10 pratiche SEO della vecchia scuola che dovresti smettere di seguire ora

6

Per facilitare meglio gli utenti online con esperienze utente migliori, i motori di ricerca sono sempre in movimento quando si tratta di aggiornare, perfezionare e migliorare.

Pertanto, gli imprenditori che fanno molto affidamento sulla pubblicità online sono tenuti a prestare attenzione all'efficacia della loro strategia SEO per continuare a mantenere il risultato del posizionamento nei motori di ricerca del loro sito Web e guadagnare maggiori opportunità di business.

Con l'alba del 2017, anche la strategia SEO per quest'anno ha iniziato a fare dei cambiamenti. Sei ancora colpevole di utilizzare queste 10 pratiche SEO della vecchia scuola?

1 riempimento di parole chiave

Sebbene sia vero che il keyword stuffing ha contribuito al posizionamento SEO in passato, questa è una pratica SEO oggi considerata obsoleta. Più non equivale necessariamente a meglio è e accumulare più parole chiave target nei titoli e nelle meta descrizioni non ti dà più l'effetto desiderato. Ricorda che stai prendendo di mira sia gli utenti online che i motori di ricerca, non solo i motori di ricerca. Si consiglia di inserire parole chiave in meta descrizioni, titoli e tag, in generale. Attenzione però a non esagerare. Assicurati che la descrizione sia formulata in modo organico come un invito per gli utenti online a visitare con l'intento di trovare invece risorse preziose.

Scherzo-

Per evitare tali errori ti suggerisco di seguire questi 5 consigli:-

  • Scrivi per umani, non per macchine: la tua scrittura deve essere indirizzata a robot umani e non per macchine. Cerca di essere connesso con il tuo pubblico. Concentrarsi sulla parola chiave è diverso, tuttavia, non pensare in modo ossessivo a queste parole chiave. Prova solo a collegare il contenuto al tuo pubblico.
  • Rimani pertinente all'argomento: non allontanarti dal tuo argomento. Scegli parole chiave pertinenti per il tuo pubblico. Nel modo più semplice per dirla come, pensa a te come a uno del tuo pubblico, quindi fai un brainstorming su ciò che potrebbero voler cercare e usa la parola chiave pertinente a quello.
  • Tieni d'occhio la densità delle parole chiave: ricorda una cosa, la densità delle parole chiave non deve mai superare il 5%. L'intervallo per la densità delle parole chiave è del 2-5%. Ciò significa 2-5 parole per 100 parole.
  • Evita di usare parole ripetitive: immagina di leggere un contenuto con parole ripetitive. Una parola continua a ripetersi. Quali saranno i tuoi pensieri a riguardo? Ovviamente, Male! Male! Male! Quindi non commettere lo stesso errore.
  • Le parole chiave a coda lunga sono le nuove tendenze: sono parole chiave che contengono frasi. In generale, ci sono da due a tre frasi in una singola parola chiave a coda lunga. Questa è la nuova tendenza. Provalo.
2 Più micrositi/sottodomini

Molti proprietari di siti Web commettono l'errore di pensare che suddividere il contenuto del sito Web in micrositi/sottodomini e mantenerli idealmente ottimizzati avrebbe ottenuto più successo. Sfortunatamente, non è così quando si tratta di pratiche SEO. Dividendo gli sforzi in questo modo, i proprietari di siti Web ottengono essenzialmente un risultato inferiore rispetto ai risultati che otterrebbero durante l'ottimizzazione per un sito Web nella sua interezza. L'ottimizzazione della SEO per un sito Web è molto più efficace rispetto alla gestione di più micrositi.

