Problemi SEO comuni di WordPress e come risolverli

5

Ci sono così tante cose che si possono dire su questo argomento e la verità è che tutto ciò che è collegato all'ottimizzazione dei motori di ricerca è difficile da capire se non si ha molta esperienza sull'argomento. Senza ombra di dubbio, l'installazione di WordPress è ottima per la SEO dal momento in cui viene installata. Tuttavia, puoi migliorarlo molto.

Ogni volta che appare una nuova versione di WordPress, i problemi sono risolti. Vediamo nuovi plug-in apparire ogni singolo giorno ed è bello vedere il fatto che la maggior parte delle modifiche sono molto utili per la persona che non ha molta conoscenza della creazione del sito. In pratica puoi creare il tuo sito esattamente come lo desideri, ma ne ottieni il massimo?

WordPress è una piattaforma completamente personalizzabile, con conoscenze tecniche limitate necessarie. A causa dell'eccessiva possibilità di personalizzazione, molti finiscono per commettere errori.

La maggior parte delle persone che hanno WordPress installato commettono errori SEO a causa della mancanza di conoscenza dell'ottimizzazione dei motori di ricerca. Questo è del tutto normale. Per aiutare la maggior parte dei proprietari di siti là fuori che utilizzano questo CMS, diamo un'occhiata ai problemi di ottimizzazione più comuni che compaiono in modo che tu possa risolverli il prima possibile.

Tag Meta o H1 impropri

I contenuti duplicati sono un grosso problema nella SEO. Può distruggere le classifiche e può persino portare a una penalità di Google. Man mano che il tuo sito WordPress cresce in termini di quantità di contenuti, puoi ritrovarti con duplicati. Allo stesso tempo, molti usano solo meta tag e tag H1 uguali o molto simili per pagine diverse. Questa è davvero una pessima idea.

Ogni singola pagina del sito web deve essere unica. Ha bisogno dei propri meta tag. Ciò dovrebbe includere descrizioni, parole chiave e titoli diversi.

Non usare mai troppe parole chiave in tali tag poiché questo è un altro errore comune. Alcuni anni fa ha funzionato semplicemente riempiendo tag H1 e Meta tag con parole chiave. Ora è visto come spam e a nessun motore di ricerca piace vederlo.

Usare da cinque a sette parole per il tag H1 o Title è davvero una buona idea, quando possibile. Assicurati di aggiungere un buon plug-in SEO e di imparare a configurarlo correttamente. Ce ne sono fondamentalmente così tanti là fuori. Scegline uno che abbia buone recensioni e che automatizzi il maggior numero possibile di attività SEO. Questo è particolarmente importante nel caso in cui tu non sappia molto su questo argomento.

Un consiglio in più che dovremmo aggiungere è: assicurati che i titoli e le descrizioni contengano una sorta di invito all'azione. Questo perché vuoi che una persona faccia clic sul risultato della ricerca quando appare in un motore di ricerca. I meta tag per titoli e descrizioni sono quelli che lo fanno.

Scelta di un tema improprio

Scegliere un tema WordPress in base a come appare non è necessariamente una buona idea. Certo, vuoi avere un blog/sito che abbia un certo aspetto, ma se il tema non è costruito correttamente o se l'ultimo aggiornamento è stato fatto più di 1 anno fa, potresti trovarti di fronte a un problema senza nemmeno rendertene conto.

Per fare un semplice esempio, alcuni temi contengono troppo codice HTML. Di solito rallentano il caricamento del sito. Nonostante non sia uno dei principali fattori di ranking considerati da Google, il tempo di caricamento della pagina conta molto in questi giorni per poter scalare qualche posizione extra in SERP.

Mentre analizzare un tema per vedere se è perfetto è difficile, una regola generale è usare temi che vengono aggiornati il ​​più spesso possibile. Allo stesso tempo, hai bisogno di un tema che sia reattivo e anche se potrebbe non piacerti, dovresti tenere conto del fatto che i temi a pagamento sono solitamente molto migliori per il SEO.

