Come ridurre lo stress sul lavoro – Kit di 10 suggerimenti – Il positivo quotidiano

12

I 10 suggerimenti di seguito sono un toolkit efficace per ridurre lo stress sul lavoro. Se combinato insieme, questo è un approccio olistico per il riequilibrio che è semplice, testato ed efficace, aiutando le persone stressate a ritrovare la compostezza, un senso di controllo e creare calma interiore in mezzo a qualsiasi fattore scatenante lo stress sia in agguato.

Dal momento in cui ti svegli al mattino fino al momento in cui vai a dormire, ci sono aggiustamenti che puoi apportare al tuo "modo di essere" e al tuo "modo di fare" che ridurranno lo stress legato al lavoro…

1 Scegli il tono

Ti svegli automaticamente con uno stato d’animo. Fai oscillare i piedi fuori dal letto e li metti sul pavimento e proprio in quel momento c’è già un’energia predefinita in corso dentro di te. Potrebbe essere buono o potrebbe essere cupo. Se sei stressato al lavoro, è sicuro dire che probabilmente ti stai svegliando con un umore non ottimale prima ancora di arrivare al lavoro.

Se non osservi consapevolmente quell’umore non appena ti svegli e poi lo aggiusti in modo proattivo a un tono che funzioni meglio per te, allora porterai quell’umore predefinito con te per il resto della giornata e sanguinerà in Tutto quanto. Influirà sui tipi di pensieri che hai, su come ti senti, su come reagisci a tutti quelli che ti circondano e influirà drasticamente sulla tua capacità di far fronte ai fattori scatenanti dello stress.

In alternativa, se scegli consapevolmente un tono per la tua giornata che funzioni per te, e quindi sei più positivo e calmo all’inizio, è meno probabile che reagirai ai tuoi fattori scatenanti e soccomberai ad essi con una reazione stressante.

Per scegliere un tono per la giornata e crearlo, pensa semplicemente a come vuoi sentirti e come vuoi che vada la tua giornata. Quindi impegnarsi in:

  • dialogo interiore positivo di base, affermando ripetutamente a te stesso il tipo di sentimento preferito e il tipo di giornata che vuoi avere, e/o
  • ascolta la musica energizzante che ti piace per metterti in uno stato d’animo ottimale prima di uscire di casa.

Hai il potere di dare il tono alla tua giornata prima di uscire dalla porta.

2 Preparati

Quando arrivi al tuo posto di lavoro, entra con la mentalità che hai il controllo – di te stesso, dei tuoi compiti, del tuo lavoro, della tua giornata. Agisci come un leader: il leader della tua stessa vita.

Anche se può essere vero che nel corso di una giornata normale si verificano regolarmente cose inaspettate e potresti essere a completa disposizione di altre persone, e potresti in effetti avere pochissimo controllo esterno sul tuo flusso di lavoro, hai SEMPRE il controllo totale su come lo inquadri mentalmente per te stesso.

E il modo in cui lo inquadri è l’unica cosa che ti stresserà o ti calmerà. Assumi l’atteggiamento di avere il controllo di ciò che sta accadendo, partendo da dentro di te e sfociando nel tuo atteggiamento, nel tuo linguaggio del corpo, nel tuo tono di voce, nelle parole che dici, nel modo in cui ti comporti e nelle azioni che scegli, indipendentemente di quello che sta succedendo intorno a te.

3 Dai da mangiare al mostro

Buona fortuna a sentirti calmo e in controllo se sei regolarmente stanco, assetato e affamato.

Devi prenderti cura di te stesso per sentirti abbastanza equilibrato da mantenere un senso di calma e avere il "carburante nel serbatoio" per gestire in modo proattivo ed efficace lo stress che senti dentro quando si presenta.

Non appena diventi esausto, affamato e disidratato, ti senti indebolito nel corpo e la mente ha la tendenza a scatenarsi in quel momento. Hai bisogno di adeguate riserve di energia per aiutarti a superare il rumore della tua mente e la reazione allo stress, al fine di scegliere modi positivi alternativi di percepire e comportarsi in situazioni difficili.

Quell’energia a cui attingi proviene in parte dal riposo, dal cibo e dall’acqua… dal nutrimento del tuo sé fisico. Meno sei nutrito, più sei inconsciamente reattivo (al contrario di consapevolmente reattivo). Più sei reattivo, più lo stress aumenta. La tua miccia diventa sempre più corta e perdi il controllo della tua capacità di gestire te stesso e la situazione.

Molti di noi lavorano in lavori così impegnati che una volta che si entra nell’ambiente di lavoro e si sale sul tapis roulant per la giornata occupandosi di tutti i compiti, gli appuntamenti e le richieste in corso… il nutrimento di cui hai bisogno non è sempre immediatamente accessibile quando ne hai bisogno. Devi pianificare in anticipo le tue riserve di carburante e averle intenzionalmente a portata di mano in modo da poterti prendere cura di te stesso quando conta di più.