Scherzo-

Non coinvolgere mai nei micrositi multipli. Tuttavia, se sei uno di questi 5, ti consiglio di unire i tuoi sottodomini. Dai un'occhiata a questi marcatori:

  • Il tuo sito principale e il tuo microsito si trovano nella stessa nicchia e coprono lo stesso pubblico di destinazione.
  • Il tuo microsito sta generando traffico organico che è prezioso per te.
  • Si modifica periodicamente il contenuto per evitare la penalità del contenuto copiato.
  • La tua analisi mostra che il tuo microsito è uno dei principali riferimenti ai contenuti del tuo sito web principale.
  • Rapporti separatamente su due diversi siti Web e quindi unisci i numeri per verificare le prestazioni complessive.

Se stai affrontando i problemi di cui sopra, ti suggerisco di unire il microsito al tuo sito web principale. Per maggiori dettagli, puoi controllare questo link.

3 Targeting solo 1 motore di ricerca

Non commettere l'errore di scegliere come target un solo motore di ricerca. Anche se è vero che Google è un popolare motore di ricerca che ha accumulato molti utenti online, si consiglia vivamente di mantenere diversi portafogli di traffico. Dai un'occhiata obiettiva alle statistiche del tuo sito web: quale percentuale contribuiscono i visitatori di Google? Ci sono altri utenti che utilizzano altri motori di ricerca? Come puoi perfezionare le tue pratiche SEO e gli sforzi per ottenere traffico da altri motori di ricerca? Tieni presente che non tutti usano Chrome. Uno di questi esempi sarebbero alcuni dati demografici degli utenti di iPhone. Concentrandoti su un solo motore di ricerca, perdi opportunità che derivano da altre potenziali fonti di traffico, perché restringere la tua finestra di opportunità?

Scherzo-

  • Ora, vedi, ci sono così tante pratiche che potresti voler provare. Pensaci, sei sicuro che il tuo pubblico di destinazione utilizzi solo Google? Il targeting di un solo motore di ricerca ha la stessa irrilevanza della mia domanda. Guarda i fatti e le cifre che ho. Secondo Rand Fishkin di MOZ, Google è utilizzato dal 68,9% del totale degli utenti di Internet.
  • La mia semplice domanda è quando il 68,9% è diventato equivalente al 100%. Questo è proprio come un bambino che ha tentato il foglio delle domande solo del 70%. Ora, quel ragazzo ha qualche possibilità di segnare 80 o 90 punti? Ovviamente no. Non c'è alcuna possibilità per il bambino di ottenere 70+. Non credo di doverti dare una spiegazione dettagliata per questo. Quindi, proprio come nel caso precedente, non puoi aspettarti un successo del 100% o anche della metà quando la tua connettività non è piena.
  • Al giorno d'oggi, anche la tendenza della ricerca verticale è aumentata. Se vuoi penetrare più a fondo nel mercato, devi mettere le mani nella terra. Quindi, smetti di prendere di mira un motore di ricerca. Nessuno sa quando quel motore di ricerca si fermerà e tutto il tuo lavoro sarà annullato in un lampo. Quindi, tieniti equipaggiato con tutti i motori di ricerca che puoi avere per avere un traffico organico sano e completo.
4 Trascurare i segnali sociali

La rotazione delle pratiche SEO solo attorno a collegamenti, codice e contenuto è un processo di pratica obsoleto considerando il comportamento di Internet degli utenti di oggi. Sebbene sia ancora importante che gli imprenditori mantengano tali pratiche SEO, non si dovrebbero trascurare anche i segnali sociali. I social media creano un impatto significativo sulle classifiche SEO in questi giorni poiché servono come un modo ottimale per attirare interesse, backlink di qualità e trazione del sito web. Assicurati di incorporare le piattaforme dei social media nella tua strategia SEO.

