Progettazione UI/UX per utenti con dislessia

0

Attualmente, le aziende di tutte le scale stanno lavorando per migliorare la loro inclusività. Questa lodevole iniziativa consente alle persone di ottenere i benefici dei beni e dei servizi indipendentemente dai loro limiti di salute.

Anche i servizi digitali stanno cercando di abbracciare l'inclusività, con le industrie di sviluppo web e mobile che guidano questa gara. Instagram ha recentemente lanciato un aggiornamento della sua app con due funzioni di accessibilità, testo alternativo automatico e testo alternativo personalizzato.

Queste funzionalità consentono agli utenti ipovedenti di ottenere la migliore esperienza dall'utilizzo dell'app.

Attualmente, l'industria sta ancora imparando a creare progetti UX/UI inclusivi che siano ugualmente user-friendly per persone diverse. In questo testo troverai informazioni sulla progettazione di UI/UX per utenti con dislessia.

Se ti chiedi perché è importante, ecco un fatto: sulla base dei suoi studi, lo Yale Center for Dyslexia & Creativity è arrivato alla conclusione che fino al venti percento della popolazione mondiale potrebbe soffrire di dislessia in una certa misura. Cioè, due utenti su dieci della tua app o del tuo sito Web potrebbero non essere in grado di ottenere un'esperienza utente decente durante l'utilizzo.

Consapevolezza della dislessia

La dislessia è una condizione che causa difficoltà nella scrittura, nell'ortografia e nella lettura in bambini e adulti di tutte le età, etnie, stati sociali e livelli di intelligenza. La dislessia è una comune disabilità neurologica dell'apprendimento che non è del tutto curabile. Non è contagioso e non ereditabile. Questa condizione non ha nulla a che fare con la pigrizia e la riluttanza a studiare. Sebbene questa disabilità dell'apprendimento basata sul linguaggio non sia curabile, non impedisce automaticamente alle persone con questa condizione di avere successo accademico, professionale e personale. Con un intervento adeguato e l'assistenza tecnologica, i dislessici possono condurre una vita di successo proprio come tutti gli altri.

Alcune delle persone famose e di successo hanno la dislessia. Ad Albert Einstein, Richard Branson, Tom Cruise, Jim Carrey, Walt Disney e Whoopi Goldberg è stata diagnosticata la dislessia. Questa condizione non ha impedito a John F Kennedy, George Washington e George W Bush di diventare presidenti degli Stati Uniti. Quando non viene diagnosticata e affrontata adeguatamente, la dislessia può causare scarso rendimento scolastico, molta ansia, frustrazione e bassa autostima.

Ci sono anche aspetti legali per rendere il web accessibile a tutti. È possibile controllare le risorse delle politiche di accessibilità Web WAI per visualizzare gli articoli sulle politiche legali relative all'accessibilità.

Progettare per la dislessia

L'istruzione moderna è altamente digitalizzata. Molto spesso, i bambini imparano le basi della lettura e della scrittura dai loro iPad. Tuttavia, non sono l'unico gruppo che necessita di soluzioni accessibili. Diverse persone in tutto il mondo hanno bisogno di strumenti Web e mobili accessibili che possano utilizzare e di cui trarre vantaggio indipendentemente dai loro limiti.

Esistono già alcune soluzioni educative digitali di discreto successo per i dislessici. Tra questi ci sono app come Leo, Teen and Adults Phonics Library, Knoword, Reading Machine e Draw Something. Dai un'occhiata per trovare l'ispirazione quando lavori sul design adatto ai dislessici del tuo prodotto.

Progettare UX e UI per la dislessia potrebbe essere più difficile che creare una normale app web o mobile. In questo caso, un designer deve fare di più che seguire semplicemente le migliori pratiche del settore. Per progettare una UX/UI a misura di dislessico bisogna stare al passo con i recenti sviluppi in questo settore e seguire le linee guida che si sono già dimostrate vincenti. Quando rendi il tuo sito web o la tua app facile da usare per i dislessici, è meglio lavorare con designer che hanno un'esperienza di successo rilevante e possono mostrarti i loro portafogli o case study.

Quando rendi il tuo prodotto accessibile a un gruppo particolare di persone, seguire le migliori pratiche per il caso non è sufficiente. Dovresti sempre lasciare che il pubblico di destinazione provi il prodotto per vedere come interagisce con esso. Anche dopo un accurato test di garanzia della qualità, potrebbe esserci un problema che solo un dislessico può notare. Indipendentemente dal prodotto digitale che progetti, devi sempre tenere d'occhio i suoi utenti. Una soluzione che ti sembra la migliore potrebbe essere fonte di confusione e sfavorevole per le persone che la stanno effettivamente utilizzando.