Mantieni cibo adeguato nel tuo ambiente di lavoro e tieni costantemente l’acqua davanti a te nel tuo spazio di lavoro. Rendilo facile per te stesso: preparati per il successo.

4 Vedi cosa è significativo

Persone in tutto il pianeta corrono in giro come polli senza testa totalmente e completamente assorbiti dal loro lavoro come nient’altro conta. Possiamo facilmente perdere la prospettiva di ciò che è veramente significativo e importante al di là del lavoro che stiamo facendo, dell’azienda in cui ci troviamo, dei fattori di stress che ci circondano e delle priorità a cui prestare attenzione. Può sembrare divorante.

Quando vedo persone in profondo stress per il loro lavoro o per il loro ambiente di lavoro, una cosa mi colpisce sempre… si sono perse in una mentalità da fare o morire al riguardo. Hanno perso di vista il fatto che ci sono miliardi di persone nel mondo, in centinaia di paesi, che svolgono milioni di diversi tipi di lavoro, per miliardi di aziende diverse. Potrebbero fare qualsiasi cosa, ovunque, per chiunque se lo volessero, e questo lavoro in cui si trovano è SOLO UN lavoro, per UNA società, in questo SOLO momento, e non è la totalità della loro vita, ed è non l’essere-tutto-e-fine-tutto.

Ma si sente legittimamente così quando sei tu quello bloccato nel mezzo!

Non per sminuire lo stress che qualcuno sta vivendo, né per sminuire l’importanza del loro lavoro, o il valore che la loro azienda offre al mondo, ma è davvero fondamentale rendersi conto che il lavoro è solo un modo in cui ognuno di noi ci esprime nel mondo. E, anche se per alcuni di noi può essere una parte molto importante della vita e la amiamo, dobbiamo comunque elevarci al di sopra di tutto e renderci conto che le nostre vite sono molto più estese di ciò che facciamo.

Da una prospettiva più elevata, ci sono cose più significative e importanti nella vita che meritano anche la nostra attenzione, e quando poniamo la nostra attenzione su queste cose, aiuta immediatamente a bilanciarci e a mettere mentalmente il nostro lavoro e i fattori scatenanti dello stress al loro giusto posto… come solo una parte di questa corsa chiamata vita, e non l’unica cosa che succede.

Quindi, soluzione… posiziona qualcosa nel tuo ambiente di lavoro dove puoi vederlo ogni giorno che SIMBOLIZZA ciò che è profondamente significativo e importante nella tua vita al di là del tuo lavoro. Potrebbe essere un promemoria di salute, potrebbe essere una foto di persone care, potrebbe essere un promemoria di una passione che hai. Il promemoria può essere un’immagine visiva, un gingillo… qualsiasi cosa che ti aiuti a ricordare istantaneamente il quadro più ampio della tua vita al di fuori di questo lavoro e ambiente di lavoro.

Quando ti senti stressato, vai a quel promemoria e siediti con la tua attenzione su di esso per alcuni minuti. Equilibra la tua concentrazione in modo da non perderti nella visione a tunnel.

5 Succhialo

Quando sei stressato, ricorda di aspirare aria fresca e calmante!

La respirazione è un’azione calma per la mente e il corpo. Non la normale respirazione superficiale del torace che avviene istintivamente, ma respira consapevolmente lentamente e profondamente fino in fondo alla pancia (respirazione diaframmatica). Aiuta a bilanciare il tuo corpo, interrompendo e riducendo l’intensità della reazione allo stress.

Prenditi qualche momento regolarmente durante la giornata e la sera, quando sei sotto stress, per respirare lentamente e profondamente sapendo che fa assolutamente una profonda differenza per come ti senti. La tua mente/corpo risponderà. Ha un effetto cumulativo, quindi più lo pratichi in modo coerente, più ti sentirai equilibrato. È una medicina per lo stress gratuita dalla natura, disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

6 Taglia le scuse e scusa te stesso

Quante volte ti sei sentito dire che non puoi fare una pausa, non puoi andare a pranzo fuori, non puoi andare a fare una passeggiata, non puoi prenderti una vacanza, non puoi lasciare il lavoro in tempo, non puoi non lavorare a casa la sera, o non puoi XYZ perché sei troppo occupato?

Eppure una parte di te sa anche che sarà sempre così… ci sarà SEMPRE troppo da fare e apparentemente non abbastanza tempo, quindi quando mai ti prenderai una pausa?