Scherzo-

  • Ora, questo problema ha resistito intorno al 2014, quando c'era un ambiente di confusione se il motore di ricerca prendesse in considerazione qualcosa come i Mi piace e la condivisione nei social media mentre si posizionava nella sua SERP?
  • Questa confusione è stata poi interrotta dal chiarimento di Matt Cutts di Google. Ha detto che Google non guarda il numero di condivisioni, Mi piace o follower durante la classifica del sito web. Ciò crea ulteriore confusione poiché il suo commento precedente afferma che i social media svolgono un ruolo significativo nel disegnare SEO organico. Tuttavia, è stato chiarito che entrambe le dichiarazioni di Matt erano valide e non contraddittorie.
  • C'è un effetto a catena quando i social media agiscono. I social media informano il bot del motore di ricerca su quale argomento è di tendenza o meno. Quindi, il motore di ricerca sa quando il tuo coinvolgimento è più alto attraverso i segnali sociali.
5 Esca di collegamento

Link Baiting è una delle peggiori pratiche SEO obsolete a cui aggrapparsi, soprattutto quando la pertinenza è un requisito quando si tratta di ottimizzazione dei motori di ricerca. L'uso di collegamenti irrilevanti sfocati può effettivamente costarti parecchio invece di avvantaggiarti in questi giorni: più i tuoi collegamenti sono irrilevanti, maggiore è la tua frequenza di rimbalzo. Maggiore è la frequenza di rimbalzo, minore sarà il posizionamento nei motori di ricerca poiché i motori di ricerca ritengono il tuo sito Web inutile. Invece di creare link baiting, utilizza contenuti che corrispondano perfettamente al contenuto del tuo sito Web, in modo da aggiungere valore, incoraggiando così più visitatori online.

Scherzo-

  • Ora, come ho detto sopra, la pertinenza è un requisito al giorno d'oggi. Non stai scrivendo o pubblicando per le macchine, lo stai facendo per gli umani. Un essere umano comprende il fattore di pertinenza. Ora, pensa solo per un minuto. se stai vedendo un articolo sui sigari e poi ti ho dato un link sulla moda degli attori. Come puoi dirlo come pertinente?
  • Le persone sono intelligenti al giorno d'oggi, capiscono cosa sta succedendo e perché. Quindi, spamming in giro non è una grande idea. Se esca i collegamenti, la frequenza di rimbalzo aumenta in modo esponenziale. E non va bene nemmeno per l'immagine del marchio del tuo sito web. Quindi, fai attenzione ed evita questo processo di link baiting.
6 Scarso backlink

Parlando di link, il concetto di più link equivale a classifiche migliori è un altro esempio di pratiche SEO obsolete da scartare. I backlink in questi giorni devono essere pertinenti, la qualità dovrebbe essere l'obiettivo anziché la quantità. Il backlink a directory dubbie, siti di articoli e altre posizioni imprecise può portare Google e altri motori di ricerca a penalizzarti. Assicurati che i tuoi backlink provengano da siti autorevoli con classifiche sane!

Scherzo-

  • Per prima cosa, "Tutti i backlink non sono buoni". C'era un mito che afferma che tutti i backlink sono utili. Tuttavia, non è vero. Con il suo nuovo algoritmo, Google sottolinea la pertinenza e la qualità. Quindi, i backlink devono essere siti web di qualità e devono essere pertinenti alla natura del tuo sito web e dei tuoi contenuti.
  • Le tattiche di backlink spam possono causare danni. Sì, provaci e vedrai nel frattempo come il motore di ricerca ti sta punendo per aver diffuso spam. Penso che tu non voglia correre questo rischio. Quindi, evitalo. Usa solo backlink pertinenti e di qualità. Tutto andrà al meglio.
7 Corrispondenza dei nomi di dominio con le parole chiave di destinazione

Abbinare le parole chiave target ai tuoi nomi di dominio potrebbe essere stata una pratica SEO che ha funzionato in passato. Ma con il passare del tempo, questa pratica SEO funge invece da danno poiché crea l'impressione di inaffidabilità. Questi tipi di nomi di dominio non suonano come vere identità di marca e possono effettivamente impedirti di ottenere i clic che meriti. I domini con parole chiave target ottengono scarsi risultati quando si tratta di content marketing e ottengono menzioni dalla stampa poiché non sembrano credibili.

