7 modi operativi per aumentare la velocità di caricamento di WordPress

8

La cosa principale che un cliente incontra sul tuo sito, anche prima della struttura o della sostanza, è la sua velocità di impilamento.

Un normale client Web prevede che una pagina si impila tra 500 ms (veloce) e 2 secondi (moderato, ma soddisfacente). Nella remota possibilità che controlli il tempo di impilamento del tuo sito e finisca per superare i 2 secondi, considera il tuo sito a rischio di essere ignorato o chiuso dal client.

Poiché al giorno d'oggi la maggior parte dei siti è basata su WordPress, in questo modo per supportare la velocità e l'esecuzione del tuo sito, è necessario comprendere la progressione delle velocità di impilamento delle pagine con WordPress e apprendere suggerimenti e trappole che ti consentono di accelerare il tuo sito WordPress. Oh mio Dio, il migliore di loro.

Usa sistemi e argomenti leggeri

Perennemente, gli argomenti di WordPress trasmettono un discreto swell, il che riduce la velocità dello stack di pagine del tuo sito. Questo aumento è collegato a immagini stock travolgenti, codici lunghi e dispendiosi e così via.

Il miglior passo in avanti è trovare il giusto mix tra l'interesse visivo di un soggetto e la sua velocità di impilamento delle pagine. Quando cerchi un argomento WordPress, ricorda i focus di accompagnamento:

  • Controlla gli audit sull'argomento e cerca in particolare i dati sull'esecuzione.
  • Prova di esecuzione delle pagine dimostrative dell'argomento.
  • Presta particolare attenzione agli argomenti predefiniti di WordPress, che sono leggeri nel codice e quindi funzionano bene.
  • Guarda gli argomenti basati su Genesis e Thesis Framework che si dice per la loro esecuzione.
Vantaggio dall'energia della prenotazione

La prenotazione è un metodo per risparmiare le pagine del tuo sito Web come pagine statiche e servirle ai clienti senza inviare richieste HTTP al server. Questo aiuta ad accelerare un sito WordPress. Cosa puoi fare per utilizzare questa scelta?

Inizialmente, riconosci un prezioso modulo di archiviazione di WordPress, leggi la sua documentazione e utilizzalo per prenotare alcune pagine del tuo sito. WP Rocket e W3 Total Cache sono tra quelli prestigiosi.

È possibile eseguire l'archiviazione del programma utilizzando le intestazioni di terminazione, che mostrano al programma web quali documenti richiedere al server e quali può prelevare dalla riserva del programma. Con richieste HTTP ridotte, la velocità dello stack di pagine fa passi da gigante. Per fare ciò, dovrai aggiungere questo codice al record htaccess.

<IfModule mod_expires.c>
# enabling expirations
ExpiresActive On
# The default directive
ExpiresDefault "access plus 3 months"
# Your favicon
ExpiresByType image/x-icon "access plus 1 year"
# Photos
ExpiresByType image/gif "access plus 3 months"
ExpiresByType image/png "access plus 3 months"
ExpiresByType image/jpg "access plus 3 months"
ExpiresByType image/jpeg "access plus 3 months"
# CSS
ExpiresByType text/css "access plus 3 months"
# Javascript
ExpiresByType application/javascript "access plus 1 year"
</IfModule>
Aree di prefetch, una strategia meno conosciuta

Le aree di prefetch sono un'opzione come la prenotazione, in cui illumini adeguatamente il programma web per portare gli spazi in anticipo, in modo che l'attività di "ottenimento" non venga eseguita durante la stagione dello stack di pagine e, di conseguenza, la velocità del sito web progredisce.

Per potenziare questo, puoi aggiungere il prefetch space code al record header.php. Ecco i casi di codici spaziali di prelettura solitamente utilizzati.

Per Google Font:

<link rel="dns-prefetch" href="//fonts.googleapis.com">

Per Google Analytics:

<link rel="dns-prefetch" href="//www.google-analytics.com">
Sbarazzarsi di moduli inutili e sostanziali

I moduli di WordPress sono utili, in ogni caso, moduli troppo numerosi significano un numero eccessivo di sollecitazioni sul server, che richiedono un moderato stacking delle pagine. Altri problemi correlati includono pericoli per la sicurezza e problemi di memoria. La migliore pratica è inviare solo moduli senza i quali il tuo sito non può gestire.

Puoi utilizzare Plugin Performance Profiler (un modulo stesso) per distinguere i moduli dalle prestazioni più terribili sul tuo WordPress e sostituirli con scelte migliori.

Inoltre, ci sono moduli che utilizzi raramente più di due volte al mese (ad esempio, generatori di miniature e così via). È meglio disattivarli e attivarli semplicemente durante la stagione di utilizzo. Puoi anche verificare quali moduli puoi semplicemente disinstallare e utilizzare alcuni dispositivi online.