Migliori pratiche di progettazione di UX/UI per i dislessici

Una UX/UI accessibile, user-friendly per i dislessici può essere sviluppata come segue:

  • Contrasto elevato e dislessia non corrispondono bene. Le persone con dislessia spesso trovano difficile leggere i testi sugli schermi con livelli di contrasto elevati. Dal loro punto di vista, sembra che le lettere, le parole e le linee stiano "danzando", cambiando posizione e dando filo da torcere al lettore. colori. Scegli il testo grigio scuro invece del nero quando lavori con uno sfondo bianco. Non influirà sulla chiarezza e sulla leggibilità per gli utenti normali, ma migliorerà significativamente per i dislessici.

  • Fai attenzione ai caratteri. I caratteri, adatti alla dislessia, hanno una maggiore interlinea ed elementi tipografici distinti per le lettere che di solito creano confusione per loro. Ci sono caratteri su misura per i dislessici come Dyslexie o Open Dyslexic. Un font Comic Sans spesso ridicolizzato funziona sorprendentemente bene anche per questo pubblico. Il motivo è abbastanza semplice: le lettere in questo font hanno ampi spazi tra di loro e hanno elementi tipografici unici che aiutano gli utenti a distinguere più facilmente lettere simili. Quando la scelta del carattere è limitata alle opzioni normali, scegli Arial, Century Gothic, Tahoma, Trebuchet o Verdana.

  • Mantieni il testo breve. Questo consiglio riguarda le righe di testo in particolare e gli schermi in generale. Gli studi suggeriscono che una riga su uno schermo non dovrebbe superare i 45 caratteri per una migliore comprensione. Inoltre, non è consigliabile scegliere caratteri più piccoli di dodici o quattordici punti.

  • Non sovraccaricare lo stile del testo. Sebbene le lettere tendano a danzare agli occhi dei dislessici, vestirle con fantasiosi corsivi e sottolineature non migliorerà le cose. Per rendere i punti chiave del testo chiari per i dislessici, usa il grassetto. Puoi enfatizzare importanti blocchi di testo anche con caselle e lettere minuscole di caratteri più grandi.

  • Incorporare strumenti di leggibilità. Offri ai tuoi utenti più modi per comprendere i testi nel tuo prodotto abilitando gli strumenti di leggibilità. I dislessici e gli utenti ipovedenti beneficeranno notevolmente di una funzione di conversione da testo ad audio. Puoi implementare questa funzione in uno dei due modi: utilizzare uno strumento automatizzato di terze parti o includere clip audio di qualcuno che legge le aree di testo nel prodotto.

  • Funzionalità divisa. Quando ci sono troppe funzioni in una schermata, prova a diminuire il numero di funzioni o a dividere lo schermo in due. È meglio avere diverse schermate di app extra chiare rispetto a diverse schermate sovraccariche che potrebbero causare difficoltà agli utenti nell'adattarsi ad esse.

  • Dai priorità alla flessibilità. Quando si progetta per utenti dislessici, è prioritario creare un prodotto flessibile. Non sarebbe dannoso costruire diversi percorsi per raggiungere la stessa destinazione per i tuoi utenti. Evita di creare angoli ciechi che indurranno i tuoi utenti a ripetere passaggi lunghi e complessi e a digitare nuovamente righe di testo. Nessun singolo utente sarebbe felice di farlo.

  • Consenti la personalizzazione. Un designer può scegliere la migliore combinazione possibile di colori, contrasti, caratteri e stili. Tuttavia, per alcuni degli utenti del tuo prodotto digitale, le scelte predeterminate potrebbero essere ancora sfavorevoli. Non sarebbe dannoso consentire un ragionevole livello di personalizzazione del design. Consenti agli utenti di scegliere i caratteri, l'ingrandimento del testo, i colori del testo e dello sfondo.

  • Potenzia il testo con la grafica. Quando possibile, usa le icone per supportare il testo o usale al posto del testo per una migliore comprensione. Immagini e video dovrebbero aiutare i testi e rendere il design più chiaro e migliorarne l'accessibilità. Accompagna i video con didascalie per gli utenti ipovedenti.