Troppi link sulla homepage

Questo è un altro errore SEO comune di WordPress di cui le persone non sanno nulla. Ancora una volta, vediamo temi che includono collegamenti, soprattutto quando sono gratuiti. Alcuni di loro sono dotati di 3-5 collegamenti. In molte situazioni questi collegamenti sono totalmente irrilevanti. Possono anche portare a contenuti discutibili a cui non vuoi collegarti.

Allo stesso tempo, disponiamo di plug-in che aggiungono automaticamente alcuni collegamenti alla tua home page, di solito nella regione della barra laterale quando viene utilizzato un widget. Fai attenzione anche a quelli perché se teniamo conto anche dei link che aggiungi naturalmente alla home page, puoi finire con troppi.

Come regola generale, cerca di non superare i 20 link sulla home page. Alcuni specialisti ti diranno che dovresti avere 40 al massimo, ma 20 è sempre meglio. Tieni presente che questo include collegamenti esterni e interni. Devi sempre includere i collegamenti più importanti che hai poiché sono quelli che sono i più importanti.

Non aggiungere testo alternativo alle immagini

Continuiamo a leggere dell'importanza del testo per la SEO e tendiamo a dimenticarci dell'ottimizzazione delle immagini. La maggior parte dei proprietari di siti aggiunge semplicemente le immagini e vengono commessi errori. Ci sono fondamentalmente 2 errori che sono possibili:

  • Non utilizzare parole chiave nel nome del file dell'immagine
  • Non usare il testo alternativo

Con il nome del file dell'immagine, la soluzione è semplice: rinomina il file in modo appropriato prima di caricarlo su WordPress. Quando si fa riferimento all'alt text, tutto quello che devi fare è aggiungerlo nell'apposito campo quando vuoi inserire l'immagine nel tuo post. Tieni presente che lo stesso problema di contenuto duplicato si applica alle immagini. Ciò significa che ogni singola descrizione dell'immagine deve essere diversa.

Contenuto duplicato

Abbiamo parlato molto di contenuti duplicati sopra, ma ora dobbiamo fare riferimento al contenuto duplicato che appare a causa di effettivi problemi relativi a WordPress. Il problema più grande appare con l'aggiunta di articoli a più categorie e l'aggiunta di troppi tag per il post. Ad esempio, se hai molti tag diversi utilizzati per un solo post, hai contenuti duplicati sul tuo sito.

La soluzione a questo problema non è affatto difficile. L'installazione di un plug-in WordPress SEO come All-In-One SEO o WordPress SEO di Yoast risolverà automaticamente questo problema aggiungendo tag "nofollow" alle pagine Tag e persino alle categorie. La soluzione migliore sarebbe organizzare meglio i tuoi contenuti. Ciò significa che tu crei una mappa del sito adeguatamente organizzata quando fai riferimento all'uso di tag e categorie. Ad esempio, se gestisci un sito di fitness e parli di nutrizione, usa una categoria per tutti i post relativi agli integratori proteici e aggiungi tag basati su il tipo di proteina di cui parli. Ciò includerà più post nelle pagine dei tag e nelle pagine delle categorie. Se non hai molta esperienza SEO, è meglio semplicemente cercare l'aiuto automatico che ricevi dai plug-in SEO .

Impostazioni permalink errate

Molto probabilmente, questo è l'unico fatto di cui continui a sentire parlare ogni volta che parli di WordPress SEO. È un peccato notare che questo problema esiste ancora poiché tutti ne parlano. Mentre gli articoli esistono e ti viene detto che dovresti cambiare i tuoi permalink, in realtà non ti viene detto come farlo.

Esistono diverse opzioni di permalink disponibili per te e che puoi utilizzare. Una buona soluzione sarebbe assicurarsi di includere la categoria (se le categorie sono parole chiave pertinenti) e il nome del post nel permalink.

Una struttura come "/%category%/%postname%/" è quasi sempre l'approccio migliore. Questo perché è ottimo dal punto di vista dell'ottimizzazione dei motori di ricerca e dal punto di vista dell'esperienza dei visitatori. Il visitatore saprà automaticamente di cosa tratta il post quando vede il link. Dovremmo anche aggiungere il fatto che l'utilizzo di una tale struttura creerà un contenuto evergreen, nel senso che non vi è alcuna data allegata ad esso nel permalink.

