Sì, è tutta una questione di soldi!

5 Coinvolgimento dei giganti tecnologici statunitensi

I giganti della tecnologia come Google, Apple e IBM hanno "dimostrato" di aver spiato per conto degli Stati Uniti attraverso la loro tecnologia indigena. I cinesi hanno quindi chiesto piuttosto richiesto un cambiamento tecnologico all’interno delle società che a loro volta ha fatto sì che le società voltassero le spalle al governo degli Stati Uniti in una certa misura. Principali contributori dell’economia, queste società hanno un potere contrattuale sufficiente per esprimere le loro preoccupazioni sulla politica statunitense nei confronti della Cina.

4 Mari controllati dagli Stati Uniti e commercio cinese

Gli Stati Uniti hanno oltre 80 stabilimenti militari nei mari di tutto il mondo. Questo è sia un segno di potere che un simbolo di ostinata interferenza e paranoia. Tuttavia, crediamo che quando sei una superpotenza, ci sia poco che può essere fatto contro questo. Il commercio cinese dipende dai mari controllati principalmente dagli Stati Uniti. Arriva il CPEC, il corridoio economico Cina-Pakistan.

3 Il CPEC

Il commercio cinese è vulnerabile in mare, quindi Pechino ha cercato di espandere il proprio commercio attraverso i produttori interni e i partner commerciali sulla terraferma. La costruzione di un corridoio economico attraverso il Pakistan è un esempio di questa strategia. Un secolo fa, i cinesi non erano visti come una superpotenza emergente, ma gli stati dell’Asia meridionale stanno cambiando e con loro, anche la situazione politica ed economica cambia man mano che gli stati diventano più consapevoli delle sfide alla sicurezza che devono affrontare.

2 Le visite di Filippine e Malaysia

Le rivendicazioni cinesi sul Mar Cinese Meridionale non riguardano solo la "rotta commerciale". Le affermazioni riguardano aree ricche di vita marina e riserve di petrolio e gas. Il presidente delle Filippine ha recentemente visitato la Cina e ha guadagnato miliardi di dollari per investimenti nelle Filippine disprezzando gli Stati Uniti e lodando la Cina. Ha persino rifiutato le esercitazioni militari congiunte con gli Stati Uniti e ha affermato che la presenza marittima cinese non molesta più i pescatori.

Il presidente malese è destinato a visitare presto la Repubblica popolare cinese e nel suo stato di Facebook menziona la risoluzione amichevole delle controversie internazionali. Durante la sua visita ha anche firmato più di 10 accordi riguardanti l’economia e la difesa.

1 I voti della Cina

Secondo i cinesi, le sue "affermazioni sono indiscutibili" e promette di continuare lo sviluppo esercitando i suoi diritti sovrani attraverso le affermazioni che fa. La situazione è destinata a cambiare col passare del tempo sotto forma di nuovi sviluppi che portano al miglioramento o sotto forma di confronti.

Fonte di registrazione: wonderslist.com

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More