Utilizza CDN per una migliore velocità dello stack di pagine

Conosci i CDN (Content Delivery Network)? È dove il contenuto servito al cliente viene trasmesso dalla server farm geologicamente più vicina, il che migliora la velocità di trasmissione. Ciò è dovuto al fatto che tempi di scambio ridotti, minori salti trasversali su firewall e switch e altri parametri determinano caricamenti di pagine più veloci per un gruppo di persone geologicamente distribuito.

Le migliori amministrazioni CDN offrono moduli di riconciliazione di WordPress, che ti aiutano a configurare e organizzare rapidamente il tuo sito per sfruttare i vantaggi della CDN. Nel lungo periodo, anche questo ti fa controllare meglio i trasferimenti, perché la maggior parte dell'onere travolgente (immagini) verrebbe scaricata dal server dell'host web, il che lascia solo l'argomento da spostare.

CDN Enabler è un modulo di scaglionamento gratuito che puoi eseguire in pochi secondi. Mentre scegli cosa puoi impilare da CDN, scegli un eccesso inutile. In effetti, anche la favicon può essere impilata tramite CDN. Basta rilasciarlo nel root organizer di WordPress e aggiungere il codice di accompagnamento al record header.php:

<link rel="shortcut icon" href="https://cdn.domain.com/favicon.ico" type="image/x-icon" />
Metti in valigia immagini pesanti

Per mettere le cose nel punto di vista, ecco una realtà. Un argomento WordPress di base occupa circa 30 MB di spazio di archiviazione, mentre un sito visivamente sostanziale, ad esempio l'e-store, richiede alcuni GB di spazio per riporre le immagini. Immagina uno scenario in cui potresti ridurre le dimensioni del record dell'immagine di oltre la metà con contrasti di qualità confusi.

Puoi ridimensionare e impacchettare le immagini in uno strumento di pressione basato sul sistema operativo prima di trasferirle oppure utilizzare un modulo WP come SmushIt per ridurre la dimensione record delle immagini per il tuo sito WordPress.

Anticipare gli handshake SSL

SSL o Secure Sockets Layer/Transport Layer Security sono i metodi con cui i server Web e i clienti codificano e proteggono tutti i movimenti. Questo è diventato lo standard per gli scambi HTTP sicuri e altri movimenti sul web. Un inconveniente del movimento di rimescolamento è quando c'è un sovraccarico e l'ozio quando il cliente e il server creano un'associazione.

Puoi accelerare le associazioni sicure aggiornando gli handshake SSL utilizzando un CDN. Il CDN fa il sovraccarico per te, riducendo in questo modo il tempo impiegato per costruire la sessione SSL sottostante e mantenendo viva l'associazione protetta. Ciò ti dà anche l'ulteriore vantaggio di garantire una dichiarazione di recensione A, indipendentemente dal fatto che il tuo server o cooperativa specializzata utilizzi solo un'approvazione di recensione inferiore. Ciò che fa la differenza è che i programmi del tuo cliente finale, e in aggiunta gli indici web come Google, vedono l'autenticazione SSL del miglior grado fornita dal CDN.

Elimina le vecchie correzioni dal tuo database

Prendilo da me, il tuo WordPress si ritirerà nel caso in cui non ti occupi del database e lo mantieni pulito. Puoi farlo limitando la quantità di correzioni post. WordPress fa davvero un numero eccessivo di correzioni mentre stai componendo il piatto, e tutto consuma spazio. Puoi paralizzare gli emendamenti o impostare il massimo sul numero più estremo di modifiche. Per debilitare, aggiungi il codice di accompagnamento al record wp-config.php.

define('AUTOSAVE_INTERVAL', 300); // seconds
define('WP_POST_REVISIONS', 5);
Prova la pressione GZip

Abbiamo discusso della pressione dell'immagine; ma puoi anche impacchettare CSS, Javascript e pagine del sito, a livello di server, il che riduce il tempo di scambio di informazioni per programmare. Ecco il modo in cui puoi farlo:

  1. Vai su checkgzipcompression.com e inserisci il tuo sito.
  2. Seleziona il tuo modulo di archiviazione, vai alle impostazioni della cache del browser e metti un segno di spunta sulla casella Abilita compressione HTTP.

Conclusione

Un WordPress con prestazioni decenti implica un sito con prestazioni decenti. Nella remota possibilità che tu non voglia che i tuoi clienti rimangano delusi dalla velocità del tuo sito, prova questi diversi suggerimenti e trappole che ho specificato in questo post con i quali puoi utilizzare per migliorare l'esecuzione del tuo sito WordPress e aumentare la velocità dello stack della pagina .

Raccontaci come hai capito come supportare la velocità del tuo WordPress e se qualcuno dei miei consigli ti ha aiutato. prova allegra.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More