Il problema della mappa del sito

La tua installazione di WordPress non ha una mappa del sito che viene fornita con essa pronta all'uso. Quando aggiungi uno dei plugin SEO menzionati, viene creata la mappa del sito. In alternativa, ci sono plug-in che offrono un maggiore controllo e che possono aiutarti a configurare diverse sitemap.

Il grosso problema è che non puoi semplicemente aggiungere la mappa del sito al tuo sito e aspettarti dei risultati. I motori di ricerca non li rilevano automaticamente. Assicurati di inviare la tua mappa del sito agli Strumenti per i Webmaster di Google e agli Strumenti per i Webmaster di Bing. Questo è qualcosa che la maggior parte dei proprietari di siti WordPress non fa.

Non aggiungere collegamenti interni rilevanti nel post

Avere una mappa del sito davvero forte è qualcosa che aiuta molto, ma non è necessariamente il motivo principale per cui vuoi aggiungere collegamenti interni nei post che pubblichi. Se ci sono post che aggiungerebbero più valore all'articolo che hai scritto, assicurati di aggiungere i link interni. Ad esempio, usiamo l'esempio degli integratori proteici sopra. Se scrivi un articolo sulle proteine ​​della soia e menzioni la differenza con le proteine ​​del siero di latte, puoi aggiungere un collegamento all'interno dell'articolo all'articolo che parla delle proteine ​​del siero di latte.

Dovremmo aggiungere il fatto che questo non significa che dovresti aggiungere quanti più collegamenti possibile. Concentrati solo su quelli pertinenti poiché desideri che i visitatori facciano clic su tali collegamenti. Quando ciò accade, aumenti il ​​tempo trascorso sul sito dai visitatori, che è sicuramente qualcosa che viene preso in considerazione dai motori di ricerca. La frequenza di rimbalzo è ridotta e ottieni un sito che sostanzialmente funziona meglio, il che conta per le classifiche.

Non usare post correlati

Anche se non stai perdendo i collegamenti interni nell'articolo del tuo post, devi almeno sfruttare l'opportunità di aggiungere post correlati. Aggiungerli entrambi è un'ottima idea, a meno che tu non abbia già troppi link nelle pagine, come già detto sopra.

Il motivo per cui si desidera aggiungere i post correlati è lo stesso menzionato sopra con i relativi collegamenti interni. Assicurati solo che il plug-in che utilizzi scelga correttamente i post correlati.

Aggiunta di troppi plug-in

I plug-in sono fantastici. Sono davvero utili. Lo sappiamo tutti. Il problema con molti proprietari di siti WordPress è che semplicemente ne aggiungono troppi. Ciò di cui potresti non essere a conoscenza è che puoi facilmente finire con un sito Web che si carica molto più lentamente quando aggiungi plug-in che consumano troppe risorse del server. Ciò influenzerà le tue classifiche, anche se potresti non pensare che sia così.

Assicurati di utilizzare solo i plug-in di cui hai effettivamente bisogno. Inoltre, usa solo quelli che consumano una discreta quantità di risorse e che sono costantemente aggiornati. Aggiornali non appena è disponibile una nuova versione ed esegui dei test per vedere qual è la velocità di caricamento del tuo sito. Nel caso in cui sia troppo alto, ti consigliamo di rimuovere semplicemente alcuni plug-in, quelli che non sono necessari.

Conclusioni

Questi sono solo alcuni dei vari errori SEO di WordPress che i proprietari di siti tendono a commettere. Se ne possono citare molti altri. Tuttavia, se riesci ad apportare le modifiche sopra menzionate, avrai una struttura del sito complessivamente migliore, che è quello che vuoi avere.

Indipendentemente da ciò che fai per quanto riguarda l'ottimizzazione dei motori di ricerca, devi anche rimanere concentrato sulla qualità dei contenuti che offri. Questo è molto più importante della SEO perché vuoi che ai tuoi visitatori piaccia davvero ciò che è scritto. Se ciò accade, otterrai backlink in modo naturale e i problemi che potresti avere a causa di un problema tecnico potrebbero essere coperti. Tuttavia, una struttura impropria e la mancata attenzione ai fatti menzionati danneggeranno il tuo sito a lungo termine e le tue classifiche saranno limitate.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More