Scherzo-

È molto semplice da risolvere. Exact Matching Domains (EMD) e Partial Matching Domains (PMD) sono ormai storie. Per evitare eventuali conflitti futuri, attenersi alla seguente procedura.

  • URL spam inutili (non dovrebbe sembrare spam)
  • Usa URL brevi.
  • Usa qualcosa di più intelligente per ottenere un nome .com.
  • Prova qualcosa di più orecchiabile. Un dominio accattivante può aiutarti a stabilire un'autorità.
  • Dal momento che Google smette di dargli la preferenza dopo il 2012, allora perché preoccuparsi.
8 Determinazione della difficoltà di posizionamento utilizzando la "concorrenza" di AdWords

Non basare la ricerca delle parole chiave sul CPC oi punteggi della concorrenza su Google Adwords! Non sono correlati alla difficoltà di posizionamento quando si tratta di risultati SEO organici! Non offrono informazioni sulla densità e sulla natura qualitativa dei contenuti del tuo concorrente, né mostrano quale tipo di link e menzioni sui social utilizza la tua concorrenza. Ci sono altri fattori che contribuiscono alla competizione e quanto difficile possa essere la classifica, quindi mentre è utile tenere d'occhio i punteggi, dovrebbero servire solo come guida approssimativa.

Scherzo-

L'utilizzo di un CPC per l'analisi della difficoltà di posizionamento è sempre stato insufficiente. I dati sono incompleti, quindi anche i dati incompleti sono irrilevanti. Quindi, non c'è cattura. Smetti di usarlo e vai avanti.

9 Concentrarsi esclusivamente sulla classifica

A proposito di pratiche SEO obsolete, concentrarsi esclusivamente sulle classifiche non è più una pratica SEO efficace. Sebbene ottenere buoni risultati in classifica sia un risultato desiderabile, il gioco SEO da allora ha cambiato la propria priorità in frasi a coda lunga. Concentrati invece sul traffico a coda lunga e tienine traccia facendo buon uso delle strategie di marketing dei contenuti!

Scherzo-

Voglio fare una battuta su questo particolare punto annotando alcuni fattori del perché concentrarsi esclusivamente sul posizionamento è dannoso per la SEO. Quindi, questi fungeranno da motivo per smettere di concentrarsi esclusivamente sulla SEO.

  • Finisci per mettere tutto lo sforzo su un motore di ricerca, non sugli utenti.
  • Ciò si tradurrà in un aumento dell'onere sulle risorse.
  • Non è un chiaro riflesso del successo SEO.
  • Le parole chiave sono sempre più difficili da tracciare con precisione.
  • Ti stai limitando enormemente.
10 Contenuto scadente

I motori di ricerca come Google utilizzano l'indicizzazione semantica latente, che è un metodo per identificare modelli di relazione tra termini e concetti in raccolte di testo non strutturate. Quindi, invece di scrivere contenuti basati sulla copertura delle parole chiave, i contenuti user-friendly dovrebbero avere la priorità.

Scherzo-

Il modo in cui definiscono un contenuto scadente è molto profondo. Tuttavia, mi piacerebbe dare una risposta su cosa sia una buona scrittura. Apporta queste modifiche ai contenuti nel tuo post. Troverai un sacco di differenza,

  • Le parole chiave devono essere distribuite su almeno il 2% – 5% del conteggio totale delle parole.
  • I siti Web con più pubblicità rispetto al contenuto scenderanno nelle classifiche SERP.
  • I crawler dei motori di ricerca sono molto complicati. Identificano i contenuti scadenti controllando gli errori di ortografia o grammaticali. Assumi uno scrittore se hai problemi a scrivere meccaniche.
  • Non vendere duramente i tuoi prodotti. Questo può far cadere il tuo sito web. Offri ai tuoi visitatori alcune informazioni utili.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More