  • Utilizza la compilazione automatica, i promemoria e i suggerimenti. Non fare in modo che gli utenti della tua app ricordino tutto ciò che hanno digitato e cercato nella tua app. L'abilitazione di un campo di ricerca simile a Google con suggerimenti dalla cronologia di un utente sarà molto utile. Quando possibile, dai consigli ai tuoi utenti.

  • Incorpora la correzione automatica. È fastidioso quando un'app non ti capisce semplicemente perché hai scritto male una lettera. Servizi come Pinterest indovinano cosa intende l'utente e offrono loro opzioni tra cui scegliere. Tale caratteristica può essere preziosa per gli utenti dislessici. Sarà utile anche per il pubblico più giovane e per i non madrelingua.

  • Più semplice è meglio. Non sovraccaricare il tuo design con elementi non necessari che possono potenzialmente distrarre e confondere i tuoi utenti. Il design UX/UI per la dislessia dovrebbe ridurre il carico cognitivo per l'utente. Dovrebbe essere il più chiaro e privo di distrazioni possibile.

Cattive pratiche per la progettazione della dislessia

Ci sono alcune pratiche UX/UI che sembrano logiche e utili agli sviluppatori e agli utenti regolari, ma sono in qualche modo sfavorevoli per i dislessici. Ecco una breve panoramica delle cattive pratiche che dovresti evitare:

  • Grandi blocchi di testo pesante. Sebbene sembrino una buona opzione per comprimere più testo possibile in uno schermo, sono sempre una scelta sbagliata in termini di leggibilità e facilità d'uso.

  • Schermi travolgenti. Non comprimere tutto in una schermata. Secondo le recenti tendenze di sviluppo e design di app mobili e web, il minimalismo è il nuovo nero. Dai un'occhiata alla pagina del profilo Instagram. Non vedi tutte le funzionalità dell'app su di esso. Non ci sono distrazioni e rumore visivo.

  • Doppia spaziatura alla fine della frase. Qualcuno potrebbe pensare che i doppi spazi alla fine delle frasi rendano il testo più chiaro. Tuttavia, non è il caso per gli utenti con dislessia. La doppia spaziatura rende il testo sfocato come un fiume agli occhi di un dislessico.

  • Uso di pulsanti vaghi. Quando un pulsante dice "Fai clic qui", il suo significato è chiaro per lo sviluppatore e il creatore dell'app, ma potrebbe non essere così ovvio per gli utenti dislessici. Rendi i comandi sui pulsanti il ​​più semplici e inequivocabili possibile.

  • Tutte le informazioni in una pagina. Mentre potrebbe essere logico mettere tutte le informazioni su una cosa in un unico posto, non è una buona idea per gli utenti dislessici. Offri ai tuoi utenti la possibilità di accedere agli stessi dati utilizzando diversi percorsi.

Pensieri finali

Internet è emerso come una tecnologia accessibile a tutti. Sviluppatori e progettisti dovrebbero mantenere la tecnologia digitale non discriminatoria per tutti i tipi di utenti, indipendentemente da quanto avanzata e complessa diventi.

Lo sviluppo della tecnologia degli smartphone ha portato milioni di persone a trasferirsi sui dispositivi mobili come fonte primaria di comunicazione, interazione e intrattenimento online. La creazione di app Web e mobili tenendo presente l'accessibilità dovrebbe diventare una seconda natura per sviluppatori e designer.

Il tema dell'accessibilità per i dislessici è da tempo studiato e ci sono già alcune buone pratiche che puoi utilizzare per il tuo progetto. Non c'è nulla di straordinariamente complesso nel rendere il design del tuo prodotto digitale accessibile agli utenti con dislessia. L'accessibilità non toglierà l'eleganza e l'eleganza del tuo prodotto. Come bonus, lo renderà più enfatico e umano. Dopotutto, le informazioni dovrebbero essere accessibili a tutti, poiché sono una parte inseparabile della nostra vita.

Risorse per lavorare con la dislessia:

Di seguito troverai un elenco di risorse aggiornate pertinenti che possono aiutarti a creare progetti UX/UI migliori per gli utenti con dislessia:

  1. 20 risorse di progettazione per facilitare l'apprendimento nei bambini dislessici
  2. British Dyslexia Association: guida allo stile della dislessia
  3. Pianeta UX: progettare per la dislessia
  4. Dislessia International i (risorsa informativa senza scopo di lucro)
  5. The Helen Arkell Dyslexia Center (beneficenza e risorsa informativa)
  6. Associazione Internazionale Dislessia
  7. Usabilla: come progettare per la dislessia
Fonte di registrazione: instantshift.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More