Un’ottima pratica di gestione dello stress è tagliare le tue scuse e trovare modi per scusarti regolarmente dal tuo lavoro per piccole pause per respirare, liberare la mente e resettare, pronto a tornare ai compiti rinfrescati.

Andare avanti sotto stress non è efficace quanto fare una pausa momentanea per ricalibrare. Quando ti esoneri dai tuoi compiti per 5 minuti per sederti in silenzio e respirare profondamente dal tuo lavoro, o per prenderti 10 minuti per passeggiare all’aperto e goderti altri panorami/suoni, o prenderti un’intera giornata libera come pausa per te stesso, togli letteralmente la tua mente e il tuo corpo dai compiti e concedi spazio. Quindi torni al lavoro leggermente aggiustato a causa di quella distanza momentanea e di conseguenza la tua efficacia aumenta.

Fare delle pause non diminuirà la tua produttività. Fare delle pause non danneggerà le tue scadenze. Fare delle pause non bloccherà il tuo avanzamento di carriera. Fare delle pause aumenterà la tua produttività e ti assicurerà la resistenza per sostenere una carriera a lungo termine in qualsiasi campo e per farlo senza perdere la testa nel processo e danneggiare la tua salute.

Abbiamo ancora culture del lavoro in tutto il mondo piene di persone che operano nel paradigma del lavoro della vecchia scuola che si basa su "è tutto su quanto lavori" (piuttosto che sulla verità … è COME lavori, non quanto lavori), e di conseguenza abbiamo persone in tutto il mondo nei loro anni di carriera medio-tardivi che soffrono di problemi di salute accumulati da abitudini di lavoro squilibrate perché non sono state in grado di sostenere la pressione aggravata nel corso degli anni (naturalmente!), e alla fine il il sistema mente/corpo si rompe in vari modi come un grido di equilibrio.

Fare un passo indietro non significa perdere terreno. Fare un passo indietro in questo modo è ciò che crea balzi in avanti.

Le aziende con regole non dette sul "lavorare fino all’osso", in cui si alzano le sopracciglia se le persone si prendono delle pause, dove ci si chiede perché qualcuno non guidi più forte, che allo stesso tempo non promuovono le pause regolari, sono semplicemente in cattive condizioni e arcaiche. Questo tipo di ambiente alimenta lo stress, che guida l’infelicità, che guida il fatturato, che aumenta i costi e non c’è niente di buon senso in questo.

7 Chiarezza per sanità mentale

Un modo efficace per gestire lo stress è CAPIRLO. Non importa in quale situazione della vita ti trovi, al lavoro o a casa, quando riesci a fare chiarezza su di essa e riesci a capirla meglio, ti dà un senso di controllo (anche se in realtà non avere un controllo diretto letterale). Quel senso di controllo ti fa sentire più sicuro, permettendoti di affrontare meglio.

Chiediti se il tuo stress è dovuto a qualcosa

  • situazionale, temporaneo, di passaggio o
  • pervasivo, sistemico, culturale, radicato.

Se qualcosa è situazionale e temporaneo, come un progetto ad alta pressione che ha una scadenza, puoi inquadrare la tua mentalità attorno a questo e gestire te stesso e i tuoi risultati verso quell’obiettivo finale. Lo fai sapendo che questa reazione stressante che stai provando è collegata direttamente ai fattori scatenanti esterni intorno a te e che questi fattori scatenanti passeranno. Questa è una luce alla fine del tunnel e ti consente di inquadrare la situazione di stress in modo ordinato, rendendoti conto che questo non è un problema a lungo termine e che non sono necessariamente necessarie altre azioni correttive. La situazione invece richiede che tu ti gestisca meglio in risposta ai trigger per quel determinato periodo di tempo.

In alternativa, se qualcosa è pervasivo e radicato, ad esempio il tuo ambiente di lavoro è generalmente tossico (a causa di altre persone e della cultura) o la tua posizione/risorse di squadra sono costantemente inadeguate, allora questi possono essere visti come problemi più sistemici senza una chiara fine in vista. È qui che potrebbe essere necessaria un’azione di qualche tipo.

8 Agire quando l’azione è giustificata

Per lo stress che puoi chiaramente collegare a problemi pervasivi e sistemici nel tuo lavoro/luogo di lavoro, può arrivare un punto in cui lo stress richiede ulteriori azioni.

Sì, puoi adattarti per rispondere meglio ai fattori scatenanti, ma devi anche chiedere se vuoi rimanere sulla linea di tiro di un problema radicato o se vuoi fare qualcosa di positivo al riguardo.

L’azione può includere cose come adeguamenti al lavoro o al flusso di lavoro, conversazioni sull’approvvigionamento di risorse con le persone coinvolte, l’introduzione di pratiche di lavoro più intelligenti, la ricerca attiva di migliorare la comunicazione e le relazioni sul posto di lavoro (direttamente te stesso o parlare con leader/influencer interni su come istigare un cambiamento positivo ). È qui che cerchi il cambiamento nella situazione esterna per ridurre la causa originaria dello stress, gestendo anche la tua risposta interna a qualsiasi cosa stia accadendo. Sei semplicemente nel lavoro sbagliato? Dai un’occhiata al post: 7 omaggi morti È ora di cambiare lavoro.

9 Chiudere il ciclo

Termina la giornata "chiudendo il ciclo" al lavoro. Ciò significa esaminare la posizione del tuo flusso di lavoro (ad esempio l’elenco delle attività) della giornata e identificare ciò che è completo, ciò che verrà trasferito a domani e fare un piano chiaro (ad esempio un nuovo elenco di "cose ​​da fare") per il giorno successivo in modo da puoi sentirti completo nella tua mente su tutto prima di partire per tornare a casa.

Prenditi 5-10 minuti appena prima di lasciare il lavoro per fare questo esercizio. Cosa c’è di eccezionale da fare domani, quali sono le priorità? Per tutto ciò che deve essere fatto in futuro (non domani) metti dei promemoria nel tuo calendario che ti avviseranno automaticamente. Questo li cancella dalla tua lista, dalla tua mente, e per ora sono fuori dal tuo radar. Ciò crea invece spazio mentale per concentrarsi sulle priorità immediate. Le priorità immediate per l’azione vengono quindi inserite nel tuo piano per il giorno successivo. Puoi impostare quel piano d’azione come un elenco di attività scritto a mano se funziona meglio per te, altri preferiscono un elenco di attività elettronico o blocchi di tempo in un calendario online dedicato alle attività chiave. Utilizza qualsiasi metodo si allinei meglio al tuo modo naturale di operare, ma la chiave è questa:

  • Crei un senso di chiarezza su dove ti trovi, che ti dà chiusura e ti senti più in controllo prima di lasciare il lavoro per la giornata.
  • Non lo porti tutto dentro la tua mente e lo porti accidentalmente a casa con te (ripercorrendo nella tua testa tutte le cose che sono state fatte, non sono state fatte e devono essere fatte).
  • Entri al lavoro il giorno successivo con un senso di orientamento e responsabilizzazione per ciò che ti aspetta (che si nutre perfettamente nel n. 2 sopra "Preparati per la giornata", creando un flusso più facile e professionale da un giorno all’altro).

Per fare un ulteriore passo avanti, CANCELLA il tuo spazio di lavoro alla fine di ogni giornata. Questo potrebbe sembrare un compito mastodontico per alcune persone, ma se hai una pratica semplice in atto per gestire fisicamente file, scartoffie, strumenti, attrezzature ecc. e prendi quell’abitudine, allora hai un ambiente pulito in cui entrare il giorno successivo. E il punto è questo… le persone stressate non traggono vantaggio dal trovarsi in un ambiente visivamente caotico. È immensamente utile per le persone stressate vedere spazio, ordine e organizzazione liberi.

Una mente disordinata e stressata non ha bisogno di un ambiente visivamente disordinato e disorganizzato.

10 Crea il relax

Per alcune persone non è naturale rilassarsi alla fine di ogni giornata. Soprattutto se qualcuno è stressato, ha bisogno di una piccola mano per rilassarsi.

Diventa proattivo e crea un rituale di rilassamento per la tua serata a casa, qualcosa che attiva la tua mente e il tuo corpo in modalità relax. Alcuni odori, suoni e attività aiuteranno in questo. Pensa dolcemente, gentile e cullante. Ciò significa che tutto ciò che è l’opposto di questo che potresti voler evitare prima di andare a dormire: l’ultima cosa di cui hai bisogno quando sei stressato è aver interrotto il sonno e tutto ciò che è rumoroso, duro, attivante e stimolante appena prima di andare a letto (odori, suoni e attività) lo faranno.

Un rituale di distensione può essere costituito da pratiche di meditazione di qualsiasi natura, fare un bagno, usare profumi rilassanti aromaterapici, ascoltare musica rilassante, utilizzare audio per guidarti attraverso le visualizzazioni verso il rilassamento e ascoltare il "rumore bianco" può essere utile per cambiare idea rumore.

Rifletti per un momento su ciò che trovi più rilassante e rilassante. Incorpora queste cose nelle tue tarde serate appena prima di andare a dormire, o gioca con i suggerimenti di cui sopra per trovare qualcosa che funzioni per te. Una volta trovato un rituale di rilassamento, ti aiuta a staccare la spina ogni notte, preparandoti per un buon sonno, che a sua volta ti rende più equilibrato e nutrito per sostenere un giorno migliore in arrivo.

Fonte di registrazione: www.thedailypositive.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More